News

Resident Evil 7: gli sviluppatori si aprono un po’

News
Maria Elena Sirio
Sono Maria Elena, una ragazza di diciannove anni, con la passione per il disegno, i videogiochi e il cui primo amore è stato Ash Ketchum. Questa mia passione si è evoluta, crescendo con me e modificandosi, [..]

Sono Maria Elena, una ragazza di diciannove anni, con la passione per il disegno, i videogiochi e il cui primo amore è stato Ash Ketchum. Questa mia passione si è evoluta, crescendo con me e modificandosi, [..]

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo la Demo di Resident Evil 7, che ha letteralmente diviso il pubblico di videogiocatori, la curiosità riguardo a questo nuovo capitolo della saga è aumentata a dismisura.

A soddisfarne una piccola parte è stata un’intervista a due developer del titolo, Masachika Kawata e Koshi Nakanishi, pubblicata oggi sul sito ufficiale Capcom. Al suo interno verrebbero spiegate alcune delle scelte dietro allo sviluppo del titolo. Le loro parole potrebbero essere riassunte identificando i punti più salienti:

  • La demo è servita esclusivamente per dare un’idea dell’atmosfera che regnerà nel gioco, ma non sarà presente al suo interno;
  • In Resident Evil 7 torneranno paura, esplorazione, risoluzione di enigmi e combattimento contro i nemici, ma anche gestione di risorse;
  • L’obbiettivo del titolo è quello di far ritornare le stesse paure provate nel 1996;
  • Gli sviluppatori sono rimasti immediatamente colpiti e soddisfatti dalla visuale in prima persona, che è molto più immersiva e aiuta a creare la sensazione di inquietudine;
  • Il gioco sfrutta un nuovo motore grafico Capcom;
  • La sensazione di terrore e impotenza sarà data anche dal fatto che non interpreteremo un personaggio preparato a fronteggiare ciò che sta succedendo (come nei capitoli precedenti), ma una persona comune, bloccata in una situazione sicuramente lontana dalla normalità;
  • Il nuovo capitolo, anche se dalla demo non si direbbe mai, sarà il seguito dei precedenti. Gli sviluppatori vogliono stimolare i videogiocatori a cercare di capire come i vari titoli siano legati;
  • Per dare al gioco un’atmosfera ancora più particolare, Capcom ha deciso di inserire non solo le VHS (come visto nella demo), ma anche audiocassette;
  • Anche per VR i contenuti del titolo saranno gli stessi e verranno ottimizzati per il dispositivo;
  • L’ambientazione scelta per la demo, una piccola casa fatiscente, serviva per creare nuovamente atmosfera e paura, ma anche perché in un ambiente del genere (non enorme) si sono potuti concentrare molto di più sui dettagli;
  • Nel titolo non saranno presenti Quick Time Event, eventi soprannaturali, occulti o fantasmi;

Venire a conoscenza di questi dettagli porta a sperare che arrivi in fretta il 27 gennaio, quando RE 7 uscirà su Playstation 4, Xbox One e PC.

Altri articoli in News

Call of Duty Cold War, le prime tre missioni della Campagna

Giuseppe Licciardi3 Novembre 2020

Control Ultimate Edition, arriva su Switch la versione Cloud

Giuseppe Licciardi28 Ottobre 2020
need for speed hot pursuit

Need For Speed Hot Pursuit Remastered UFFICIALE, ecco il trailer di annuncio

Giuseppe Licciardi5 Ottobre 2020
call of duty warzone

Call of Duty Warzone, ecco le novità della Season 6

Giuseppe Licciardi29 Settembre 2020

Microsoft acquisisce UFFICIALMENTE ZeniMax/Bethesda

Giuseppe Licciardi21 Settembre 2020

Call of Duty Black Ops Cold War, svelato il multiplayer

Giuseppe Licciardi10 Settembre 2020