Microsoft Flight Simulator Recensione, la next gen è già qui

Recensioni
Giuseppe Licciardi
Nato con un pad nella mano sinistra e un mouse nella destra. Ancora non si conosce la sua vera provenienza, molti pensano faccia parte di un' antica razza aliena che mira a divulgare il videogioco come arte. Per ora si sa solo che studia per diventare Ingegnere Informatico, ma forse è solo una scusa per mimetizzarsi tra gli essere umani.
@https://twitter.com/Sn0WzX

Nato con un pad nella mano sinistra e un mouse nella destra. Ancora non si conosce la sua vera provenienza, molti pensano faccia parte di un' antica razza aliena che mira a divulgare il videogioco come arte. Per ora si sa solo che studia per diventare Ingegnere Informatico, ma forse è solo una scusa per mimetizzarsi tra gli essere umani.

Tempo di lettura: 5 minuti

Ormai è da mesi che non si parla di altro, Novembre sta arrivando e con esso arriveranno anche le console di prossima generazione, eppure sembra che la next gen sia già arrivata è più in forma che mai. I giocatori PC da sempre, possono far affidamento su titoli che non hanno bisogno di “generazioni” per poter fare passi di qualità. Basta cambiare qualche componente interno e si è pronti ad aumentare la resa grafica di qualsiasi titolo. Con gli anni si è sempre cercato il fotorealismo, il dettaglio in ogni singolo pixel e in alcuni titoli anche la voglia di rappresentare al meglio il mondo che ci circonda con sempre più fedeltà. In pochi ci sono però riusciti, se fino a pochi anni fa c’era bisogno di sfoggiare Crysis per capire se il proprio pc era potente, da domani avremo sicuramente un altro titolo su cui puntare, ovvero il nuovo Microsoft Flight Simulator. 

Asobo Studio si è davvero superato questa volta e da domani lancerà sul mercato quello che ci sentiamo di soprannominare il vero primo passo nella next gen. Il lavoro svolto dallo studio interno di Microsoft lascia a bocca aperta ad ogni singolo frame. Nel corso di questi ultimi mesi sono stati tanti i video che ci hanno permesso di saggiare la bontà del lavoro e di quanto amore per i dettagli ci fosse nell’ultimo simulatore di volo di Microsoft.

NON CHIAMATELO GIOCO

Microsoft Flight Simulator non è sicuramente un titolo adatto a tutti, anche se questo nuovo capitolo ha fatto tanto parlare di se, riuscendo ad arrivare ad un pubblico sempre più ampio fatto anche di casual gamer che non hanno mai approcciato prima d’ora un simulatore di volo. Il titolo di Microsoft non è infatti un vero videogioco ma è un vero e proprio simulatore di volo, capace di farci immergere a 360 gradi nel mondo dei piloti di aerei. Vivere a pieno questa esperienza non sarà semplice, le risorse richieste dal titolo sono davvero alte a partire dallo spazio su disco richiesto.

Leggi anche:  DOOM Eternal Recensione, hail to the king baby!

Per l’edizione standard sono infatti necessari quasi 100gb di spazio su disco. Inutile dire che se invece vorremmo avere accesso ad una quantità di aerei e aereoporti maggiore, dovremmo andare verso i 200gb. Cifre da capogiro ma che sicuramente vengono poi convertite in un dettaglio ed una qualità fuori dal normale che lasciano attoniti ogni volta che gireremo lo sguardo verso il finestrino. 

La possibilità di avere tutta questa fedeltà è stata data dall’uso delle mappe di Bing e da una IA che ha permesso di ricostruire la maggior parte delle città più importanti al mondo senza problemi, vicine alla realtà anche nella distanza tra un monumento ed un altro. Per non parlare invece dei rilievi montuosi che hanno una quantità di dettaglio e di fogliame fuori scala e lasciatecelo dire “senza senso”. È anche pur vero che questo genere di titolo non è alla portata di tutti, non solo per il livello tecnico ma soprattutto per il tipo di simulazione a cui andiamo incontro.

SI, VIAGGIARE!

