My Hero One’s Justice 2 Recensione, si ritorna a scuola?

Recensioni
Andy Bercaru
Appassionato del mondo videoludico e della tecnologia già da quando era un bimbo in Beta Testing. Ama i giochi quasi quanto il Wrestling ed il Metalcore!

Appassionato del mondo videoludico e della tecnologia già da quando era un bimbo in Beta Testing. Ama i giochi quasi quanto il Wrestling ed il Metalcore!

Tempo di lettura: 6 minuti

Risulta sicuramente difficile associare più rami artistici nella speranza di dare vita ad un prodotto unico. Come vi abbiamo già fatto notare in passato spesso e volentieri “combinare più elementi” può risultare davvero disastroso. Il mondo videoludico è sicuramente il ramo con più “tasso di rischio” quando si va a parlare di opere ibride o ispirate ad altri rami artistici. Quando andiamo a parlare di Tie-in specifici, spesso e volentieri si preannuncia un disastro (qualsiasi fosse l’andamento). Sono davvero rari i casi in quale opere videoludiche ispirate ai media esterni sono riuscite a dare i dovuti frutti. L’unico ramo che in qualche modo sembra andare a braccetto con quello del videogaming è quello degli anime. Quindi My Hero One’s Justice 2 dovrebbe (almeno sulla carta) risultare un prodotto più che valido vero?

Leggi anche:  7th Sector Recensione, linguaggio uomo-macchina

La risposta a questa domanda è decisamente più complicata del dovuto. Partiamo con ordine e cerchiamo di ricordarci del primo capitolo della serie, approdato su console (e PC) qualche anno fa. Il primo capitolo di My Hero One’s Justice ha sicuramente saputo toccare i punti forti di ogni opera “tie-in”. Il prodotto realizzato da Bandai Namco si è dimostrato senz’ombra di dubbio qualitativamente alto e valido di essere acquistato. L’opera in questione ci proponeva un buon fighter 3D che prendeva a mani aperte da opere già conosciute come la serie Storm dedicata a Naruto.

Tuttavia il primo titolo osava decisamente poco in manteria di gameplay, risultando valido ma per niente innovativo. Con l’annuncio del secondo My Hero One’s Justice, tantissimi fan si aspettavano un’opera in grado non solo di raccontare a dovere le vicende del Manga, ma anche di offrire un gameplay divertente e limato in ogni sua parte. Saranno quindi riusciti i ragazzi di Byking ad offrire al pubblico il prodotto tanto aspettato con questo sequel, o My Hero One’s Justice 2 non è nient’altro che l’ennesimo buco nell’acqua? Andiamolo a scoprire nella nostra recensione!

Ci rivediamo a settembre?

Se siete fan di My Hero Academia e avete seguito interamente l’andamento della serie, allora la modalità storia di questo My Hero One’s Justice 2 non vi risulterà in alcun modo “nuova”. Il titolo Byking seguirà le vicende viste durante la terza stagione del Shonen, riprendendo le avventure di Midorya ed i suoi amici/nemici. Tuttavia la trama principale non si svolgerà in maniera totalmente lineare. Di tanto in tanto il gioco vi darà l’opportunità di sperimentare delle sequenze “alternative” che andranno a combaciare con la storia originale. Sicuramente non un’aggiunta chissà quanto particolare ma che darà modo anche ai fan della serie (conoscitore della storia) di trovare un motivo valido per affrontare la modalità Storia.

Leggi anche:  Dreams Recensione, l'immaginazione non ha limiti

Non ci va di valutare in maniera oggettiva la trama di My Hero One’s Justice 2 per il semplice fatto che essa segue in maniera molto fedele l’anime. Quindi se conoscete My Hero Academia, conoscete già anche la qualità generale del racconto offerto. Se invece siete proprio all’oscuro su quello che riguarda la storia dell’opera, vi basta sapere che essa sembra una versione serie di One Punch Man (anche se di base si parla di due opere molto diverse). Tuttavia andiamo a precisare che se non avete mai visto le prime puntate della serie, My Hero One’s Justice 2 potrebbe non risultare una buona partenza (essendo che il gioco va a prendere avvenimenti tratti dalla terza stagione in poi).

My Hero One’s Justice Ultimate Ninja Storm?

Andiamo adesso a focalizzarci sugli aspetti più importanti di un opera videoludica, ovvero il suo gameplay. Come vi avevamo precisato poco sopra, My Hero One’s Justice 2 segue il principio di altri fighter 3D. Il gioco Byking utilizza un fighting system molto semplice da utilizzare. Avremmo 3 pulsanti dedicati agli attacchi base, dove basterà premere essi in sequenza per eseguire le combo. Inoltre, ogni singolo eroe disponibile nel roster sfoggerà un set di mosse uniche (con tanto di mossa finale caratteristica). Proprio la semplicità di questo sistema di gioco/controllo renderà l’opera apprezzabile anche dalla fetta di pubblico non proprio ferrata nel genere picchiaduro. Tuttavia questa estrema semplicità del gameplay renderà a lungo le partite molto monotone e meno tecniche del previsto. Molti scontri andranno a puntare sul fattore “velocità di reazione” dove le mosse andranno a segno solamente se siete rapidi a premere certi comandi (cosa che sicuramente farà storcere il naso a moltissimi giocatori).

