Table Manners Recensione, un San Valentino ad una mano

Recensioni
Giuseppe Licciardi
Nato con un pad nella mano sinistra e un mouse nella destra. Ancora non si conosce la sua vera provenienza, molti pensano faccia parte di un' antica razza aliena che mira a divulgare il videogioco come arte. Per ora si sa solo che studia per diventare Ingegnere Informatico, ma forse è solo una scusa per mimetizzarsi tra gli essere umani.
@https://twitter.com/Sn0WzX

Nato con un pad nella mano sinistra e un mouse nella destra. Ancora non si conosce la sua vera provenienza, molti pensano faccia parte di un' antica razza aliena che mira a divulgare il videogioco come arte. Per ora si sa solo che studia per diventare Ingegnere Informatico, ma forse è solo una scusa per mimetizzarsi tra gli essere umani.

Tempo di lettura: 4 minuti

E cosi arriva quel fatidico giorno, quello nel quale le coppie di tutte il mondo, si mettono all’opera per fare il regalo più bello, la cena più lussuosa, o magari la sorpresa più sbalorditiva. Insomma, San Valentino con gli anni è diventato uno di quei giorni nel quale si è stressati e ansiosi e si spera che le cose fatte per il proprio partner siano apprezzate. Con il passare degli anni anche nel mondo dei videogiochi si sente la volontà di capire come si può passare un San Valentino in compagnia. Magari davanti ad una cena lussuosa, magari davanti ad una pizza…anzi no, stando al passo con i tempi, sushi per tutti! Insomma, basta avere un alter ego, con il quale dovremmo portare la nostra “consorte” virtuale fuori a cena. E Table Manners fa proprio questo. Un Dating Simulator che mira a farci passare una delle nostre serate indimenticabili…o quasi.

Come gli ultimi simulatori che stanno uscendo negli ultimi anni, anche Table Manners ci ripropone la stessa modalità di gameplay, avere il controllo completo delle azioni della nostra mano, o in generale dei nostri arti. In questo caso tramite l’uso della nostra mano dovremmo portare a termine una serie di azioni e fare in modo che la nostra dolce metà passi una serata perfetto, senza muovere neanche un dito..letteralmente. Saremo infatti alle prese con le più disparate richieste. Dal dover versare una bottiglia di vino, passando per mettere del sale sulle patatine, fino ad arrivare al dover imboccare la nostra dolce metà perché “troppo stanca”. Insomma forse più che San valentino, dovremmo passare una serata ad obbedire a dei comandi, ovviamente lo faremo se non vorremo fare una brutta fine!

Leggi anche:  Dragon Ball Z Kakarot Recensione, il ritorno di Goku
table manners

TABLE MANNERS SIGNIFICA ANCHE BUONE MANIERE

Partiamo dall’inizio. Partiremo all’interno della nostra stanza e l’intento sarà quello di dover scegliere dal nostro tablet quale sarà il nostro prossimo incontro romantico. Tramite un app simile a Tinder sceglieremo chi contattare. Oltre ovviamente a scegliere quale sarà la nostra dolce metà, ci potremmo intrattenere con lei prima di andare alla fatidica cena. Il tutto sempre tramite il nostro tablet. Potremo infatti chattare, e fare piccole battute per conoscere meglio la persona che porteremo a cena fuori.

Ovviamente meglio specificare che tutte queste azioni non porteranno alcun beneficio all’interno della cena. I livelli a cui avremo accesso si sbloccheranno mano a mano che andremo avanti e completeremo ogni incontro. I setting disponibili sono molteplici, dalla cena lussuosa, al sushi, fino ad arrivare al ristorante di mare. Il tutto ovviamente si andrà sempre più a complicare. Questo perché dovremmo sempre e ripetutamente fare quello che la nostra metà ci chiederà.

AI TUOI COMANDI

Quello che dovremo fare ad ogni cena sarà far passare una serata indimenticabile alla nostra dolce metà. Certo, per lei sicuramente si, per noi invece….sicuramente meno. Insomma non sempre sarà un piacere dover stare ad obbedire ad ogni comando, ma cosa non si farebbe per far colpo sulla persona con cui volevamo uscire da tempo no? Magari si inghiottisce qualche rospo in più, un bel sorriso e si va avanti. Insomma, sempre se la nostra mano risponderà bene ai nostri input.

