G2A: alcuni sviluppatori esprimono il loro parere sulla piattaforma

News
Antonio Salvatore Bosco
Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Tempo di lettura: 2 minuti

Nelle scorse settimane vi abbiamo parlato dei forti contrasti tra Gearbox Software e G2A: riassumendo, Gearbox ha espresso, dopo che anche i fan hanno detto la loro, dei dubbi sulle politiche di vendita del marketplace in questione. Ha quindi posto un ultimatum a G2A, rimuovendo anche dal catalogo del negozio la Limited Edition di Bulletstorm Full Clip.

Nel corso del Reboot Develop, conferenza sull’industria videoludica tenutasi in questi giorni a Dubrovnik in Croazia, tre sviluppatori indipendenti hanno voluto esprimersi sulla questione rivolgendosi al Senior Account Manager di G2A, Mario Mirek.

Mike Bithell, Dan de Rocha e Rami Ismail (rispettivamente autore di Volume e Thomas Was Alone, sviluppatore di Q.U.B.E, co-fondatore di Vlambeer) si sono rivolti a Mirek chiedendo qualche maggiore informazione e più chiarezza sul’opzione anti-frode Shield e sulle pratiche commerciali del marketplace.

Il Senior Account Manager ha risposto a tono, dicendo che G2A agisce nella piena legalità e offre supporto e assistenza ai clienti che dovessero avere un problema di frode, anche a quelli che non sono abbonati Premium.

Rami Ismail ha dichiarato in seguito che secondo lui “G2A potrebbe migliorare la propria reputazione in quanto lo store gode di un buon successo ma dovrebbero smetterla di comportarsi come delle m…e”.

Bisogna comunque chiarire che i tre sviluppatori hanno detto di non essere del tutto prevenuti verso G2A: non è infatti la prima volta che piattaforme del genere finiscono sotto accusa e poi cambiando le loro politiche e raddrizzando il tiro riescono a riacquistare la fiducia dei clienti e dei partner.

 

Altri articoli in News

The Last of Us – Naughty Dog elogia il cosplay di Joel dell’italiano Gabriele Domenighini

Antonio Facchini17 Marzo 2021

Call of Duty Cold War, le prime tre missioni della Campagna

Giuseppe Licciardi3 Novembre 2020

Control Ultimate Edition, arriva su Switch la versione Cloud

Giuseppe Licciardi28 Ottobre 2020
need for speed hot pursuit

Need For Speed Hot Pursuit Remastered UFFICIALE, ecco il trailer di annuncio

Giuseppe Licciardi5 Ottobre 2020
call of duty warzone

Call of Duty Warzone, ecco le novità della Season 6

Giuseppe Licciardi29 Settembre 2020

Microsoft acquisisce UFFICIALMENTE ZeniMax/Bethesda

Giuseppe Licciardi21 Settembre 2020