Anche se il gameplay (semplice) rende il gioco molto godibile, tuttavia l’offerta proposta dal prodotto finale non ci è sembrata così attraente. Di base, My Hero One’s Justice 2 ci è sembrato più un enorme DLC piuttosto che un prodotto stand alone. Le modalità aggiunte sono di base insignificanti rispetto al primo capitolo. La modalità storia risulta estremamente corta (circa 4 ore di gioco), le modalità alternative si dimostreranno dopo poco tempo molto ripetitive e di base il gioco non sembra riuscire a coprire tutti i buchi lasciati dal primo capitolo. Persino i fan della serie rischiano di annoiarsi prima del previsto con My Hero One’s Justice 2. Inoltre, con la versione del primo gioco ormai scontata, ci viene veramente difficile raccomandare questo secondo capitolo della serie.

Tecnicamente parlando

Sotto il punto di vista tecnico My Hero One’s Justice 2 non riesce sicuramente a brillare, ma nemmeno a fare acqua dappertutto. Su Xbox One X il gioco è riuscito a mantenere una framerate abbastanza stabile sui 60 FPS, mentre la risoluzione è rimasta inchiodata su 1080p. A livello grafico il gioco non ha dimostrato particolari problematiche, risultando molto pulito ed apprezzabile. Di base, il gioco non si distacca dagli standard proposti “dai suoi cugini”, rimanendo valido e godibile sotto il punto di vista tecnico, pur non  dimostrandosi rivoluzionario.

Leggi anche:  Street Fighter 5 Champion Edition Recensione, è tornato il re?

Il comparto audio ci è sembrato di buon livello, con una serie di melodie tipiche della serie (anche se a tratti molto ripetitive) ed un voice-over fatto a dovere. I personaggi (almeno gran parte di essi) sfrutteranno le voci dei doppiatori giapponesi, riuscendo a ricreare il “feel” della serie animata. Sicuramente questa caratteristica riuscirà a far apprezzare il titolo a molte più persone!

Per quanto riguarda il sistema di controllo, i vari comandi ci sono sembrati immediati e responsivi. Non abbiamo riscontrato problemi di imput lag, cosa che per un picchiaduro risulta un’ottima cosa. Vogliamo però menzionare due problematiche del gioco che, in più delle volte ci sono sembrate fastidiose. La prima riguarda la telecamera di gioco che, ti tanto in tanto tende ad impazzire senza motivo logico (rendendo gli scontri molto difficili da seguire). La secondo invece ha a che fare con l’I.A. nemica che purtroppo non sembra avere un andamento logico. Durante gli scontri l’I.A. tenderà ad impazzire diventando estremamente stupida (correndo in cerchio come una gallina senza testa). Altre volte invece l’intelligenza artificiale vi darà troppo filo da torcere, rispondendovi ad ogni singola mossa senza possibilità di colpire. Insomma, questa “curva di apprendimento” molto strana ci ha fatto grattare la testa più di una volta (tirando giù anche qualche santo).

In conclusione

Leggi anche:  The Suicide of Rachel Foster Recensione, il sussurro del Thriller

Purtroppo My Hero One’s Justice 2 si è rivelato il classico prodotto pigro non in grado di soddisfare a pieno il compito richiesto. Il prodotto Byking soffre di troppe pecche per poter essere raccomandato anche ai fan sfegatati. Per quanto il sistema di combattimento possa risultare divertente, sulla carta esso si dimostra poco affidabile (e godibile) dopo pochissime ore!

Anche la (quasi) totale mancanza di novità e l’estrema ripetitività del gioco ci spingono a non consigliare l’acquisto. In giro ci sono prodotti attualmente molto più validi di My Hero’s One Justice 2. Se siete fan della serie e volete a tutti costi giocare un tie-in di My Hero Academia, allora vi consigliamo di aspettare qualche drastico calo di prezzo o addirittura puntare sul primo capitolo.

NerdPlanet consiglia...
Se siete interessati ad acquistare My Hero One’s Justice 2, cliccate qui!

My Hero One's Justice 2

69.99€
6

Gameplay

6.0/10

Grafica

6.5/10

Trama

5.5/10

Longevità

5.0/10

Sonoro

7.0/10

Pros

  • Un buon tie-in della serie animata
  • Il fighting system risulta semplice da apprendere...

Cons

  • Estremamente corto
  • ...forse anche troppo
  • Sembra più un DLC che un gioco stand alone
  • Molto ripetitivo

Altri articoli in Recensioni

hyperparasite

HyperParasite Recensione, un parassita che non arriva al punto

Giuseppe Licciardi2 Aprile 2020

Moons of Madness Recensione (Playstation 4), Lovecraft su Marte

Camilla Colombo1 Aprile 2020

DOOM Eternal Recensione, hail to the king baby!

Andy Bercaru31 Marzo 2020

Dandara: Trials of Fear Recensione, l’eroina brasiliana della libertà

Camilla Colombo26 Marzo 2020
nioh 2

Nioh 2 Recensione, un viaggio hardcore nel Giappone feudale

Andy Bercaru23 Marzo 2020

Ori and the Will of the Wisps Recensione, uno sviluppo trionfale

Camilla Colombo18 Marzo 2020