Speciali
Lucia Montalbano
Nata nel Novembre del '94, studentessa all'università di Torino. Cresciuta sin da piccola tra libri, videogames e la passione per il disegno. Ammira profondamente i messaggi e lo stile di disegno di Hayao Miyazaki. Mente aperta verso tutti i generi di videogioco, ma ha la passione verso il genere fantasy e la modalità strategica. Nel 2007 inizia a girare le fiere del fumetto italiane tra cui lucca comics, dove le si apre il mondo tra autori e news riguardanti quel mondo.

Nata nel Novembre del '94, studentessa all'università di Torino. Cresciuta sin da piccola tra libri, videogames e la passione per il disegno. Ammira profondamente i messaggi e lo stile di disegno di Hayao Miyazaki. Mente aperta verso tutti i generi di videogioco, ma ha la passione verso il genere fantasy e la modalità strategica. Nel 2007 inizia a girare le fiere del fumetto italiane tra cui lucca comics, dove le si apre il mondo tra autori e news riguardanti quel mondo.

Tempo di lettura: 2 minuti

Las Teresitas, una delle più grandi spiagge dell’isola canaria di Tenerife, ha ospitato il 6 Agosto dei grandi artisti del bodypainting, che hanno impressionato tutti i bagnanti con il loro flashmob di Pokémon Go.

I volontari del gruppo Tenerife Body Art Session e la Comparsa Rio Orinoco si sono divisi tra Pokémon e Allenatori muniti di “PikaPhone” (telefono pika) e pokeball; la spiaggia si è così trasformata in una possibile Alola (la nuova regione presente in Pokémon Sole e Luna), i Pokémon sono stati letteralmente inseguiti dai bambini che, lanciando loro le sfere, provavano a catturarli; gli adulti sono stati sia vittima di agguati da parte dei Pokémon selvatici, sia allenatori pronti a catturarli e fare selfie con loro.

L’evento organizzato da Tenerife Body Art Session e la Comparsa Rio Orinoco, rappresentati dagli organizzatori Maike Karrer e Daniel Baute, hanno usufruito dell’evento per promuovere e far conoscere il trucco artistico e il bodypainting nelle Canarie.

I Pokémon coinvolti nel progetto sono stati scelti a seconda della possibilità di adattarli ai corpi dei volontari. Karrer ha specificato che i colori applicati per i personaggi sono tutti trucchi cosmetici, di cui ogni boccetta costa tra i sette e i dieci euro. Per coprire la loro attività questi artisti hanno creato un calendario, atto sia a lasciare un ricordo ai partecipanti, sia a coprire i fondi del loro progetto.

In un’intervista, rilasciata al giornale “La Opiniòn de Tenerife”, Maike Karrer ha spiegato, che nonostante il bodypainting sia famoso e praticato da artisti in tutto il mondo, in Spagna questa disciplina ha bisogno di promozione poiché ancora poco conosciuta.

Sarà inoltre prevista un’altra attività promozionale il 28 Agosto nella località La Caleta; lì eseguiranno ciò che è conosciuto come trucco multi-corpo: dieci modelli faranno da tela a sette truccatori professionisti che ricreeranno sui loro corpi uno dei dipinti di Gustav Klimt.

Altri articoli in Speciali

L’esplosione del fenomeno del live streaming

Redazione18 Gennaio 2021

5 giochi che hanno reso più divertente il 2020

Redazione12 Gennaio 2021

Gioco dunque sono. Passione, inchiostro ed evoluzione dei videogame

Camilla Colombo12 Agosto 2020
the last of us

The Last of Us Parte 2, la paura delle cose non dette | Dedica

Giuseppe Licciardi1 Luglio 2020

Arkane Studios, 20 anni tra esperienze ludiche e mondi da esplorare

Giuseppe Licciardi1 Giugno 2020

The Last of Us è davvero un capolavoro videoludico?

Andy Bercaru11 Maggio 2020