Vikings 4×20: Un nuovo inizio

Recensioni
Davide Montalto
Davide nasce a Trapani nel luglio del 1995, all’età di 5 anni si trasferisce a Brescia dove vive tutt’ora. Fin da piccolo è appassionato di videogames e serie TV/film, la prima console è stato lo storico nintendo DS Lite, che conserva ancora gelosamente. Dai 15 anni si avvicina al mondo delle serie TV, usando il tempo libero disponibile per l’infinito recupero delle puntate. Da qualche anno si è avvicinato al mondo della MARVEL [..]

Davide nasce a Trapani nel luglio del 1995, all’età di 5 anni si trasferisce a Brescia dove vive tutt’ora. Fin da piccolo è appassionato di videogames e serie TV/film, la prima console è stato lo storico nintendo DS Lite, che conserva ancora gelosamente. Dai 15 anni si avvicina al mondo delle serie TV, usando il tempo libero disponibile per l’infinito recupero delle puntate. Da qualche anno si è avvicinato al mondo della MARVEL [..]

Tempo di lettura: 6 minuti

Siamo giunti finalmente ( un pò a malincuore) al finale della quarta stagione di Vikings. Abbiamo passato 10 settimane in compagnia dei nostri vichinghi, tra gioie, dolori ( che ancora non sono finiti) lutti, e chi più ne ha più ne metta.

SE NON SIETE IN PARI CON GLI EPISODI VI CONSIGLIAMO CALDAMENTE DI NON PROSEGUIRE CON LA LETTURA

zj0Bf5s4byKMEzUa1SDnrYMJYZA

NEL NOME DI RAGNAR

Ci eravamo lasciati con l’immagine di Aehelwulf che, stanco di essere preso in giro dall’orda di vichinghi, si lancia alla carica. Siamo alla battaglia decisiva, quella dove si decide tutto. La vendetta finalmente è arrivata. Finalmente dopo 9 puntate riusciamo a vedere una battaglia, nel classico stile che contraddistingue Vikings: teste mozzate, sangue ovunque, ferocia animale.

Nella battaglia vengono inquadrati principalmente i 5 fratelli, che combattono come dei leoni, inarrestabili, e Aehelwulf, che vede la sua armata cadere, come pedoni di una scacchiera. Dopo poche ore di scontro, il principe sa che non ha nemmeno la minima possibilità di vincere contro un’armata di inarrestabili vichinghi, e ordina la ritirata. La battaglia è quindi vinta dai fratelli, grazie soprattutto all’astuzia di Ivar nell’ideare il piano di attacco. Esultano tutti tranne Bjorn, che sa bene che l’impresa non è ancora compiuta al 100%.

mqdefault

Infatti Aehelwulf si ritira a palazzo con gli uomini rimasti, cercando di guadagnare tempo e permettere alla gente del regno di scappare. Soprattutto egli vuole salvare la moglie e i due figli, e stranamente anche il padre, che lui ama nonostante tutto quello che gli abbia fatto.

IL MIO POSTO E’ QUI

Re Ecbert però sembra non essere intenzionato a partire con la famiglia: egli vuole restare al suo posto, dicendo infatti che deve fare ancora “qualcosa”.Vorrà forse sacrificarsi per la famiglia, in modo che essa possa scappare? Vorrà per l’ultima volta adempiere al suo ruolo? In realtà non si capisce moltissimo, ma pensiamo che Ecbert abbia deciso di restare consapevole del fatto che i figli di Ragnar sono venuti per lui, quindi trovandolo li, avrebbero avuto la loro vendetta e lasciato in pace la sua famiglia.

images

Prima di partire però, Ecbert abdica a favore del figlio Aehelwulf, che diventa il Re dei Re, sovrano di tutti i regni posseduti dal padre. Che sia un’altra azione strategica, quella di abdicare in favore del figlio? Lo capiremo tra poco.

Raccolte le ultime cose, in fretta e furia, tutti partono, lasciando il castello deserto: tutti tranne ovviamente Ecbert e il Vescovo, che decide di restare, in quanto luogo sacro.

ADDIO, CUORE MIO

Nel caos generale, nessuno si accorge che Helga e la giovane ragazzina da lei presa come figlia, sono in giro per il castello. Tuttavia Floki sente la moglie canticchiare in lontananza e inizia a cercarla. Ma in quel preciso momento accade qualcosa, qualcosa che distruggerà Floki completamente: la ragazzina esce un pugnale nascosto, uccidendo Helga e poi se stessa. Vediamo come questa ragazzina, non aveva mai perdonato cosa era stato fatto alla sua famiglia, vendicandosi al momento propizio su Helga, che, paradossalmente, non aveva fatto niente se non salvarla da una morte certa.

Poco dopo Floki trova Helga, si getta ai suoi piedi nel disperato tentativo di salvarla: ma non c’è più nulla da fare, Helga è morta. L’unica donna che lo amava, l’unica che lo capiva, l’amore della sua vita, il suo cuore, non c’era più. Assistiamo anche alla straziante e singolare scena del “funerale” in quanto stranamente Floki non brucia il corpo della moglie, ma lo seppellisce, giurandogli che prima o poi, si rivedranno.

sdfsdfdfdfdfdf

Questo causa in Floki la sua fine, ormai non ha più niente, infatti come dice a BjornAnche io sono morto Bjorn, una parte di me è morta con mia figlia Angrboda,una seconda parte con la morte di Ragnar e l’ultima parte di quello che era Floki, è morto con la mia dolce Helga. Adesso non sono nulla” Dopo aver detto ciò, si alza verso il ragazzo, come per salutarlo, dicendogli che ” tutto questo nulla lo dona agli dei, perchè ne facciano ciò che vogliono” e se ne va. Non sappiamo cosa succederà, in quanto non vedremo più Floki per il resto dell’episodio.

