Nuovo spot stile anni’80 per Playstation 4 Pro

News
Marco Pasqualini
Nato nel 1982 Marco è un ragazzo di città che ama la campagna più del multiplayer, pratica la monogamia su console, ne ama una alla volta anche se spesso si concede qualche scappatella su PC.

Nato nel 1982 Marco è un ragazzo di città che ama la campagna più del multiplayer, pratica la monogamia su console, ne ama una alla volta anche se spesso si concede qualche scappatella su PC.

Tempo di lettura: 1 minuto

E’ stato da poco pubblicato un nuovo video relativo al lancio della nuova Playstation 4 Pro. Il colosso giapponese propone  un simpaticissimo spot in stile retrò anni 80 che si riallaccia alla gallina dalle uova d’oro, il nuovo Call Of Duty.

Un ragazzo, tamarrissimo anche per i tempi, viene letteralmente rapito all ‘interno della propria televisione tubo catodico (una scena che richiama i vecchi film Poltergeist – Demoniache presenze e Sotto Shock di Wes Craven).  In più vengono mostrate scene gameplay di Zombies In Spaceland, la nuova esperienza zombie del gioco di Infinity Ward che ultimamente ha messo la freccia e sembra quasi poter superare per notorietà le altre modalità di gioco.

Come sappiamo, il debutto della nuova/vecchia Playstation 4 Pro sarà per il prossimo 10 novembre e noi di NerdPlanet siamo vicini a tutti quei poveri genitori che si troveranno a Natale a dover regalare ai propri figli il binomio Playstation 4 Pro + VR. Forza e coraggio, siete degli  eroi.

Altri articoli in News

Playstation Plus, i nuovi titoli gratuiti di Luglio sono 3

Giuseppe Licciardi29 Giugno 2020

Star Wars Squadrons, annunciato il nuovo titolo con trailer di lancio

Giuseppe Licciardi15 Giugno 2020

Destiny 2, in arrivo la nuova espansione “Oltre la Luce”

Giuseppe Licciardi9 Giugno 2020

Bioshock The Collection (NSW) Recensione, capolavori portatili

Andy Bercaru4 Giugno 2020
dynasty warriors

Dynasty Warriors 9, il titolo si aggiunge alla linea Playstation Hits

Giuseppe Licciardi3 Giugno 2020

Skelattack, il nuovo platform 2D pubblicato da Konami

Giuseppe Licciardi3 Giugno 2020