Death Stranding: Kojima spiega i dettagli nel suo stile

News
Maria Elena Sirio
Sono Maria Elena, una ragazza di diciannove anni, con la passione per il disegno, i videogiochi e il cui primo amore è stato Ash Ketchum. Questa mia passione si è evoluta, crescendo con me e modificandosi, [..]

Sono Maria Elena, una ragazza di diciannove anni, con la passione per il disegno, i videogiochi e il cui primo amore è stato Ash Ketchum. Questa mia passione si è evoluta, crescendo con me e modificandosi, [..]

Tempo di lettura: 1 minuto

Hideo Kojima, in occasione della Develop Conference di Brighton, ha deciso di fare un po’ di luce su alcuni dettagli del suo nuovo progetto: Death Stranding. 

Ovviamente, in puro stile Kojima, il game director non ha spiegato in modo chiaro, rimanendo molto misterioso su alcuni punti fondamentali: “Il principio è quello di un gioco di tipo action, nel quale i giocatori potranno eseguire azioni alle quali sono abituati. Quando l’umanità ha iniziato ad evolversi, ha cominciato ad utilizzare degli strumenti. Il primo di questi fu il bastone, mentre il secondo fu la corda. Il bastone veniva utilizzato per tenere a distanza cose spiacevoli e nemici, mentre lo scopo della corda era l’esatto contrario, ovvero legare a sé ciò che si desiderava tenere vicino. Sono stati questi due strumenti a permettere l’evoluzione e a generare l’era in cui viviamo oggi, e persino i giochi. La tecnologia si è evoluta dal 3D al VR e si evolverà in chissà cos’altro, ma io continuo a pensare che la maggior parte dei giochi ai quali giochiamo oggi sia basata sul bastone, sullo sparare, su calci e pugni, e tutte queste idee si basano sul concetto del bastone. In Death Stranding saranno presenti anche questi elementi, ma io voglio includere in ciò la corda, l’oggetto che tiene organicamente unite le cose. Non posso ancora entrare nello specifico, ma è questa l’idea che ho per il mio gioco“.

Strano e affascinante allo stesso tempo, il discorso di Kojima sembra contenere una serie di concetti già presenti nell’animo umano, ma forse seppelliti troppo in fondo. Death Stranding ce li farà riscoprire?

Altri articoli in News

Call of Duty Cold War, le prime tre missioni della Campagna

Giuseppe Licciardi3 Novembre 2020

Control Ultimate Edition, arriva su Switch la versione Cloud

Giuseppe Licciardi28 Ottobre 2020
need for speed hot pursuit

Need For Speed Hot Pursuit Remastered UFFICIALE, ecco il trailer di annuncio

Giuseppe Licciardi5 Ottobre 2020
call of duty warzone

Call of Duty Warzone, ecco le novità della Season 6

Giuseppe Licciardi29 Settembre 2020

Microsoft acquisisce UFFICIALMENTE ZeniMax/Bethesda

Giuseppe Licciardi21 Settembre 2020

Call of Duty Black Ops Cold War, svelato il multiplayer

Giuseppe Licciardi10 Settembre 2020