LA VENDETTA E’ COMPIUTA

Durante il saccheggio del castello, Ecbert esce allo scoperto, e viene immediatamente riconosciuto da Bjorn e imprigionato. Come nelle volte passate, i fratelli si riuniscono per decidere la sorte de Re ( che re non è più). Mentre Bjorn e Ubbe sono per cercare un’accordo, al fine di raggiungere l’obbiettivo del defunto padre, ovvero quello di creare insediamenti in quella terra, Ivar (che vuole ucciderlo personalmente) e Sigurd sono propensi a riservare a Ecbert lo stesso trattamento di Re Aelle.

Ecbert però prende parola e fa loro una proposta: egli, essendo re, gli concederà il dominio su alcune terre, se accetteranno, egli poi gli dirà cosa vuole in cambio. Dopo averne discusso, i fratelli accettano e Ecbert pone l’unica condizione di scegliere egli stesso il modo in cui morire. Firmante queste carte per le concessioni, Ecbert decide di togliersi la vita da solo, nella vasca del palazzo.

hqdefault

Quello che però i nostri ragazzi non sanno è che Ecbert non è più il Re, quindi le carte da lui firmate non hanno nessun valore. Anche a un passo dalla morte, Ecbert ha giocato d’astuzia, riuscendo a salvare la sua gente e a lasciare in mano ai vichinghi un pezzo di carta straccia.

MAI FARE ARRABBIARE IVAR

Ogni conquista che si rispetti è seguita da un ricco banchetto, che i vichinghi fanno nel cortile del palazzo conquistato. Poco dopo però Ivar solleva la questione del ” non voler fare il contadino” e di andare avanti a razziare, possedendo una possente armata. Bjorn invece non resterà, in quanto il suo destino è altrove, nel mar mediterraneo. Come ben sappiamo, non corre buon sangue tra Ivar e Sigurd, che infatti iniziano a discutere animatamente. Sigurd offende pesantemente il fratello, il “senza ossa”, mentre Ubbe molto preoccupato intima a Sigurd di smettere, ma egli non lo ascolta e continua incessantemente.

Ad un certo punto però, Ivar, fuori controllo, afferra l’ascia e la scaglia contro il fratello, che, ferito mortalmente, muore pochi istanti dopo. Compare sul viso di Ivar un’espressione scioccata, come se si fosse reso conto solo poco dopo di aver ucciso suo fratello, espressione che però scompare con altrettanta facilità, lasciando il posto a quella d’odio. Era forse a questo che si riferiva Ubbe, alcune puntate fa, dicendo che egli stesso aveva paura del suo fratello storpio? Per ora sappiamo soltanto che da 5, i figli di Ragnar sono diventati 4. Sigurd, serpente nell’occhio ( ma questa famosa serpe la fanno intravedere solo quando muore?), è morto.

download

UNA FIGURA MISTERIOSA

Gli ultimi istanti del finale di stagione sono dedicati alla comparsa di un nuovo personaggio, di cui non sappiamo quasi nulla. L’unica cosa che riusciamo a dedurre è che è un uomo di chiesa, che però non va tanto d’accordo con le regole della stessa. Chi sarà mai questo misterioso personaggio? Che cosa c’entra con i nostri vichinghi? Quale sarà il destino dei 4 fratelli?

Ora inizierà il countdown per l’attesa dell’inizio della quinta stagione, di cui si sa molto poco. Noi ci diamo appuntamento ad ulteriori news e approfondimenti sul meraviglioso mondo di Vikings.

159663

Vikings- Quarta Stagione

7.6

Storia

6.5/10

Regia

8.0/10

Interpretazione

7.5/10

Colonna Sonora

7.5/10

Godibilità

8.5/10

Pros

  • Non si sente molto la mancava del ormai ex personaggio principale
  • Ottima colonna sonora
  • Buona caratterizzazione dei nuovi personaggi ma....

Cons

  • ...Inutilità di alcuni personaggi
  • Assenza quasi totale di battaglie
  • Storia che si discosta in alcuni punti dalle reali vicende storiche

Altri articoli in Recensioni

Stranger Things 3 Recensione, non è solo il Sottosopra

Martina Cofano6 Luglio 2019

Recensione Jessica Jones – Stagione 3, qual è la differenza tra il bene e il male?

Martina Cofano23 Giugno 2019

Recensione Black Mirror 5, il presente è davanti a noi

Martina Cofano4 Giugno 2019

Recensione Come Vendere Droga Online (in fretta), web e realtà finalmente si scontrano?

Martina Cofano3 Giugno 2019

Recensione Rilakkuma e Kaoru, un Giappone in stop motion

Martina Cofano18 Maggio 2019

Tuca&Bertie, la recensione della serie Netflix – NO SPOILER

Martina Cofano7 Maggio 2019