News
Alessandro Guida
Conosciuto sul web come WhereEaglesDare, l'energumeno che vi scrive è un amante e cultore dei videogames. Dedito al culto della MasterRace da tempo immemore, si diletta fra RTS, RPG - di quelli buoni - e Rocket League.

Conosciuto sul web come WhereEaglesDare, l'energumeno che vi scrive è un amante e cultore dei videogames. Dedito al culto della MasterRace da tempo immemore, si diletta fra RTS, RPG - di quelli buoni - e Rocket League.

Tempo di lettura: 2 minuti

Come annunciato da Ubisoft durante il Six Invitational, i prossimi mesi saranno molto importanti per Rainbow Six Siege.

In seguito a numerosi aggiornamenti, Rainbow Six Siege ha visto aumentare considerevolmente la sua base d’utenza nell’ultimo periodo. I problemi che avevano afflitto il gioco al momento del lancio sono stati risolti in gran parte, portando alla rivalutazione del titolo e riscuotendo grande successo.

Proprio per questo, gli studi di Ubisoft Montreal hanno deciso di imporre uno stop allo sviluppo di nuovi contenuti, concentrando tutti gli sforzi per migliorare il core del gioco. L’Operazione Salute, così denominata, si prefiggerà come obiettivo la sistemazione di tutte le problematiche chiave di Rainbow Six Siege.

Operation Health

Dal video pubblicato, veniamo a conoscenza dei tre pilastri fondamentali sui quali si baserà l’intervento di Ubisoft:

  • Miglioramenti Tecnologici: verranno introdotti cambiamenti significanti per quanto riguarda il matchmaking. Il sistema p2p verrà accantonato in favore dei tanto richiesti server dedicati, garantendo un’esperienza di gioco nettamente migliore per tutti i giocatori.
  • Nuovo Processo di Implementazione: questo nuovo sistema semplificherà l’introduzione di nuove tecnologie all’interno del titolo, garantendo più stabilità nella transizione fra differenti versione del gioco. Inoltre sarà introdotta la possibilità di rollback in caso di malfunzionamento dovuto ad un eventuale update.
  • Bugfixing: in questa fase finale, lo sforzo sarà rivolto verso la segnalazione dei problemi fatti notare dalla community. Stiamo parlando di tutta quella serie di glitch, bug ed exploit che da tempo minano l’esperienza di gioco.

L’imminente Operation Health, avrà una durata prefissata di tre mesi, facendo slittare il rilascio di nuovi contenuti promessi con l’annunciata Operazione Hong Kong. La Stagione 2 quindi non vedrà l’introduzione di nuove mappe ed operatori, i quali vedranno la luce soltanto con l’inizio della Stagione 3, beneficiando però dei sostanziali miglioramenti previsti con l’Operazione Salute.

Ricordiamo che Rainbow Six Siege è disponibile per PC, Playstation 4 e Xbox One.

Altri articoli in News

PES 2020, Konami annuncia l’evento Uefa Euro 2020

Giuseppe Licciardi7 Luglio 2020

Playstation Plus, i nuovi titoli gratuiti di Luglio sono 3

Giuseppe Licciardi29 Giugno 2020

Star Wars Squadrons, annunciato il nuovo titolo con trailer di lancio

Giuseppe Licciardi15 Giugno 2020

Destiny 2, in arrivo la nuova espansione “Oltre la Luce”

Giuseppe Licciardi9 Giugno 2020

Bioshock The Collection (NSW) Recensione, capolavori portatili

Andy Bercaru4 Giugno 2020
dynasty warriors

Dynasty Warriors 9, il titolo si aggiunge alla linea Playstation Hits

Giuseppe Licciardi3 Giugno 2020