Montaggi, audio e file M4a

Speciali
Redazione
NerdPlanet.it, portale di notizie ed intrattenimento online in forte crescita ed espansione che fornisce ai suoi followers notizie, anteprime, recensioni, pareri, servizi speciali e rubriche d’informazione su tutti i temi che coinvolgono nerd, geek ed appassionati di ogni tipo.

NerdPlanet.it, portale di notizie ed intrattenimento online in forte crescita ed espansione che fornisce ai suoi followers notizie, anteprime, recensioni, pareri, servizi speciali e rubriche d’informazione su tutti i temi che coinvolgono nerd, geek ed appassionati di ogni tipo.

Tempo di lettura: 2 minuti

Chi bazzica il mondo videoludico spesso e volentieri ama anche catturare i propri gameplay ed elaborarli per essere poi caricati su social e canali Youtube.

La cattura video, così come lo streaming sono diventati una nuova forma di intrattenimento, così come un nuovo modo di giocare. Affrontare un videogioco retrò o il titolo del momento con l’idea di proporlo a un’utenza di spettatori è ben diverso che giocare da solo, è un ritorno al salotto con gli amici che guardano, solo che il salotto è diventato la rete!

Ecco che, se vogliamo creare contenuti di qualità diventa necessario fare un po’ di editing ai video che caricheremo, la stessa cosa vale ovviamente per l’audio.

Attraverso programmi come Movavi, potremo facilmente gestire i nostri montaggi video e caricare le tracce musicali. Il problema che si può presentare è però quello dei formati, per esempio il formato audio M4a, variante dell’mp4 un po’ più ostica da elaborare per buona parte dei player.

Convertire con Movavi

Se tra le tracce che volete utilizzare nei vostri lavori c’è un M4a, è buona idea convertirlo in un formato più semplice e malleabile. Questa operazione vi permetterà così di valutare il vostro audio prima di caricarlo, ascoltarlo su vari player e dispositivi, così come di gestire al meglio le vostre tracce musicali e uniformare il formato del sonoro che andrete a elaborare.

Sì ma come fare?

Torna in mostro aiuto Movavi, con il suo tutorial dedicato alle conversioni. Ecco che in pochissimi click potremo trasformare il nostro file M4a, campionato magari col telefonino o ottenuto dal web in un comodo file mp3. L’editing e il montaggio diventeranno così ancora più facili, così come l’estrapolazione di tracce audio dai nostri videogiochi preferiti da utilizzare poi come effetti sonori per streaming e contenuti web.

Il mondo dell’editing e delle conversioni non è mai stato così vivo come oggi, grazie alla costante interattività e ai canali di streaming e caricamento video ove la fantasia non ha più confini e l’originalità, assieme alla capacità di modificare e montare filmati e tracce sempre più particolari, viene premiata dall’utenza.

Altri articoli in Speciali

NerdPlanet cerca nuovi newser e redattori per la sezione Tech

Redazione26 Aprile 2019

Stadia, il nuovo servizio futuristico di Google – Ecco il recap della conferenza

Salvo Privitera19 Marzo 2019

Acronis: Una scelta di libertà è il mondo del cloud ibrido

Carmen Graziano28 Giugno 2018

[SPECIALE] Dubai, Cina e Giappone rilasciano robot dalle sembianze umane

Carmen Graziano11 Giugno 2018

GPU Burning Test : Entry Level – Ottobre 2017

Alessandro Guida18 Ottobre 2017

[SPECIALE] Youtube: come l’intelligenza artificiale ha migliorato il servizio

Federico Marsili5 Settembre 2017