News
Matteo Ivaldi
Amante delle storie in ogni forma, ha affittato un emisfero del cervello a mondi immaginari. Avendo passato l'infanzia tra navi spaziali, Tolkien e Final Fantasy non può più fare a meno di flirtare con la fantascienza, la letteratura e i videogiochi. Talvolta può sembrarvi distratto, in realtà è probabile che stia facendo scorrere scene assurde nella sua testa con tanto di titoli di coda.

Amante delle storie in ogni forma, ha affittato un emisfero del cervello a mondi immaginari. Avendo passato l'infanzia tra navi spaziali, Tolkien e Final Fantasy non può più fare a meno di flirtare con la fantascienza, la letteratura e i videogiochi. Talvolta può sembrarvi distratto, in realtà è probabile che stia facendo scorrere scene assurde nella sua testa con tanto di titoli di coda.

Tempo di lettura: 2 minuti

Freebird Games, la compagnia indie fondata da Kao Gao, ha finalmente completato la gestazione dell’atteso seguito di To the Moon, la visual novel realizzata tramite Rpg Maker XP diventata presto uno dei titoli di culto degli ultimi anni.

La sua storia, l’impresa di due scienziati che tentano di impiantare falsi ricordi nella mente di un paziente terminale così da indurlo a un sereno decesso, ha commosso la maggioranza dei giocatori grazie alla sua sorprendente profondità, sensibilità, cura per i personaggi e uno stile cinematografico che hanno fatto passare del tutto in secondo piano la natura amatoriale del titolo. La sceneggiatura di To the Moon vinse numerosi premi e proiettò la Freebird Games verso la celebrità: Kao Gao ne annunciò il seguito indiretto, Finding Paradise, nel 2015, a seguito del rilascio di A Bird Story, breve avventura priva di dialoghi che fungerà da prologo alla nuova opera.

I protagonisti di To the Moon, Eva Rosalene e Neil Watts, torneranno alle prese con un nuovo paziente, Colin Reeds, il bambino presentato in A Bird Story, scavando a ritroso nelle sue memorie alla ricerca di una soluzione che possa permettergli di passare a miglior vita senza il peso dei rimorsi. Il gameplay di Finding Paradise non presenterà rivoluzioni e trarrà diretta ispirazione da To the Moon: il giocatore potrà investigare alla ricerca di indizi, risolvere brevi puzzle a schermo e, soprattutto, godersi un nuovo struggente racconto che promette ancora una volta grandi risposte emotive.

La data ufficiale del rilascio di Finding Paradise sulle principali piattaforme di digital gaming, Steam e GOG, è stata annunciata da Kao Gao stesso tramite un trailer-parodia che immagina un sequel apocrifo del capolavoro Freebird Games chiamato “2 the Moon” zeppo di azione, esplosioni, alieni e loot box (una frecciatina alle recenti critiche che hanno investito titoli come Star Wars Battlefront 2) che alleghiamo in copertina all’articolo.

Bando agli scherzi, Finding Paradise sarà disponibile in digitale a partire dal prossimo 14 Dicembre. Chiunque cerchi una grande storia in un videogioco senza pretendere gameplay innovativi o grafica all’ultimo grido, farebbe bene a inserire Finding Paradise nella propria lista dei desideri.

Fonte: Eurogamer

Altri articoli in News

Call of Duty Cold War, le prime tre missioni della Campagna

Giuseppe Licciardi3 Novembre 2020

Control Ultimate Edition, arriva su Switch la versione Cloud

Giuseppe Licciardi28 Ottobre 2020
need for speed hot pursuit

Need For Speed Hot Pursuit Remastered UFFICIALE, ecco il trailer di annuncio

Giuseppe Licciardi5 Ottobre 2020
call of duty warzone

Call of Duty Warzone, ecco le novità della Season 6

Giuseppe Licciardi29 Settembre 2020

Microsoft acquisisce UFFICIALMENTE ZeniMax/Bethesda

Giuseppe Licciardi21 Settembre 2020

Call of Duty Black Ops Cold War, svelato il multiplayer

Giuseppe Licciardi10 Settembre 2020