News
Giuseppe Barbieri
Avevo circa 7 anni quando per la prima volta vidi uno dei miei fratelli giocare ai titoli più simbolici sulla prima Playstation, come Crash Bandicoot o Resident Evil 3: Nemesis. Da quel giorno mi sono interessato a questo mondo, facendo crescere sempre più la passione per i videogiochi. Credo e affermo che i videogiochi siano una vera e propria forma d'arte e di espressione che si unisce ad altri tipi di arte che insieme riescono catapultarti in un altro mondo. Ciò che apprezzo per lo più nei videogiochi sono le storie profonde, giocherei a COD o a qualunque altro multiplayer soltanto per noia. Amo le storie, e amo crearle. Oltre ad essere un videogiocatore in cerca di storie ho, da qualche tempo, anche l'interesse per la lettura e la scrittura.

Avevo circa 7 anni quando per la prima volta vidi uno dei miei fratelli giocare ai titoli più simbolici sulla prima Playstation, come Crash Bandicoot o Resident Evil 3: Nemesis. Da quel giorno mi sono interessato a questo mondo, facendo crescere sempre più la passione per i videogiochi. Credo e affermo che i videogiochi siano una vera e propria forma d'arte e di espressione che si unisce ad altri tipi di arte che insieme riescono catapultarti in un altro mondo. Ciò che apprezzo per lo più nei videogiochi sono le storie profonde, giocherei a COD o a qualunque altro multiplayer soltanto per noia. Amo le storie, e amo crearle. Oltre ad essere un videogiocatore in cerca di storie ho, da qualche tempo, anche l'interesse per la lettura e la scrittura.

Tempo di lettura: 3 minuti

Nintendo ha aggiornato il proprio sito Giapponese di The Legend of Zelda – Breath of the Wild,  pubblicando nella pagina anche un nuovo trailer del gioco intitolato Guard: In This Destiny (che potete visionare in alto alla pagina). 

Il filmato, mostra Link impegnato in alcune sequenze di combattimento, affrontando anche il rapporto con la Principessa Zelda. Nelle scorse ore, GameInformer USA ha rivelato tanti dettagli sul gioco, in particolare il gameplay:  Il redattore di GameInformer USA è riuscito a provare la demo, questa inizia all’interno di una delle Scuderie Serenne, qui Link può dormire per recuperare la salute, lasciare in custodia i cavalli, commerciare e parlare con gli altri personaggi.

712175

Le scuderie saranno sparse per tutta la mappa e ognuna è gestita da un diverso personaggio. Viene confermata la presenza del meteo dinamico, i cambiamenti climatici produrranno effetti più o meno differenti sul gameplay, per esempio: in caso di pioggia sarà possibile entrare in una scuderia per ripararsi, così come, nel corso di una tempesta l’equipaggiamento (spada, scudo e altre armi) potrebbe attirare i fulmini e causare la morte immediata.

Inoltre saranno presenti ben cento altari sparsi per la mappa, che permetteranno gli spostamenti rapidi.

the_legend_of_zelda__breath_of_the_wild_wallpaper_by_de_monvarela-dav8g3g

L’intelligenza artificiale degli animali è stata particolarmente sviluppata, questi infatti potranno circondare Link ed attaccarlo in branco, alcuni inoltre saranno in grado di camminare sulla neve e muoversi anche in presenza di condizioni atmosferiche particolari.

original

Link potrà spaccare le rocce, dentro le quali potrebbero essere presenti rupie o altri oggetti, inoltre viene rivelato che il personaggio potrà possedere più di un cavallo e sarà in grado di comunicare con loro, sviluppando sentimenti come affetto e lealtà.

Altri dettagli portano alla luce le varie espressioni per Link, la Principessa Zelda potrà arrabbiarsi con l’elfo e sgridarlo, causando varie reazioni (come rabbia e delusione). E per chiudere in bellezza, è stato svelato che sarà possibile arrivare alla fine dell’avventura senza visitare tutte le aree del gioco e, seguendo determinati criteri, sarà possibile sbloccare un finale alternativo.

Come avrete perfettamente notato, Breath of the Wild è molto probabilmente il gioco di Zelda più vasto, nonché uno dei giochi della Nintendo più grande mai creato, progetto che ha richiesto per la sua realizzazione oltre 300 sviluppatori e quattro anni di lavoro, valori mai registrati per una produzione di Nintendo.

thumb-1920-539147

Ricordiamo che The Legend of Zelda – Breath of the Wild sarà disponibile in contemporanea mondiale dal 3 Marzo 2017 su Nintendo Switch e Wii U.

Altri articoli in News

Call of Duty Cold War, le prime tre missioni della Campagna

Giuseppe Licciardi3 Novembre 2020

Control Ultimate Edition, arriva su Switch la versione Cloud

Giuseppe Licciardi28 Ottobre 2020
need for speed hot pursuit

Need For Speed Hot Pursuit Remastered UFFICIALE, ecco il trailer di annuncio

Giuseppe Licciardi5 Ottobre 2020
call of duty warzone

Call of Duty Warzone, ecco le novità della Season 6

Giuseppe Licciardi29 Settembre 2020

Microsoft acquisisce UFFICIALMENTE ZeniMax/Bethesda

Giuseppe Licciardi21 Settembre 2020

Call of Duty Black Ops Cold War, svelato il multiplayer

Giuseppe Licciardi10 Settembre 2020