WWDC 2019: tutte le novità di Apple. iOS 13, iPadOS, Catalina e Mac Pro

News
Alessandro Niro
Nato il 16 luglio 1988, è stato fin da bambino appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e fumetti. Ex redattore/recensore di varie testate giornalistiche e attualmente titolare di una società Informatica, ha deciso di aprire una propria freepress dedicata al mondo nerd. La passione per quello che fa ed ama, non lo ha mai fermato davanti a niente e nessuno.

Nato il 16 luglio 1988, è stato fin da bambino appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e fumetti. Ex redattore/recensore di varie testate giornalistiche e attualmente titolare di una società Informatica, ha deciso di aprire una propria freepress dedicata al mondo nerd. La passione per quello che fa ed ama, non lo ha mai fermato davanti a niente e nessuno.

Tempo di lettura: 6 minuti

È terminato poche ore fa l’edizione 2019 del World Wide Developer Conference a San José, la conferenza annuale dedicata agli sviluppatori di app per i dispositivi Apple.

Come oramai da tradizione, l’azienda ha utilizzato il keynote inaugurale per introdurre le principali novità per i nuovi sistemi operativi di casa Apple per iPhone, iPad, Mac, Apple Watch ed Apple TV. Durante la conferenza, differentemente dalle aspettative, c’è stato anche uno spazio dedicato alla presentazione di un nuovo Mac Pro e di un monitor attesissimi dai professionisti.

Vediamo ora nel dettaglio tutte le novità introdotte con quest’evento da casa Apple.

iOS arriva alla versione 13: Dark Mode, App Foto e Messaggi

A prendere il controllo del palcoscenico, è stato inizialmente il Software Engineering: Craig Federighi il quale, senza troppi giri di parole, ha ammesso quanto con la nuova versione del sistema operativo di casa Cupertino, l’apertura delle app sarà due volte più veloce con i download studiati per pesare meno e quindi ottimizzati in modo da consumare meno dati.

Tra le tante caratteristiche del nuovo sistema operativo spicca tra tutte, quella della Dark Mode (finalmente! ndr). Dalle prime immagini viste sul palco, sembra davvero molto curata, con dei toni ben bilanciati che permettono, oltre ad un ottimo risparmio energetico, anche un buon metodo per stancare meno gli occhi. In sostanza, la Dark Mode, consentirà di impostare le tonalità scure all’intera interfaccia del sistema, come avviene già per il sistema operativo installato sui nuovi Mac e non solo.

Finalmente ora, anche i telefoni cellulari avranno questa comoda caratteristica. C’è da contare che questa nuova modalità, potrà essere attivata direttamente dalle Impostazioni e, potrebbe benissimo vedere la luce sui nostri schermi già nelle prossime settimane. Non è da sottovalutare anche il risparmio energetico, come accennato sopra. Come sicuramente già saprete, a partire da iPhone X, Apple ha introdotto i display OLED sui propri smartphone. Questa tecnologia spegne letteralmente i pixel quando deve riprodurre il nero, per cui è intuibile come la Dark Mode possa portare benefici in ottica di autonomia e durata di vita effettiva della batteria.

Cambiamenti anche per l’app foto, la quale, con l’introduzione di un diverso sistema di gesti per controllare la galleria immagini, nuovi strumenti di ritocco ed effetti aggiuntivi per la modifica delle foto, risulta essere ancora più immediata e maneggevole.

Ulteriore novità sui Messaggi con l’introduzione di nuovi Memoji e la possibilità di aggiungere un’immagine ed un nickname al proprio numero, da condividere anche per chi non ci ha ancora tra i propri contatti.

La privacy non è mai troppa: Sign in With Apple ed Apple Secure Video

Altro aspetto molto importante su cui l’azienda di Cupertino ha insistito molto durante la presentazione, è la privacy, con l’introduzione di nuovi feature e migliorie atte a garantire all’utente una maggiore privacy e controllo di quello che viene recepito dal telefono e dalle app in esso installate. I software di terze parti che vogliono accedere alla posizione, dovranno richiederne il permesso ad ogni singolo uso. Viene introdotta, inoltre, la funzione Sign-in with Apple, la quale permetterà di collegarsi ad app di terze parti senza condividere alcuna informazione personale.

Anche il dispositivo Homekit è stato ritoccato sul lato privacy. Con l’utilizzo di Homekit Secure Video le immagini che captano le nostre videocamere verranno criptate prima di essere inviate sul server cloud. Questo per evitare a malintenzionati di prendere possesso e visione di video inerenti la nostra abitazione o più semplicemente, luoghi sensibili e le persone, da noi monitorate.

Novità anche sul fronte AirPods. Con questa nuova versione iOS, Siri ora leggerà i messaggi che ci arriveranno rendendo molto più semplice per noi, sia la “lettura” che la risposta di questi ultimi. Oltre a ciò, la nuova app Promemoria completamente rinnovata, userà il machine learning per intuire date e nomi di contatti nelle frasi che scriviamo o dettiamo.

iPad OS e MacOS Catalina

Grandissime novità in arrivo anche per iPad e Mac. Apple ha deciso di creare un sistema operativo esclusivo per gli iPad chiamato iPad OS. Questo, per rendere l’iPad più performante e per concentrarsi sopratutto sul multitasking e alla possibilità di sfruttare l’ampio display.

