Death Stranding garantirà una nuova prospettiva sulla guerra, parola di Kojima

News
Giuseppe Barbieri
Avevo circa 7 anni quando per la prima volta vidi uno dei miei fratelli giocare ai titoli più simbolici sulla prima Playstation, come Crash Bandicoot o Resident Evil 3: Nemesis. Da quel giorno mi sono interessato a questo mondo, facendo crescere sempre più la passione per i videogiochi. Credo e affermo che i videogiochi siano una vera e propria forma d'arte e di espressione che si unisce ad altri tipi di arte che insieme riescono catapultarti in un altro mondo. Ciò che apprezzo per lo più nei videogiochi sono le storie profonde, giocherei a COD o a qualunque altro multiplayer soltanto per noia. Amo le storie, e amo crearle. Oltre ad essere un videogiocatore in cerca di storie ho, da qualche tempo, anche l'interesse per la lettura e la scrittura.

Avevo circa 7 anni quando per la prima volta vidi uno dei miei fratelli giocare ai titoli più simbolici sulla prima Playstation, come Crash Bandicoot o Resident Evil 3: Nemesis. Da quel giorno mi sono interessato a questo mondo, facendo crescere sempre più la passione per i videogiochi. Credo e affermo che i videogiochi siano una vera e propria forma d'arte e di espressione che si unisce ad altri tipi di arte che insieme riescono catapultarti in un altro mondo. Ciò che apprezzo per lo più nei videogiochi sono le storie profonde, giocherei a COD o a qualunque altro multiplayer soltanto per noia. Amo le storie, e amo crearle. Oltre ad essere un videogiocatore in cerca di storie ho, da qualche tempo, anche l'interesse per la lettura e la scrittura.

Tempo di lettura: 2 minuti

Con la serie di Metal Gear Solid ci siamo resi conto che Kojima ha uno spiccato interesse per le tematiche incentrate sulla guerra e su tutto ciò che la caratterizza. Anche Death Stranding, secondo il game designer giapponese, proporrà qualcosa del genere, offrendo però una prospettiva diversa ed innovativa.

Parlando ai microfoni di Glixel, Kojima ha rilasciato alcuni piccoli dettagli rilevanti, sostenendo che il suo nuovo progetto è ispirato a capolavori cinematografici come La Grande Fuga e Dunkirk.

Già in una precedente intervista, per esprimere le sue idee, utilizzò il concetto di Kobo Abe nel suo breve racconto: The Rope. “La corda e il bastone sono due degli strumenti più antichi usati dall’uomo. Il bastone per scacciare il male, la corda per avvicinare ciò che è buono, entrambi sono stati i primi amici concepiti dall’umanità. La corda e il bastone si trovavano ovunque fossero gli uomini”

Nell’ultima intervista invece ha parlato del fatto che, a distanza di 50 anni circa, l’industria videoludica fatica ancora ad apportare dei drastici cambiamenti nel settore. “Sono passati 55 anni dalla creazione di Spacewar, ma i videogiocatori continuano a utilizzare principalmente i bastoni tra di loro. Voglio cambiare questo aspetto. È giunto il momento per di prendere in mano la corda. Siamo pronti per un videogioco che non sia basato sulla competizione, ma sulla corda che avvicinerà il bene e creerà delle connessioni su più livelli. Non abbiamo bisogno di un gioco che divida le persone in vincitori e sconfitti, ma piuttosto di un’esperienza che riesca a creare connessioni. Death Stranding, il progetto a cui sto lavorando attualmente, punta a raggiungere questo obiettivo”.

Come ultina cosa, Kojima ha concluso ponendo un paragone tra i giochi e i film di guerra, esaltando l’importanza di alcuni capolavori del cinema: “I film esistono da oltre 120 anni e i videogiochi da 59. Siamo ancora sommersi da moltissimi giochi in cui sconfiggere i nemici è il focus principale. È tempo che i videogiochi abbiano il loro Dunkirk, il loro La Grande Fuga. Abbiamo bisogno di un gioco che sappia offrire un tipo di esperienza completamente nuova, pur mantenendo l’essenza e il divertimento del medium. Senza dimenticare che la natura interattiva dei videogiochi permette di raggiungere una profondità mai vista prima. In definitiva, queste sono le idee in cui credo e le sfide che voglio affrontare”

Ricordiamo che Death Stranding è atteso su Playstation 4 e non gode di alcuna finestra di lancio, restiamo in attesa di nuovi dettagli e gameplay che potrebbero arrivare al prossimo Playstation Experience di Dicembre.

Altri articoli in News

The Last of Us – Naughty Dog elogia il cosplay di Joel dell’italiano Gabriele Domenighini

Antonio Facchini17 Marzo 2021

Call of Duty Cold War, le prime tre missioni della Campagna

Giuseppe Licciardi3 Novembre 2020

Control Ultimate Edition, arriva su Switch la versione Cloud

Giuseppe Licciardi28 Ottobre 2020
need for speed hot pursuit

Need For Speed Hot Pursuit Remastered UFFICIALE, ecco il trailer di annuncio

Giuseppe Licciardi5 Ottobre 2020
call of duty warzone

Call of Duty Warzone, ecco le novità della Season 6

Giuseppe Licciardi29 Settembre 2020

Microsoft acquisisce UFFICIALMENTE ZeniMax/Bethesda

Giuseppe Licciardi21 Settembre 2020