Tredici, stagione 2- Nuovi dettagli e numero di episodi

News
Giorgio Paolo Campi
Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta". E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta". E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Tempo di lettura: 4 minuti

In una recente intervista, i protagonisti della celebre serie TV Tredici hanno rivelato nuovi dettagli sulla seconda stagione.

Tredici (in originale 13 Reasons Why) è stato finora uno dei maggiori casi televisivi dell’’anno, se non il maggiore. Basata sul romanzo Thirteen Reasons Why di Jay Asher (2007), la serie (rilasciata in tutto il mondo il 31 marzo 2017 su Netflix) è dotata di un apparato tecnico di tutto rispetto, dovuto soprattutto allo sviluppatore e maggiore scrittore Brian Yorkey e alle regie che si sono intervallate nella direzione dei tredici episodi: sono notevoli soprattutto la fotografia (con il suo contrasto di toni freddi e caldi a seconda della rappresentazione di presente o flashback), alcune soluzioni registiche e l’impianto narratologico complessivo.

Tredici però non ha raggiunto la notorietà grazie a questi meriti, ma ha conquistato il cuore di un amplissimo pubblico per le tematiche scomode e scottanti di cui tratta: depressione, bullismo, forme di socialità distorta, sensibilità personale e molte altre problematiche adolescenziali. Le tredici puntate della prima stagione corrispondono infatti a tredici lati di audiocassette, ascoltate da Clay Jensen (Dylan Minnette), su cui l’amica Hannah Baker (Katherine Langford) incide la sua voce, descrivendo le varie vicissitudini che l’hanno condotta ad un tragico suicidio, senza sollevare alcun conoscente dalle proprie responsabilità personali.

Tredici ha saputo descrivere in maniera cruda e tenera al contempo (non senza un po’ di retorica) una realtà purtroppo più che diffusa oggi, e non soltanto negli Stati Uniti, dove la serie è ambientata, tanto che ha sollevato l’interesse non solo di adolescenti, target di pubblico principale, ma anche di adulti di ogni età, psicologi e specialisti del settore, ed è riuscita a suscitare un’accoratissima partecipazione emotiva e di riflessione sui problemi trattati che è andata ben oltre la serie, diffondendo un’ondata di discussioni sul web e impattando con violenza a livello sociale, su tutto il mondo.

La serie avrebbe dovuto apparentemente presentarsi come autoconclusiva nelle tredici puntate: dal momento che si tratta di un suicidio, infatti, una volta terminata la vicenda delle tredici cassette ci si dovrebbe aspettare una conclusione definitiva. Nell’ultima puntata, però, sembra implicito il suggerimento che la trama non si sia ancora conclusa: la narrazione viene lasciata complessivamente spalancata, e l’attenzione si concentra soprattutto su due cliffhanger: Alex Standall (Miles Heizer) ha tentato il suicidio a sua volta; Tyler Down (Devin Druid), nasconde alcune armi da fuoco in camera sua.

La notizia di un proseguimento non ha tardato a farsi sentire, e lo scorso maggio venne annunciata una seconda stagione della serie. Finora, erano pochissimi i dettagli conosciuti a riguardo, ma in alcune dichiarazioni fatte durante un’intervista a ET i due protagonisti maggiori, Katherine Langford (Hannah Baker) e Dylan Minnette (Clay Jensen), senza troppo sbottonarsi, hanno fatto luce su un importante punto: la seconda stagione non si discosterà molto dalla prima.

Queste le parole della Langford:

Sono eccitata di tornare a lavorare con le persone a cui voglio bene, perché voglio bene a tutti in questo show. Però è anche, penso, davvero eccitante che siamo riusciti a continuare il discorso che avevamo cominciato con la prima stagione

Questa continuità (insieme narrativa e d’intenti) traspare anche dalle affermazioni di Minnette:

In realtà non siamo ancora nemmeno a metà del lavoro, ma ci stiamo arrivando

Penso che, di nuovo, stiano raccontando una storia che reputiamo ci sia bisogno di essere raccontata e raccontare, e fare il miglior lavoro possibile, come l’ultimo anno […] Tutto quello che posso dire è, credo che continueremo il discorso dalla stagione uno”.

Uno dei membri maggiori della produzione, a sua volta nota attrice e cantante, Selena Gomez, ha rilasciato delle dichiarazioni sulla seconda stagione in linea con quanto già detto dai due interpreti:

“[…] nella seconda stagione, rispondiamo a molte domande che erano emerse, e penso che se il nostro show è in grado di sollevare una conversazione durante una cena – anche se è solo ‘E’ terribile’ o ‘E’ stato figo’ – ciò è comunque cominciare una conversazione”.

Tredici 2 dovrebbe uscire nel corso dell’anno prossimo, 2018. Per l’organizzazione delle puntate chiaramente non si potrà più fare ricorso all’espediente narrativo delle audiocassette, perciò l’impostazione sarà sicuramente differente: finora questa seconda stagione è composta da soli sei episodi. Non è certo se dureranno di più rispetto a quelli della prima.

Fonte: ET

Altri articoli in News

Marvel’s Helstrom: La serie per Hulu è stata cancellata prima della messa in onda?

Alessio Lonigro22 Aprile 2020

Marvel: La compagnia interrompe gli accordi con due sceneggiatori a causa del coronavirus

Alessio Lonigro21 Aprile 2020

What If…?: La produzione della serie animata dei Marvel Studios sta continuando da remoto

Alessio Lonigro16 Aprile 2020

Agents of S.H.I.E.L.D: Enver Gjokaj tornerà nei panni di Daniel Sousa nella settima stagione

Alessio Lonigro15 Aprile 2020

Agents of S.H.I.E.L.D: Rivelata la data di uscita e la sinossi della settima ed ultima stagione

Alessio Lonigro14 Aprile 2020

Disney+: Un misterioso progetto legato agli X-Men è in fase di sviluppo?

Alessio Lonigro2 Aprile 2020