Proprio per questo, già la Home è stata ridisegnata per mostrare più app nella stessa schermata e soprattutto, dare spazio ai Widget come meteo, borsa, sport, calendario, etc… Rimanendo sul multitasking, iPadOS permetterà all’utente di lavorare su due o più file all’interno della stessa applicazione.

È stata migliorata anche l’usabilità della Apple Pencil. Ora risulterà essere molto più rapida di prima, passando da una risposta di 20ms a 9ms, garantendo un’esperienza simile a come una matita su carta reale.

Fondamentale e super richiesta dai professionisti, è la revisione effettuata all’applicazione file la quale, su iPad OS introdurrà una visualizzazione a colonna simile a quella del Finder del Mac e potrà gestire anche l’importazione e l’esportazione di file su USB e schede SD.

Oltre ad iPad OS, è stato annunciato anche MacOS Catalina, il nuovo sistema operativo per Mac. Tra le molte altre funzioni annunciate, vi sarà anche una modalità chiamata Sidecar che permetterà di utilizzare l’iPad Pro come monitor esterno. La novità più importante, nonché la più strana, è la sostituzione dell’app iTunes con un set di tre applicazioni diverse: “Musica“, “Podcast” e “Tv“. Che fine farà iTunes per PC? E perché dopo aver creato un ecosistema così perfetto come iTunes, questa radicale modifica? Ne parleremo sicuramente in maniera molto più approfondita sulle nostre pagine tra pochi giorni.

Rimane comunque il fatto che, con l’inserimento di iPad OS, si sta cercando di rendere l’iPad più vicino a un Mac rispetto ad un iPhone. Il che risulta essere una mossa saggia e sicuramente vincente.

Apple Watch alla versione 6 ed Apple TV

Anche la versione dell’Apple Watch si aggiornerà passando alla versione 6. La nuova versione cercherà di rendere l’Apple Watch indipendente, facendo in modo di distaccarlo dalle dipendenze dell’iPhone. Difatti è stato inserito, all’interno del Watch, un’app store dedicato con la possibilità di scaricare ed installare app direttamente dal dispositivo, senza passare dall’iPhone. Si potrà anche attivare lo streaming musicale direttamente dal polso ed utilizzare le nuove app Calcolatrice e Memo Vocali.

Anche l’Apple TV avrà delle migliorie e cambiamenti, tra le quali una migliore interfaccia più facile da navigare e personalizzare. Una delle novità più interessanti è la possibilità di utilizzare i controller della PlayStation e della Xbox i quali, potranno essere utilizzati per giocare ai videogiochi scaricati dalla Apple TV.

Mac Pro e nuovo monitor XDR per professionisti

È stato presentato anche un nuovo modello di Mac Pro. Un tower che monta componenti professionali che si possono cambiare ed aggiornare con estrema semplicità. Il prezzo? Costosissimo. Si parte da 6.000 dollari.

Il modello base parte con una configurazione che prevede un processore Xeon 8-Core, 32GB di memoria RAM, scheda video Radeon Pro 580X e hard disk SSD da 256GB. La versione top monta invece un processore Monster Xeon da 28-core e può arrivare a 1,5TB di RAM. Ovviamente non può essere utilizzato da ragazzini per giocare o rilassarsi ma è un Mac disegnato e pensato per professionisti, specialmente produttori audio e montatori video: si può usare per riprodurre fino a 12 stream video in 4K in contemporanea, oppure 3 stream 8K allo stesso momento. Insomma, un sogno ad occhi aperti per questa categoria di persone.

Apple ha anche annunciato anche un nuovo monitor 6k da 32 pollici (un compagno perfetto per il nuovo Mac Pro), stiamo parlando dell’Apple Pro Display XDR (Extreme Dynamic Range). Anche in questo caso, ovviamente, si tratta di prodotto di fascia alta, disegnato e pensato per professionisti. Anche il prezzo non è affatto ridicolo; si parte da 5.000 dollari. Lo stand professionale di supporto del monitor sarà a parte e solo lui, costerà 1.000 dollari. Insomma, se si vorrà un nuovo Mac Pro con corrispettivo schermo, bisognerà spendere un minimo di 7.000 dollari per la versione base… Niente male.

Mac Pro 2019 ed Apple Pro Display XDR arriveranno ad ottobre.

Parleremo sicuramente in questi giorni, in un articolo di approfondimento dedicato, dei prezzi pazzi di Apple e dei suoi prodotti ovviamente, non alla portata di tutte le tasche.

Aggiungi un commento all'articolo! Clicca qui.

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami

Altri articoli in News

Asus ROG: annunciati i nuovi alimentatori Strix da 650 e 750 W

Giuseppe Licciardi16 Ottobre 2019

Turtle Beach: presentato il nuovo amplificatore Atlas Edge

Giuseppe Licciardi8 Ottobre 2019

Oculus Connect: tutti gli annunci e tanti nuovi titoli per la realtà virtuale

Giuseppe Licciardi26 Settembre 2019

Sony a9: rilasciato un nuovo firmware update per l’ammiraglia Sony

Giuseppe Licciardi24 Settembre 2019

Sony: tornano le giornate dedicate agli appassionati di foto e video

Giuseppe Licciardi19 Settembre 2019

Sony: nuova promozione sulle ottiche digitali

Martina Cofano16 Settembre 2019