Leggi anche:  Iron Danger Anteprima, una nuova prospettiva per i giochi di ruolo
table manners

Questo perché dovremo fare tutto con una sola mano. Quindi ogni movimento diventerà fondamentale per non far cascare tutto a terra, e non permettere quindi di rovinare una serata solo perché magari abbiamo rovesciato del vino…ma fidatevi che vi capiterà. Non sempre infatti saremo in grado di darei giusti input alla nostra mano, quindi saremo impacciati e faremo sicuramente rovesciare qualcosa, o magari metteremo a fuoco il tavolo…ma questi, son dettagli!

COLLEZIONISTA DI CUORI

Se le serate saranno il nostro principale obiettivo, sicuramente farle andare nel migliore dei modi sarà l’occasione per poter rivedere la nostra dolce metà. Alla fine di ogni cena infatti ci verrà portato il conto. Al posto di un conto classico però ci troveremo davanti alla votazione della nostra serata. Un pò come se ci sentissimo giudicati dalle nostre azioni. D’altronde l’aver fatto tutto quello che dice la nostra compagna/o dovrà pur portare dei risultati no?

Leggi anche:  Tokyo Mirage Sessions #FE Encore Recensione, riscoprendo una perla
table manners

Ecco, potremo ottenere fino a tre cuori, che ci permetteranno di sbloccare il livello successivo. Di questo passo sbloccheremo ristoranti sempre più lussuosi. Ma attenzione, lussuoso non significa per forza “meno fatica” anzi…Nella maggior parte dei casi quando cambieremo location, sarà perché si andranno ad aggiungere delle nuove occasioni per permetterci di “impasticciare” il tavolo dove siamo seduti con ogni ben di dio. Il tutto ovviamente sarà a discapito del punteggio finale che riceveremo sullo scontrino finale. Insomma, quindi dovremo stare attenti ad ogni minimo pezzo di sushi che passerà sul rullo, e anche ad ogni fungo che dovremo cuocere. Anche perché ricordate che se qualcosa non andrà bene, diciamo che il nostro commensale..non la prenderà benissimo.

Leggi anche:  Birds of Prey, la Recensione - Torna in scena Harley Quinn
table manners

CONCLUSIONI

Per concludere non sempre i titoli come Table Manners riescono a divertire, o almeno non sempre del tutto riescono a creare un buon contrasto tra gameplay e situazioni che vengono offerte al giocatore. Il titolo di Curve Digital però almeno in questo riesce, perché ci mette davanti un ottimo livello di “difficoltà” se cosi vogliamo chiamarla, che davvero metterà a repentaglio la nostra intera partita, perché magari non abbiamo spostato la mano in fretta…ed è andato subito tutto in aria. Table Manners però complessivamente riesce a divertire, con alcune situazioni classiche di una cena romantica che vengono però sovvertite da questa voglia matta di dover per forza fare tutto con una mano.

NerdPlanet consiglia...
Se volete acquistare un altro titolo che fa un grande uso degli arti, potete acquistare SuperHot per PS4, cliccando qui

Table Manners

19.99€
6.4

Gameplay

6.0/10

Grafica

7.0/10

Sonoro

5.0/10

Longevità

7.5/10

Pros

  • Divertente
  • Personalizzazione

Cons

  • Controlli un pò matti
  • Sonoro poco curato

Altri articoli in Recensioni

Dreams Recensione, l’immaginazione non ha limiti

Andy Bercaru26 Febbraio 2020

Street Fighter 5 Champion Edition Recensione, è tornato il re?

Andy Bercaru19 Febbraio 2020

The Suicide of Rachel Foster Recensione, il sussurro del Thriller

Camilla Colombo18 Febbraio 2020
the pedestrian

The Pedestrian Recensione, il nuovo volto del puzzle-platforming

Camilla Colombo17 Febbraio 2020
Darksiders

Darksiders Genesis Recensione, le origini della leggenda

Andy Bercaru13 Febbraio 2020

Journey to the Savage Planet Recensione, non chiamatelo No Man’s Sky

Andy Bercaru7 Febbraio 2020