Rocket League – Rimandata la feature dei Cross-Platform Party!

News
Andy Bercaru
Appassionato del mondo videoludico e della tecnologia già da quando era un bimbo in Beta Testing. Ama i giochi quasi quanto il Wrestling ed il Metalcore!

Appassionato del mondo videoludico e della tecnologia già da quando era un bimbo in Beta Testing. Ama i giochi quasi quanto il Wrestling ed il Metalcore!

Tempo di lettura: 2 minuti

Uno dei giochi che sta spopolando (ormai da anni) sul ramo multiplayer (e volendo anche competitive) è sicuramente Rocket League. Lo strano ibrido tra giochi di corsa e di calcio è riuscito a fare fin da subito breccia nei cuori dei giocatori, offrendo sempre un’esperienza fresca ed aggiornata. Infatti i ragazzi di Psyonix, creatori del gioco, hanno sempre cercato di aggiungere feature nuove, come nuove modalità di gioco, mappe, macchine e tanto altro ancora. Apprezzabile sicuramente anche il fatto che Psyonix ha sempre cercato di ascoltare la loro community, aggiungendo contenuti e bilanciando l’esperienza principalmente in base alle esigenze dei giocatori.

Per chi non se lo ricordasse, Rocket League fu uno dei primi giochi (almeno in questa generazione) a sfruttare le caratteristiche del Cross-Play. Ovviamente questa feature (per colpa delle varie politiche delle compagnie in mezzo) sono state limitate al solo uso di server privati e potevano essere sfruttate solo tra certe piattaforme. Essendo una feature rilegata ai server privati, ovviamente i vari utenti non potevano sfruttare il party game, essendo obbligati a giocare sempre solo 1vs1 2vs2 e cosi via, senza entrare nella componente online vera e propria del gioco.

Grazie al ultimo aggiornamento, Psyonix aveva promesso l’introduzione del Cross-Play Party (un sistema che aiutava i giocatori che sfruttavano il cross play di creare party di gioco dedicati) durante il mese di settembre. Purtroppo questa feature dovrà ancora aspettare essendo che la software house ha riscontrato difficoltà nel portarla su tutte le piattaforme. Psyonix vuole offrire un’esperienza fluida grazie a questa caratteristica, e quindi ha deciso di prendersi altro tempo per lavorare a dovere su di essa.

Quindi, per adesso ci toccherà ancora sfruttare il sistema dei cross server e sperare che i ‘’problemi’’ riscontarti da Psyonix saranno risolti al più presto. Voi cosa ne pensate di questa situazione? Fatecelo sapere nei commenti!

Altri articoli in News

Playstation Plus, Call of Duty WWII è uno dei prossimi titoli gratuiti

Giuseppe Licciardi25 Maggio 2020
ghost of tsushima

Ghost of Tsushima, il fantasma si mostra in 18 minuti di gameplay

Giuseppe Licciardi14 Maggio 2020

Alpitour chiama e le pagine social dei videogiochi rispondono

Giuseppe Licciardi13 Maggio 2020

Tony Hawk’s Pro Skater 1 & 2, annunciate le versioni rimasterizzate

Giuseppe Licciardi12 Maggio 2020
chorus

Chorus, la nuova IP di Deep Silver mostrata all’ Inside Xbox

Giuseppe Licciardi8 Maggio 2020

Scorn, torna a mostrarsi l’FPS Horror ottimizzato per Series X

Giuseppe Licciardi7 Maggio 2020