News
Avatar
Avido consumatore di strategici, sparatutto, action RPG e JRPG. Non disdegna bocconi di altri generi ma non sopporta molto gli open world ed è incapace nei giochi di guida. Giochi preferiti: Persona 5 e Bloodborne.

Avido consumatore di strategici, sparatutto, action RPG e JRPG. Non disdegna bocconi di altri generi ma non sopporta molto gli open world ed è incapace nei giochi di guida. Giochi preferiti: Persona 5 e Bloodborne.

Tempo di lettura: 3 minuti

Dopo il trailer mostrato durante la conferenza Microsoft, Bethesda ha deciso di chiarire la natura del nuovo capitolo della serie Fallout. Il gioco sarà ambientato nel 2076 e sarà un prequel rispetto a Fallout 4. I giocatori usciranno dal Vault 76 e si addentreranno nella lande inesplorate del West Virginia dove dovranno rimettere insieme ciò che è rimasto della società americana uccidendo come al solito gli abomini creati dalle radiazioni.

Torna la modalità di costruzione già vista in Fallout 4 con la possibilità di costruire praticamente ovunque ed in qualsiasi momento per creare un piccolo villaggio in cui vivere insieme a vari NPC. Gli attacchi della fauna selvaggia postatomica però sono dietro l’angolo e bisognerà sempre stare sull’attenti.

La novità maggiore rispetto ai capitoli precedenti è sicuramente la forte componente online del titolo. I giocatori infatti se online saranno sempre inseriti in un server con altre decine di utenti, anche se è stato specificato che saranno sotto il centinaio. Fallout 76 però sarà anche giocabile interamente in single player quindi non sarà una componente necessaria per potersi godere la nuova fatica Bethesda.

I giocatori potranno inoltre formare squadre da 4 giocatori per girovagare insieme per il mondo di gioco. Sarà anche presente una componente PvP anche se è stato assicurato che la progressione non verrà intaccata nè dalla morte nè dal cambiamento di server. Sulla mappa inoltre sono state sparse delle testate nucleari che i giocatori potranno lanciare tramite missili su aree della mappa. Per lanciarle serviranno dei codici che bisognerà recuperare da cadaveri di giocatori, nemici ed NPC. Dopo aver lanciato la bomba, la zona radioattiva che si verrà a creare sarà ricettacolo sia di nemici più forti che di prezioso loot raro.

Riguardo alla mappa invece è stata assicurata la presenza di ben 16 aree diverse con una vastità complessiva quattro volte maggiore rispetto a Fallout 4. I mostri invece sembrano molto diversi rispetto a quelli del precedente capitolo con new entry come una versione gigante di un bradipo o una caratteristica rana del West Virginia ma mutata in una versione ben più pericolosa.

Per quanto riguarda la componente narrativa invece non si sa molto a parte l’ambientazione e la premessa di base. Vedremo in futuro se la decisione di inserire una grande prominenza online non abbia intaccato la presenza della narrativa nel nuovo capitolo di Fallout. E di certo non dovremo attendere molto per scoprirlo.

Fallout 76 uscirà il 14 novembre 2018 su PS4, PC e Xbox One e uscirà in versione standard e in versione Power Armor Edition. In questa seconda versione sarà presente un casco indossabile con luce e modificatore vocale, una mappa che si illumina al buio del West Virginia di Fallout 76 e un set di figure dei mostri iconici del nuovo capitolo.  È prevista una Beta del gioco ma non è stato reso noto quando inizerà. 

Altri articoli in News

Call of Duty Cold War, le prime tre missioni della Campagna

Giuseppe Licciardi3 Novembre 2020

Control Ultimate Edition, arriva su Switch la versione Cloud

Giuseppe Licciardi28 Ottobre 2020
need for speed hot pursuit

Need For Speed Hot Pursuit Remastered UFFICIALE, ecco il trailer di annuncio

Giuseppe Licciardi5 Ottobre 2020
call of duty warzone

Call of Duty Warzone, ecco le novità della Season 6

Giuseppe Licciardi29 Settembre 2020

Microsoft acquisisce UFFICIALMENTE ZeniMax/Bethesda

Giuseppe Licciardi21 Settembre 2020

Call of Duty Black Ops Cold War, svelato il multiplayer

Giuseppe Licciardi10 Settembre 2020