Steam – Tempo di saldi o di rimborsi?

News
Alessandro Guida
Conosciuto sul web come WhereEaglesDare, l'energumeno che vi scrive è un amante e cultore dei videogames. Dedito al culto della MasterRace da tempo immemore, si diletta fra RTS, RPG - di quelli buoni - e Rocket League.

Conosciuto sul web come WhereEaglesDare, l'energumeno che vi scrive è un amante e cultore dei videogames. Dedito al culto della MasterRace da tempo immemore, si diletta fra RTS, RPG - di quelli buoni - e Rocket League.

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo il tradizionale black out dei server durante l’inaugurazione dei saldi estivi, Steam si è ritrovata subito dinanzi ad un problema che negli ultimi tempi sta dilagando: la questione rimborsi.

Ebbene si, la possibilità offerta dalla piattaforma di distribuzione di Valve sta riscuotendo più successo dei saldi stessi. Soltanto nel primo giorno di offerte, i rimborsi processati da Valve sono stati oltre 300.000. Una cifra ragguardevole che nei giorni successivi è andata scemando, ma stabilizzandosi comunque sui 200.000 rimborsi giornalieri.

Da tempo Steam offre la possibilità ai giocatori di richiedere il rimborso di un titolo acquisito, il quale magari non gira bene sulla propria macchina o è soggetto a vari problemi di sorta. Questo servizio però è collegato a doppio filo con dei requisiti di tempo ben precisi: il rimborso potrà essere richiesto solo se il tempo speso nel gioco non supera le 2 ore complessive. La richiesta inoltre non potrà essere inoltrata dopo aver superato i 14 giorni dall’acquisto.

steam

Dai dati emersi, durante questo periodo di saldi, il refund di Steam ha assunto una nuova veste: la demo giocabile. Moltissimi utenti stanno utilizzando il servizio di Valve soltanto per provare il gioco, chiedendo il rimborso non appena approcciatosi il limite di tempo. Si tratta di una situazione alquanto fastidiosa per Steam, che potrebbe procedere ad una revisione dei termini di rimborso.

Nonostante la risarcibilità di un acquisto sia contemplata nei diritti del consumatore, approfittare di un servizio offerto in modo da deviarne il fine ultimo rimane un’azione poco onesta. Il rischio di una modifica all’accessibilità del refund, che limiti stavolta le possibilità agli utenti finali, è dietro l’angolo.

Altri articoli in News

Control Ultimate Edition, arriva su Switch la versione Cloud

Giuseppe Licciardi28 Ottobre 2020
need for speed hot pursuit

Need For Speed Hot Pursuit Remastered UFFICIALE, ecco il trailer di annuncio

Giuseppe Licciardi5 Ottobre 2020
call of duty warzone

Call of Duty Warzone, ecco le novità della Season 6

Giuseppe Licciardi29 Settembre 2020

Microsoft acquisisce UFFICIALMENTE ZeniMax/Bethesda

Giuseppe Licciardi21 Settembre 2020

Call of Duty Black Ops Cold War, svelato il multiplayer

Giuseppe Licciardi10 Settembre 2020

Twitch Versus, un nuovo modo per organizzare competizioni

Giuseppe Licciardi10 Settembre 2020