Quantum Break – l’esclusiva Microsoft di Remedy potrebbe avere un sequel

News
Avatar

Tempo di lettura: 2 minuti

Sembrerebbe che Remedy Enterteinment sia a lavoro sul sequel di Quantum Break, titolo che (nel periodo del suo rilascio) generò diversi pareri contrastanti dalla critica sulla sua effettiva validità.

A rivelarci l’informazione è H.R. Nikoofar: può essere quindi considerato un rumor abbastanza affidabile data la provenienza. Nikoofar è infatti un nome molto conosciuto nel settore, dato che in molti dei suoi podcast possiamo trovare come ospiti diversi game developer.

I PROSSIMI TITOLI DI REMEDY

Oltre all’ipotetico sviluppo di Quantum Break 2, Remedy sarebbe a lavoro su ‘vari’ progetti. Uno dei futuri titoli della casa di sviluppo americana dovrebbe essere Project 7 (nome in codice “P7”): un multipiattaforma pubblicato da 505 Games.

Il gioco citato dovrebbe essere un action-adventure in terza persona e sarà reso probabilmente disponibile nel corso del 2019. Se le informazioni fossero corrette, Remedy si starebbe quindi occupando dello sviluppo di due titoli, uno dei quali, la nuova esclusiva Microsoft.

E voi cosa vorreste? L’idea di un nuovo Quantum Break potrebbe essere vincente per Remedy e Microsoft? O avreste preferito rivedere una vecchia conoscenza da Xbox 360 come Alan Wake?

In ogni caso aspettiamoci nuove informazioni direttamente dalla casa di sviluppo americana nei prossimi mesi.

FonteGamepur

Altri articoli in News

ps5

PS5, Sony decide di posticipare l’evento dedicato ai giochi

Giuseppe Licciardi1 Giugno 2020

PS5, annunciato nuovo evento dedicato ai giochi

Giuseppe Licciardi29 Maggio 2020

Far Cry 5, gioca gratuitamente al titolo per tutto il fine settimana

Giuseppe Licciardi29 Maggio 2020
arkane studios

Arkane Studios, scarica gratuitamente Arx Fatalis per festeggiare i 20 anni di attività

Giuseppe Licciardi29 Maggio 2020

Playstation Plus, Call of Duty WWII è uno dei prossimi titoli gratuiti

Giuseppe Licciardi25 Maggio 2020
ghost of tsushima

Ghost of Tsushima, il fantasma si mostra in 18 minuti di gameplay

Giuseppe Licciardi14 Maggio 2020