La Mona Lisa è stata ricreata grazie agli sprite di Super Mario Maker 2

News
Andy Bercaru
Appassionato del mondo videoludico e della tecnologia già da quando era un bimbo in Beta Testing. Ama i giochi quasi quanto il Wrestling ed il Metalcore!

Appassionato del mondo videoludico e della tecnologia già da quando era un bimbo in Beta Testing. Ama i giochi quasi quanto il Wrestling ed il Metalcore!

Tempo di lettura: 2 minuti

Spesso e volentieri il mondo videoludico sa sorprenderci in maniera più che positiva, dimostrandoci che la creatività di certi giocatori risulta a dir poco fenomenale. Svariate volte siamo stati testimoni di player che, per noia o semplicemente per passione, sembrano aver sfruttato certe meccaniche di gioco per creare vere e proprie opere d’arte. Tra tutti i giochi che darebbero la possibilità di espandere la propria libertà creativa, Minecraft sarebbe sicuramente un grossissimo punto di riferimento per quest’industria.

Tuttavia, con l’andare avanti ed il progresso ludico, anche altri giochi sembrano aver sfruttato questa caratteristica distintiva di Minecraft, ovvero quella di dare la possibilità ai giocatori più creativi di dar vita ad certe opere d’arte. Uno degli esempi più recenti che ci verrebbe in mente, si nasconderebbe dietro il recente titolo per Nintendo Switch, ovvero Super Mario Maker 2. Proprio grazie alla sua peculiarità di mettere ogni singolo sprite del gioco in mano ai giocatori, questo titolo lascerebbe libero sfogo all’immaginazione.

Ecco che un certo utente avrebbe deciso di sfruttare questa “meccanica” e ricreare una vera opera d’arte, ovvero la Gioconda di Leonardo Da Vinci. Grazie ad un programma personalizzato chiamato Python 3, un utente Reddit avrebbe usato vari sprite di Super Mario Maker 2, per ricreare alla perfezione l’opera. Stando al creatore però, per adesso non sarebbe ancora tutto completato e questa particolare versione di Mona Lisa, richiederebbe ancora qualche ritocco. Inoltre, quando il tutto sarà pronto, l’utente in questione metterà sia l’immagine completa sia il codice da usare in Python 3 per ricreare da zero l’opera.

Insomma, un impegno colossale ma che ancora una volta dimostra la passione e la bravura di certe persone attratte dal mondo ludico. Fateci sapere cosa ne pensate voi di questa ricreazione, come sempre, attraverso la sezione dei commenti del sito!

Altri articoli in News

Bioshock The Collection (NSW) Recensione, capolavori portatili

Andy Bercaru4 Giugno 2020
dynasty warriors

Dynasty Warriors 9, il titolo si aggiunge alla linea Playstation Hits

Giuseppe Licciardi3 Giugno 2020

Skelattack, il nuovo platform 2D pubblicato da Konami

Giuseppe Licciardi3 Giugno 2020
ps5

PS5, Sony decide di posticipare l’evento dedicato ai giochi

Giuseppe Licciardi1 Giugno 2020

PS5, annunciato nuovo evento dedicato ai giochi

Giuseppe Licciardi29 Maggio 2020

Far Cry 5, gioca gratuitamente al titolo per tutto il fine settimana

Giuseppe Licciardi29 Maggio 2020