Sony racconta l’impatto esercitato nel corso dei decenni dalla TV sul soggiorno di casa

News
Francesco Damiani
Appassionato di videogames e di cinema fin dalla tenera età. Crescendo ho imparato a conoscere questi due settori, studiando ogni loro forma creativa e comprendendo il grande lavoro che si cela dietro.

Appassionato di videogames e di cinema fin dalla tenera età. Crescendo ho imparato a conoscere questi due settori, studiando ogni loro forma creativa e comprendendo il grande lavoro che si cela dietro.

Tempo di lettura: 2 minuti

Sony, che spiega come, all’interno dell’evoluzione del soggiorno, il televisore sia comunque rimasto il cuore della stanza.
Nella ricerca troverai il contributo dei due designer italiani Stefano Mich e Alessandro de Pompeis, di Sonia Solicari del Museum of the Home e dell’ex calciatore inglese Steve McManaman. 

Tra i principali punti emersi, segnaliamo che:

Il TV è il cuore del soggiorno: 
• Un terzo (32%) delle persone considerano il TV come il principale oggetto del soggiorno, secondo solo al divano da cui è guardato. 
• Questa tendenza non mostra segni di rallentamento: il 64% delle persone intervistate ha dichiarato, infatti, di guardare la televisione tanto quanto dieci anni fa, se non di più. 
• Guardare la TV continua anche a essere un’esperienza condivisa, con il 48% delle persone sedute di fronte al televisore con la propria famiglia, ogni giorno. 
• Un ambito in cui la TV in diretta rimane essenziale in tutta Europa è lo sport, con almeno due terzi dei partecipanti che dichiarano di dover assistere all’evento in diretta.

Lo streaming è meglio:
• Nonostante la TV venga guardata con una frequenza che non ha precedenti, con un tempo di visione medio a persona di oltre 15 ore a settimana, la fascia della “prima serata” è destinata a scomparire, in quanto solo il 6% delle persone guarda con regolarità un programma in diretta televisiva, preferendo invece lo streaming o la catch-up TV.

Più grande è, meglio è: 
• Nonostante l’aumento della popolarità di dispositivi portatili piccoli e pratici, i televisori sembrano andare in controtendenza, con dimensioni sempre più importanti, con più di un terzo delle perso che vuole un TV da più di 55 pollici e il 16% da 65 o oltre. 
• Almeno la metà (48%) delle persone vuole un TV più grande di quello che possiede, ma gli uomini sono il 10% più propensi rispetto alle donne ad ambire a un apparecchio più grande di quello che hanno. 

Sulla base di quanto emerso dalla ricerca, le caratteristiche di XG95 possono essere la risposta ai nuovi modi di fruire della TV: 

• Il sistema X-Wide Angle – indipendentemente dall’angolo di osservazione, offre una qualità d’immagine migliorata, superiore alle normali capacità di un TV LCD. Elemento centrale quando più persone guardano la TV assieme 
• X-Motion Clarity – una nuova tecnologia che rende le scene d’azione nitide e scorrevoli, senza perdita di fuoco, elemento ideale per le azioni sportive 
• La modalità calibrata per Netflix – per un’esperienza visiva il più possibile vicina alle intenzioni dei filmmaker 
• La tecnologia Acoustic Multi-Audio, che consente un suono perfetto senza la necessità di speaker visibili 
• Disponibile da 65” a 85”

Aggiungi un commento all'articolo! Clicca qui.

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami

Altri articoli in News

Sony: tornano le giornate dedicate agli appassionati di foto e video

Giuseppe Licciardi19 Settembre 2019

Sony: nuova promozione sulle ottiche digitali

Martina Cofano16 Settembre 2019

BIGBEN sorprende i fan di PlayStation con due nuovi prodotti audio

Francesco Damiani16 Settembre 2019

Apple: tutte le novità del Keynote, tra iPhone 11 e nuovi servizi

Giuseppe Licciardi11 Settembre 2019

NVIDIA: Ritornano le offerte dedicate per laptop e schede GeForce RTX

Francesco Damiani9 Settembre 2019

Lenovo: tante novità all’IFA 2019 tra IA, AR e smart home

Giuseppe Licciardi6 Settembre 2019