Playstation: apertura di un nuovo studio di sviluppo in Malesia

News
Giuseppe Licciardi
Nato con un pad nella mano sinistra e un mouse nella destra. Ancora non si conosce la sua vera provenienza, molti pensano faccia parte di un' antica razza aliena che mira a divulgare il videogioco come arte. Per ora si sa solo che studia per diventare Ingegnere Informatico, ma forse è solo una scusa per mimetizzarsi tra gli essere umani.
@https://twitter.com/Sn0WzX

Nato con un pad nella mano sinistra e un mouse nella destra. Ancora non si conosce la sua vera provenienza, molti pensano faccia parte di un' antica razza aliena che mira a divulgare il videogioco come arte. Per ora si sa solo che studia per diventare Ingegnere Informatico, ma forse è solo una scusa per mimetizzarsi tra gli essere umani.

Tempo di lettura: 2 minuti

Le notizie si facevano sempre più insistenti, ma sembra che i piani di Playstation siano più chiari di sempre. A breve ci sarà l’apertura di un nuovo studio first-party in Malesia. Già con gli oltre 15 studi first-party, Playstation sembra voler aumentare la sua forza lavoro. I dati vengono da un recente report di Gameindustry. L’idea principale è quella di creare nuovi posti di lavoro e di creare principalmente nuove opportunità nell’ambito videoludico in quel territorio. Lo dice, lo stesso Gobind Singh Deo, Ministro delle Comunicazioni Malesiano. “Insieme, lavoreremo per tirar su nuovi talenti, e creare anche nuove partnership con i sistemi di educazione del nostro territorio”.

Leggi anche:  Hideo Kojima, storia e lavoro di un poliedrico visionario

Sembra infatti che questa collaborazione tra Playstation e la Malesia, vada oltre il mero profitto monetario, e va di pari passo con la nuova strategia di Sony, di rendere il videogioco alla portata di tutti. basti pensare alle ultime dichiarazione di Jim Ryan, sull’infrastruttura di PS5, e di come sarà semplice sviluppare per la nuova ammiraglia Sony. Sulla questione Malesiana è intervenuto anche il Ministro dell’Industria Malesiano Datuk Darrel Leiking, che ha commentato “La Malesia ha le carte in regole per diventare un grande hub, per l’industria del videogioco”. Come non dargli torto, con un territorio cosi vasto e con la centralità delle aziende informatiche, potrebbe davvero essere un punto di “ritrovo” dell’industria nel prossimo futuro.

Leggi anche:  Call of Duty: Modern Warfare Recensione, il ritorno del re?

A questo punto Sony, potrebbe averci visto lungo, e creare uno studio First Party proprio in questo momento, potrebbe essere davvero la mossa adatta da fare. Con tanti cambiamenti che stanno avvenendo in questo periodo anche a livello di cariche aziendali, Sony si sta preparando alla prossima generazione. Noi pensiamo di essere già pronti, e chissà allora, cosa ci riserverà il futuro prossimo. Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto!

NerdPlanet consiglia...
Se volete acquistare Death Stranding ora, potete farlo cliccando qui

Altri articoli in News

Oculus Quest: questa settimana arriva l’hand tracking completo!

Giuseppe Licciardi10 Dicembre 2019

Paper Beast: il nuovo titolo di Eric Chahi si mostra allo State of Play!

Giuseppe Licciardi10 Dicembre 2019

Predator Hunting Grounds, svelata la data d’uscita durante lo State of Play

Fabrizio Giardina10 Dicembre 2019

Qubic Games: si prepara a regalare 10 titoli per Nintendo Switch!

Giuseppe Licciardi10 Dicembre 2019

Babylon’s Fall, diffuso il primo trailer gameplay durante lo State of Play

Fabrizio Giardina10 Dicembre 2019

Dreams, rivelata la data d’uscita ufficiale durante lo State of Play

Fabrizio Giardina10 Dicembre 2019