News

Resident Evil 7 – Nuovi dettagli su storia e protagonista

News
Alessandro Niro
Nato il 16 luglio 1988, è stato fin da bambino appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e fumetti. Ex redattore/recensore di varie testate giornalistiche e attualmente titolare di una società Informatica, ha deciso di aprire una propria freepress dedicata al mondo nerd. La passione per quello che fa ed ama, non lo ha mai fermato davanti a niente e nessuno.

Nato il 16 luglio 1988, è stato fin da bambino appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e fumetti. Ex redattore/recensore di varie testate giornalistiche e attualmente titolare di una società Informatica, ha deciso di aprire una propria freepress dedicata al mondo nerd. La passione per quello che fa ed ama, non lo ha mai fermato davanti a niente e nessuno.

Tempo di lettura: 2 minuti

Abbiamo già discusso più volte nella nostra area dedicata del nuovo gioco CapcomResident Evil 7, gioco annunciato all’E3 2016. Recentemente la rivista giapponese Famitsu ha intervistato il direttore di gioco Nakanishi Koushi e il produttore Kawada Massao per quanto riguarda il loro lavoro sul nuovo gioco in produzione e, dall’intervista, si apprende che lo sviluppo è iniziato nel febbraio 2014.

Questi anni sono serviti per Capcom per poter costruire il motore grafico proprietario per il gioco, che hanno chiamato RE engine. Kawada ha anche affermato nell’intervista che gli eventi del gioco saranno successivi a quelli di Residenti Evil 6.

Non posso andare in profondità in questo momento, tutto quello che posso dire è che è impostato dopo gli eventi di Resident Evil 6. Tutti noi abbiamo deciso di tornare alle sue origini per progettare una completa esperienza horror anche se abbiamo voluto mostrare la debolezza del personaggio principale. Egli rappresenta una persona normale che viene gettata in questo incubo non sapendo cosa fare o quello che gli aspetta, che è il concetto principale di questo gioco. Una vera esperienza di orrore ha bisogno del senso di disperazione totale e come sto dicendo questo, sto dicendo più di quanto dovrei“.

Possiamo quindi stare tranquilli, il nuovo Resident Evil continuerà sullo stesso filo conduttore del predecessore.

Il game director Koushi ci rassicura sull’esperienza del nuovo titolo:

Il gioco si è evoluto nel corso degli anni, prima con con la variazione dell’angolo di visuale come in Resident Evil 4 e, naturalmente, in Resident Evil 7 e anche il sistema di zapping in Resident Evil 2. Ci piace tenere i giochi fedeli alla storia, ma ci piace anche la sfida di inserire nuove idee negli ultimi giochi della serie. Resident Evil non sarebbe Resident Evil se non ci sfidassimo noi stessi e mettessimo nuove idee interessanti, ma il cuore e l’atmosfera rimarrà fedele alla serie classica di Resident Evil. Abbiamo voluto che il gioco seguisse l’atmosfera dei precedenti vostri titoli preferiti, ponendo ogni passo lento come se qualsiasi cosa potesse essere dietro l’angolo facendovi mantenere i ritmi cardiaci costantemente alti. Non ci sono battaglie nel teaser demo, ma abbiamo creato tutto questo con i fan pensando -Ora questo è il Resident Evil che amo!-“.

Altri articoli in News

Call of Duty Cold War, le prime tre missioni della Campagna

Giuseppe Licciardi3 Novembre 2020

Control Ultimate Edition, arriva su Switch la versione Cloud

Giuseppe Licciardi28 Ottobre 2020
need for speed hot pursuit

Need For Speed Hot Pursuit Remastered UFFICIALE, ecco il trailer di annuncio

Giuseppe Licciardi5 Ottobre 2020
call of duty warzone

Call of Duty Warzone, ecco le novità della Season 6

Giuseppe Licciardi29 Settembre 2020

Microsoft acquisisce UFFICIALMENTE ZeniMax/Bethesda

Giuseppe Licciardi21 Settembre 2020

Call of Duty Black Ops Cold War, svelato il multiplayer

Giuseppe Licciardi10 Settembre 2020