A chi non piacerebbe fare New York- Los Angeles con un Boeing 747 capace di portare centinaia di persone da una parte all’altra dell’America, fate però attenzione ai rovesci e alle trombe d’aria perché pilotarlo in quei frangenti non sarà affatto semplice. Se invece vogliamo, potremo fare un volo in solitaria tra le steppe o sul deserto lasciandoci catturare dagli stupendi scorci che il titolo ci regalerà. Durante il nostro viaggio sarà inoltre possibile cambiare in tempo reale le condizioni meteorologiche, passando quindi da un cielo sereno alla neve in un battito d’occhio, tutto renderizzato in tempo reale e che cambierà entro pochi secondi anche il terreno sotto le nostre ali. Le modalità messe a disposizione sono principalmente due. Potremo fare un viaggio organizzato scegliendo aeroporto di partenza e di destinazione. Oppure potremo mettere alla prova le nostre abilità da pilota all’interno delle sfide giornaliere che ci verranno proposta dal tema di sviluppo e che metteranno a dura prova la nostra cloche e i nostri sensi da pilota.

Leggi anche:  Ghost of Tsushima Recensione, l'ultimo samurai di PS4

Un piccolo consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di affrontare ogni tutorial presente all’interno del gioco, le modalità di volo e la quantità di simulazione è altissima e ogni manopola, ogni display saranno fondamentali per non perdere il controllo del nostro aereo mobile. Ogni veivolo sarà infatti diverso dall’altro e avrà delle caratteristiche diverse che lo porteranno ad avere una diversa manovrabilità sopratutto quando ci sarà vento.

MAYDAY! MAYDAY! 

Microsoft Flight Simulator non è sicuramente di facile approccio per qualsiasi tipo di videogiocatore, anzi i simulatori di volo sono sicuramente un prodotto dedicato ad una specifica nicchia di giocatori a cui piace mettersi comodi e fare viaggi lunghi in compagnia del loro veivolo e del sole che si infragne sulle ali creando un arcobaleno di colori che lascia stupiti ogni volta. È invece semplice però l’approccio che si può avere con il titolo se si è alle prime armi.

Leggi anche:  Destroy All Humans! Recensione, Crypto torna a far danni

Sarà infatti possibile scegliere tra diverse modalità che metteranno più o meno a dura prova le nostre abilità, in una modalità simulativa facile ci verranno infatti abilitati più strumenti di volo automatici in grado di assisterci durante la partenza e durante l’atterraggio. Se invece cercate un modo per immergervi al 100 %  nella cabina di pilotaggio, impostare il livello di simulazione a estremo è la prima cosa da fare, e a quel punto sarete voi ad avere il completo controllo del vostro aereo e ogni singolo spostamento dipenderà da voi e dalle vostre abilità. 

In definitiva Microsoft Flight Simulator è l’inizio della “next-gen”, ci ha lasciato stupefatti dalla quantità di dettaglio grafico e da come riesce ad essere un grandioso passo avanti rispetto al capitolo precedente. Un titolo in grado di prendere per mano i giocatori novelli e di dare filo da torcere anche ai piloti più esperti. Noi siamo rimasti davvero soddisfatti dell’approccio e non vediamo l’ora che anche la community possa saggiarne le peculiarità.

Vi ricordiamo che Microsoft Flight Simulator sarà disponibile da Domani e fin da subito sul GamePass per Pc. Uscirà inoltre anche su Series X più avanti.

Microsoft Flight Simulator

69.99€
9.5

Gameplay

9.0/10

Simulazione

9.5/10

Grafica

10.0/10

Level design

10.0/10

Sonoro

9.0/10

Pros

  • Grafica Realistica
  • Simulazione perfetta
  • Fedeltà nella riproduzione del mondo

Cons

  • Assets molto pesanti
  • Requisiti da soddisfare molto alti
  • Curva di apprendimento alta

Altri articoli in Recensioni

Override 2 Super Mech League Recensione, robot e dintorni

Giuseppe Licciardi26 Dicembre 2020

Per Aspera Recensione, Marte: il nostro terreno di gioco

Camilla Colombo24 Dicembre 2020

Chronos: Before the Ashes Recensione, viaggio tra mondi

Camilla Colombo9 Dicembre 2020
destiny 2

Destiny 2 – Oltre la Luce Recensione, tra le gelide tempeste di Europa

Giuseppe Licciardi1 Dicembre 2020

Call of Duty Cold War Recensione, la guerra fredda in prima persona

Giuseppe Licciardi20 Novembre 2020

Chicken Police: Paint it Red! Recensione, noir tra cinema del ’40 e visual novel

Camilla Colombo18 Novembre 2020