Alpitour chiama e le pagine social dei videogiochi rispondono

News
Giuseppe Licciardi
Nato con un pad nella mano sinistra e un mouse nella destra. Ancora non si conosce la sua vera provenienza, molti pensano faccia parte di un' antica razza aliena che mira a divulgare il videogioco come arte. Per ora si sa solo che studia per diventare Ingegnere Informatico, ma forse è solo una scusa per mimetizzarsi tra gli essere umani.
@https://twitter.com/Sn0WzX

Nato con un pad nella mano sinistra e un mouse nella destra. Ancora non si conosce la sua vera provenienza, molti pensano faccia parte di un' antica razza aliena che mira a divulgare il videogioco come arte. Per ora si sa solo che studia per diventare Ingegnere Informatico, ma forse è solo una scusa per mimetizzarsi tra gli essere umani.

Tempo di lettura: 2 minuti

Eh già, è successo di nuovo ma questa volta sembra strano che sia accaduto su una pagina social di un tour operator. Da sempre i videogiochi o in generale i giocatori si sono sentiti attaccati dai mass media per “violenza” nel mondo videoludico. Ma stavolta non è stato cosi, il caso Alpitour ha fatto scatenare un putiferio mediatico solo per un immagine che ha fatto “imbestialire” migliaia di videogiocatori e non solo. Qui infatti non si tratta del solito attacco alla violenza dei videogiochi, ma al media che in questi mesi sta facendo compagnia a migliaia di persone perché per molti rappresenta l’unica forma di distacco e svago durante la quarantena.

Leggi anche:  In Other Waters Recensione, un ipnotico ibrido ludo-narrativo

Eppure non c’è stato verso la frase “Altro che console! Quest’anno si riparte dalle cose che davamo per scontate, come giocare con le onde a riva.” ha fatto scatenare un grandissimo risentimento. Il motivo principale è quello di un inutile attacco verso il media, che ancora una volta viene denigrato e non preso in considerazione come una forma di svago. Ma questa volta non sono stati i videogiocatori gli unici ad averne risentito. Nella giornata di oggi la pagina social di Alpitour è stata letteralmente invasa dai videogiochi che più stiamo aspettando per i i prossimi mesi. Da Cyberpunk 2077 a Fallout, si sono sentiti tutti in obbligo di rispondere alla provocazione e di dover dire la loro, ovviamente ognuno con i propri modi. È scattata quindi un operazione che ha fatto impazzire i videogiocatori sui social facendo scattare meme e risate in tutto il web.

Leggi anche:  The Last of Us è davvero un capolavoro videoludico?

Ancora una volta però i troviamo comunque davanti agli occhi una triste realtà, è vero, i videogiochi possono essere dannosi se abusati e se in alcuni fasi della crescita non vi è controllo, ma in questo momento hanno rappresentato una delle forme di svago principali per migliaia di italiani e non solo. Questi attacchi fanno parte di un retaggio che ancora non riusciamo a scrollarci da dosso. Una cultura che non riesce a cambiare e che a tratti risulta dannosa per la crescita culturale stessa. Ora però godiamoci le risate, godiamoci le risposte dei social a quel post e speriamo che la prossima volta, almeno “console” venga scritto nella maniera corretta. 

NerdPlanet consiglia...
Se vuoi acquistare una PS4, puoi farlo su Amazon

Altri articoli in News

PES 2020, Konami annuncia l’evento Uefa Euro 2020

Giuseppe Licciardi7 Luglio 2020

Playstation Plus, i nuovi titoli gratuiti di Luglio sono 3

Giuseppe Licciardi29 Giugno 2020

Star Wars Squadrons, annunciato il nuovo titolo con trailer di lancio

Giuseppe Licciardi15 Giugno 2020

Destiny 2, in arrivo la nuova espansione “Oltre la Luce”

Giuseppe Licciardi9 Giugno 2020

Bioshock The Collection (NSW) Recensione, capolavori portatili

Andy Bercaru4 Giugno 2020
dynasty warriors

Dynasty Warriors 9, il titolo si aggiunge alla linea Playstation Hits

Giuseppe Licciardi3 Giugno 2020