System Shock – Demo del remake presente ai The Games Awards 2019

News
Luca Paura
Sin da piccolo, la bravura nella nullafacenza lo ha portato ad appassionarsi alla scrittura e ai videogames. In questo modo è riuscito ad entrare in mondi fantastici e straordinari da esplorare, fino a quando non si è buscato una freccia nel ginocchio.

Sin da piccolo, la bravura nella nullafacenza lo ha portato ad appassionarsi alla scrittura e ai videogames. In questo modo è riuscito ad entrare in mondi fantastici e straordinari da esplorare, fino a quando non si è buscato una freccia nel ginocchio.

Tempo di lettura: 2 minuti

È da anni in sviluppo un remake di System Shock, celebre adventure in prima persona uscito nel 1994 e che è considerato uno dei giochi migliori usciti durante gli anni 90 e Nightdive Studios, che si sta occupando del progetto dopo aver recuperato dei fondi tramite una campagna kick-starter, ha annunciato che una demo del gioco sarà presente ai The Games Awards 2019.

Leggi anche:  System Shock 3 - Un nuovo teaser traile fu mostrato al GDC 2019

Purtroppo, oltre a questo annuncio, il team di sviluppo non ha rivelato ulteriori dettagli e nemmeno quali contenuti avrà questa demo, probabilmente vorrano che i presenti all’evento possano godere del gioco senza anticipazioni oppure potrebbero rivelare cosa conterrà la demo poco prima o durante i Games Awards.

Leggi anche:  System Shock 2: annunciata l'enhanced edition da Nightdive

System Shock è previsto per PS4, Xbox One e PC ma ancora non si conosce una data di uscita, di seguito la sinossi del gioco: Nel 2072: il protagonista impersonato dal giocatore, un hacker senza nome, cerca di accedere al complesso dati primario concernente la Cittadella, una stazione spaziale di proprietà della TriOptimum. L’hacker viene scovato dalle guardie di sicurezza TriOptimum e viene condotto da Edward Diego, CEO della TriOptimum, presso la stazione. Edward Diego promette di rilasciare l’hacker, se riuscirà ad eseguire un’operazione segreta di hacking su SHODAN, una intelligenza artificiale che controlla la stazione, per i non meglio precisati scopi di Diego, in cambio dell’impianto chirurgico di una interfaccia neurale. Dopo che l’hacker ha operato, viene fornito dell’impianto e posto sotto sonno criogenico. Al suo risveglio, però, la situazione è precipitata e SHODAN ha attuato un vero e proprio massacro; starà all’hacker cercare di riparare la situazione.

Fonte: Kickstarter

Altri articoli in News

Call of Duty Cold War, le prime tre missioni della Campagna

Giuseppe Licciardi3 Novembre 2020

Control Ultimate Edition, arriva su Switch la versione Cloud

Giuseppe Licciardi28 Ottobre 2020
need for speed hot pursuit

Need For Speed Hot Pursuit Remastered UFFICIALE, ecco il trailer di annuncio

Giuseppe Licciardi5 Ottobre 2020
call of duty warzone

Call of Duty Warzone, ecco le novità della Season 6

Giuseppe Licciardi29 Settembre 2020

Microsoft acquisisce UFFICIALMENTE ZeniMax/Bethesda

Giuseppe Licciardi21 Settembre 2020

Call of Duty Black Ops Cold War, svelato il multiplayer

Giuseppe Licciardi10 Settembre 2020