Destiny – Il secondo capitolo non ripeterà gli errori del predecessore

News
Alessandro Guida
Conosciuto sul web come WhereEaglesDare, l'energumeno che vi scrive è un amante e cultore dei videogames. Dedito al culto della MasterRace da tempo immemore, si diletta fra RTS, RPG - di quelli buoni - e Rocket League.

Conosciuto sul web come WhereEaglesDare, l'energumeno che vi scrive è un amante e cultore dei videogames. Dedito al culto della MasterRace da tempo immemore, si diletta fra RTS, RPG - di quelli buoni - e Rocket League.

Tempo di lettura: 2 minuti

Che Destiny 2 sia per Activision un progetto fondamentale lo si era capito sin dall’inizio. Nonostante il grande successo riscosso dal primo capitolo, le intenzioni degli sviluppatori sono quelle di andare ben oltre i limiti raggiunti con Destiny, ampliando il titolo e donando agli utenti un’esperienza di gioco senza precedenti.

Uno dei passi fondamentali da compiere è quello di rimediare agli errori del passato. Durante un intervista per GameIndustry infatti, lo stesso Eric HirshbergCEO di Activision – ha dichiarato che uno dei più grandi nei di Destiny è stata la quantità di nuovi contenuti.

La domanda degli utenti in merito all’incremento dell’offerta ludica non è stata accolta da Activision in modo soddisfacente. Nonostante la presenza di alcuni DLC molto importanti, il titolo ha mostrato il fianco a tutte le critiche mosse in merito al ventaglio di possibilità offerte agli utenti.

In particolar modo, durante l’ultimo periodo, il lavoro di supporto svolto dai ragazzi di Activision e Bungie non è stato soddisfacente: nel destreggiarsi tra lo sviluppo del nuovo capitolo, il fix degli innumerevoli aspetti del gameplay e la gestione degli eventi in gioco, gli sviluppatori hanno perso di vista il focus principale per mantenere vivo il titolo. La penuria di contenuti, sia al lancio che durante tutto il periodo di punta, è stata criticata da tutti gli utenti, macchiando quella che sarebbe potuta essere una produzione di prim’ordine.

Con Destiny 2, Activision non rischierà di ripetere lo stesso errore, ponendo l’introduzione costante di nuovi contenuti ai primi posti del supporto post-lancio.

Altri articoli in News

Call of Duty Cold War, le prime tre missioni della Campagna

Giuseppe Licciardi3 Novembre 2020

Control Ultimate Edition, arriva su Switch la versione Cloud

Giuseppe Licciardi28 Ottobre 2020
need for speed hot pursuit

Need For Speed Hot Pursuit Remastered UFFICIALE, ecco il trailer di annuncio

Giuseppe Licciardi5 Ottobre 2020
call of duty warzone

Call of Duty Warzone, ecco le novità della Season 6

Giuseppe Licciardi29 Settembre 2020

Microsoft acquisisce UFFICIALMENTE ZeniMax/Bethesda

Giuseppe Licciardi21 Settembre 2020

Call of Duty Black Ops Cold War, svelato il multiplayer

Giuseppe Licciardi10 Settembre 2020