News

Resident Evil 7 – Riassunto della demo e dettagli

News
Maria Elena Sirio
Sono Maria Elena, una ragazza di diciannove anni, con la passione per il disegno, i videogiochi e il cui primo amore è stato Ash Ketchum. Questa mia passione si è evoluta, crescendo con me e modificandosi, [..]

Sono Maria Elena, una ragazza di diciannove anni, con la passione per il disegno, i videogiochi e il cui primo amore è stato Ash Ketchum. Questa mia passione si è evoluta, crescendo con me e modificandosi, [..]

Tempo di lettura: 2 minuti

L’attesa e l’hype per un nuovo capitolo dell’amata saga Resident Evil erano state soddisfatte dall’annuncio fatto all’E3 2016, riguardante il nuovo capitolo Resident Evil 7. Il trailer mostrato diradava l’alone di mistero su questa nuova fatica e, man mano che svelava dettagli, lasciava a bocca aperta per lo stupore il pubblico presente in sala.

La demo presentata all’interno della conferenza Sony mostrava un titolo completamente diverso dai precedenti, senza i ben conosciuti e amati personaggi e, soprattutto, senza i mostruosi zombi: soltanto alla fine gli spettatori hanno potuto capire di cosa si trattasse, quando è comparso il titolo “Resident Evil VII – Biohazard“.

La demo, resa disponibile al download su PS4 per tutti gli abbonati Playstation Plus, si intitolava Resident Evil 7 – Beginning Hour. Al suo interno l’idea di terrore e continua inquietudine era la stessa già provata nell’ormai cancellato progetto di Silent Hills P.T., ma sviluppato più in grande da Capcom.

Il protagonista è Clancy, un cameraman che si trova in una casa abbandonata da almeno tre anni e che si sveglia dopo che la sua troupe televisiva è stata assalita da alcuni individui mentre tentava di riprendere un documentario. La casa, sporca e con molti elementi organici in stato di putrefazione, è un ambiente opprimente e pericoloso, proposto – per la prima volta nella storia della saga – in prima persona. Saranno presenti, come negli altri capitoli, degli enigmi da risolvere, per questo sarà necessario interagire con l’ambiente e raccogliere alcuni oggetti.

Altra particolarità del titolo è quella di poter armare il protagonista, notate bene, con un’ascia. Niente armi da fuoco, elemento tipico dei capitoli precedenti che, in questo, non sembra essere presente.

Il finale, al quale si arriverà in circa mezz’oretta di gioco, sarà raggiungibile in più modi differenti, ma lascerà pochissimo spazio alla comprensione più approfondita dei protagonisti e della storia vera e propria. Soltanto alcuni dettagli, come la frase “She’s Back“, creano domande spontanee: Chi è tornata? Avrà a che fare con i capitoli precedenti della saga o con la storia del protagonista della demo?

Per ora nessuno dei vecchi protagonisti ha preso parte alla scena, inoltre Capcom ha dichiarato che tutto ciò che è stato mostrato nella demo non farà parte del gioco finale. Il titolo, insomma, sembra ancora perso dietro uno spesso alone di mistero, che speriamo venga dissolto il prima possibile!

 

Altri articoli in News

Call of Duty Cold War, le prime tre missioni della Campagna

Giuseppe Licciardi3 Novembre 2020

Control Ultimate Edition, arriva su Switch la versione Cloud

Giuseppe Licciardi28 Ottobre 2020
need for speed hot pursuit

Need For Speed Hot Pursuit Remastered UFFICIALE, ecco il trailer di annuncio

Giuseppe Licciardi5 Ottobre 2020
call of duty warzone

Call of Duty Warzone, ecco le novità della Season 6

Giuseppe Licciardi29 Settembre 2020

Microsoft acquisisce UFFICIALMENTE ZeniMax/Bethesda

Giuseppe Licciardi21 Settembre 2020

Call of Duty Black Ops Cold War, svelato il multiplayer

Giuseppe Licciardi10 Settembre 2020