Horizon: Zero Dawn per Guerrilla Games è stata una scelta Rischiosa

News
Giuseppe Barbieri
Avevo circa 7 anni quando per la prima volta vidi uno dei miei fratelli giocare ai titoli più simbolici sulla prima Playstation, come Crash Bandicoot o Resident Evil 3: Nemesis. Da quel giorno mi sono interessato a questo mondo, facendo crescere sempre più la passione per i videogiochi. Credo e affermo che i videogiochi siano una vera e propria forma d'arte e di espressione che si unisce ad altri tipi di arte che insieme riescono catapultarti in un altro mondo. Ciò che apprezzo per lo più nei videogiochi sono le storie profonde, giocherei a COD o a qualunque altro multiplayer soltanto per noia. Amo le storie, e amo crearle. Oltre ad essere un videogiocatore in cerca di storie ho, da qualche tempo, anche l'interesse per la lettura e la scrittura.

Avevo circa 7 anni quando per la prima volta vidi uno dei miei fratelli giocare ai titoli più simbolici sulla prima Playstation, come Crash Bandicoot o Resident Evil 3: Nemesis. Da quel giorno mi sono interessato a questo mondo, facendo crescere sempre più la passione per i videogiochi. Credo e affermo che i videogiochi siano una vera e propria forma d'arte e di espressione che si unisce ad altri tipi di arte che insieme riescono catapultarti in un altro mondo. Ciò che apprezzo per lo più nei videogiochi sono le storie profonde, giocherei a COD o a qualunque altro multiplayer soltanto per noia. Amo le storie, e amo crearle. Oltre ad essere un videogiocatore in cerca di storie ho, da qualche tempo, anche l'interesse per la lettura e la scrittura.

Tempo di lettura: < 1 minuto

Mancano poche settimane dal debutto e Hermen Hulst, director di Horizon: Zero Dawn, è tornato a parlare del progetto davanti ai microfoni di Gamereactor.

Horizon-Zero-Dawn-Aloy-Hunting-Wallpaper

Egli racconta che quando è stato deciso di creare una nuova IP molte delle prime idee concepite riguardavano giochi FPS dato che il team si è sempre occupato solo di quel genere:

Per noi non è stato immediatamente logico scegliere un open-world con meccaniche da GDR action, lo studio non aveva esperienza in quel campo allora. Sono passati sei anni, ovviamente le cose sono diverse adesso. È stata un’iniziativa rischiosa, se confrontata con altri concept. Siamo davvero felici di aver preso questa decisione, anche se all’epoca non sapevamo come sarebbe andata, eravamo fuori dalla nostra comfort zone e avevamo tanto da imparare. Sono stati sei anni incredibilmente intensi“.

Inoltre qualche giorno fa vi abbiamo proposto anche una Gif tratta dalla mappa di Horizon: Zero Dawn e oggi AllGamesDelta ha pubblicato su Twitter l’immagine che mostra l’intero mondo di gioco, a seguire troverete il Tweet che mostra tutta l’area, spiccano le tre aree, come: il  Canyon Centrale, Giungla e Montagne Innevate. Inutile dire che la mappa sembra decisamente vasta.

Recentemente Guerrilla Games ha pubblicato una nuova galleria di immagini e 90 minuti di gameplay. Horizon Zero Dawn uscirà il 1°Marzo esclusivamente su Playstation 4.

Altri articoli in News

The Last of Us – Naughty Dog elogia il cosplay di Joel dell’italiano Gabriele Domenighini

Antonio Facchini17 Marzo 2021

Call of Duty Cold War, le prime tre missioni della Campagna

Giuseppe Licciardi3 Novembre 2020

Control Ultimate Edition, arriva su Switch la versione Cloud

Giuseppe Licciardi28 Ottobre 2020
need for speed hot pursuit

Need For Speed Hot Pursuit Remastered UFFICIALE, ecco il trailer di annuncio

Giuseppe Licciardi5 Ottobre 2020
call of duty warzone

Call of Duty Warzone, ecco le novità della Season 6

Giuseppe Licciardi29 Settembre 2020

Microsoft acquisisce UFFICIALMENTE ZeniMax/Bethesda

Giuseppe Licciardi21 Settembre 2020