NASA: terminato il Telescopio Spaziale James Webb

News
Angelo Tartarella
Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Tempo di lettura: 2 minuti

20 anni, nel 1996, gli scienziati della NASA cominciarono ad assemblare il James Webb Space Telescope. Questo telescopio della prossima generazione come un mezzo per superare il famoso Telescopio Spaziale Hubble, che è al momento il più largo mai creato. Ora, venti anni dopo e due volte la stazza del telescopio Hubble, il Telescopio Spaziale James Webb è finalmente completato.

Il James Webb Space Telescope (JWST) apre la strada per il futuro dell’esplorazione spaziale. Con uno specchio di 21 piedi [6,4008 metri, secondo il Sistema Metrico], questo telescopio è ora il più potente esistente. Il JWST ci fornirà la possibilità di vedere la nascita di galassie, di cercare la vita su pianeti lontani, e ci darà una migliore comprensione delle origini e delle funzioni dell’Universo.

number1

La NASA ha annunciato il loro programma di lanciare il JWST nell’Ottobre del 2018. Comunque, prima che loro possano cominciare a preparare per questo lancio, loro avranno bisogno di sottoporre il telescopio ad alcuni test intensivi.

Come modo di simulare le dure condizoni che il  JWST  incontrerà durante il suo lancio, gli scienziati agiteranno il Telescopio Spaziale e lo esporranno a onde sonore di più di 150 decibels. Dopo di ciò, loro testeranno le sue abilità di resistenza all’estremo freddo dello spazio attraverso dei test criogenini. In seguito il JWST sarà installato sul spacecraft bus per completare diversi test, inclusi quelli di comunicazione in volo e quelli dei suoi sistemi informatici.

number2

Se passerà questi test, gli scienziati installeranno finalmente sul telescopio una scudo solare, che sarà praticamente delle dimensioni di un campo da tennis. Questo proteggerà il suo hardware e i suoi delicati strumenti, quando sarà nello spazio profondo. Una volta equipaggiato con il suo scudo, il JWST verrà sottoposto ad altri test, prima del suo lancio.

E’ un aspetto molto cruciale che la misurazione e la condizione siano impostate correttamente e che il JWST passi questi test prima di essere laciato nello spazio. Tutto deve andare secondo il piano, al contrario del telescopio Hubble su cui si può facilmente lavorare se spunta fuori un problema, il JWST sarà di circa 930,000 miglia [1496686,2 kilometri, secondo il sistema metrico] fuori dal nostro campo d’azione, rendendo la manutenzione praticamente impossibile.

Quando il James Webb Space Telescope sarà in posizone, permetterà agli scienziati di vedere aspetti di questo universo che non sono mai stati scoperti finora. Diciotto larghi specchi esagonali collezionaranno e leggeranno i raggi infrarossi che sono prodotti da tuti gli oggetti nello spazio. Questo ci fornirà un modo per imparare di più circa le stelle lontane e anche sui i pianeti che non abbiamo ancora scoperto.

Per chi volesse maggiori informazioni sul James Webb Space Telescope potrò leggere di più qui, sulla pagina uffciale della NASA dove si parla di questo incredibile telescopio.

Altri articoli in News

MSI: arriva anche in Italia la serie Alpha, con processore a 7nm

Giuseppe Licciardi4 Novembre 2019

Nvidia: presentata ufficialmente la nuova serie GTX SUPER

Giuseppe Licciardi29 Ottobre 2019

Asus ROG: annunciati i nuovi alimentatori Strix da 650 e 750 W

Giuseppe Licciardi16 Ottobre 2019

Turtle Beach: presentato il nuovo amplificatore Atlas Edge

Giuseppe Licciardi8 Ottobre 2019

Oculus Connect: tutti gli annunci e tanti nuovi titoli per la realtà virtuale

Giuseppe Licciardi26 Settembre 2019

Sony a9: rilasciato un nuovo firmware update per l’ammiraglia Sony

Giuseppe Licciardi24 Settembre 2019