CIRCLE OF LIFE – Gamestop apporterà delle modifiche al programma

News
Giuseppe Barbieri
Avevo circa 7 anni quando per la prima volta vidi uno dei miei fratelli giocare ai titoli più simbolici sulla prima Playstation, come Crash Bandicoot o Resident Evil 3: Nemesis. Da quel giorno mi sono interessato a questo mondo, facendo crescere sempre più la passione per i videogiochi. Credo e affermo che i videogiochi siano una vera e propria forma d'arte e di espressione che si unisce ad altri tipi di arte che insieme riescono catapultarti in un altro mondo. Ciò che apprezzo per lo più nei videogiochi sono le storie profonde, giocherei a COD o a qualunque altro multiplayer soltanto per noia. Amo le storie, e amo crearle. Oltre ad essere un videogiocatore in cerca di storie ho, da qualche tempo, anche l'interesse per la lettura e la scrittura.

Avevo circa 7 anni quando per la prima volta vidi uno dei miei fratelli giocare ai titoli più simbolici sulla prima Playstation, come Crash Bandicoot o Resident Evil 3: Nemesis. Da quel giorno mi sono interessato a questo mondo, facendo crescere sempre più la passione per i videogiochi. Credo e affermo che i videogiochi siano una vera e propria forma d'arte e di espressione che si unisce ad altri tipi di arte che insieme riescono catapultarti in un altro mondo. Ciò che apprezzo per lo più nei videogiochi sono le storie profonde, giocherei a COD o a qualunque altro multiplayer soltanto per noia. Amo le storie, e amo crearle. Oltre ad essere un videogiocatore in cerca di storie ho, da qualche tempo, anche l'interesse per la lettura e la scrittura.

Tempo di lettura: < 1 minuto

Circa un mese fa vi abbiamo raccontato del programma Circle of life di Gamestop, il quale imporrebbe ai propri impiegati di svolgere particolari azioni obbligando, talvolta, il dipendente a mentire ai clienti per favorire, ad esempio, la vendita di prodotti usati rispetto ai corrispettivi nuovi.

Il programma Cerchio della vita esiste già da diversi anni, tuttavia solo ultimamente, grazie al coraggio di alcuni ex impiegati del settore, è stato rivelato al mondo. Adesso però, dopo numerose dichiarazioni (negative) da parte di questi ultimi, la multinazionale videoludica ha deciso di apportare alcune modifiche alle proprie attività.

circle of life

D’ora in poi Gamestop non controllerà più i punteggi di ogni singolo dipendente, piuttosto calcolerà solo il punteggio complessivo del negozio. In questo modo la pressione sugli impiegati sarà notevolmente minore. Inoltre tale modifica permetterà ai lavoratori di poter vendere anche i videogiochi nuovi, come le console, senza dover più mentire sulla loro disponibilità in magazzino per favorire la vendita dei prodotti di seconda mano.

Al momento, l’adeguato cambiamento non pare essere ufficiale ma alcune fonti lo hanno confermato con estrema certezza, rendendo cosi più entusiasti i dipendenti.

Altri articoli in News

The Last of Us – Naughty Dog elogia il cosplay di Joel dell’italiano Gabriele Domenighini

Antonio Facchini17 Marzo 2021

Call of Duty Cold War, le prime tre missioni della Campagna

Giuseppe Licciardi3 Novembre 2020

Control Ultimate Edition, arriva su Switch la versione Cloud

Giuseppe Licciardi28 Ottobre 2020
need for speed hot pursuit

Need For Speed Hot Pursuit Remastered UFFICIALE, ecco il trailer di annuncio

Giuseppe Licciardi5 Ottobre 2020
call of duty warzone

Call of Duty Warzone, ecco le novità della Season 6

Giuseppe Licciardi29 Settembre 2020

Microsoft acquisisce UFFICIALMENTE ZeniMax/Bethesda

Giuseppe Licciardi21 Settembre 2020