Stranger Things – Il ruolo di Will nella stagione 2 e news sulla stagione 3

News
Roberta Galluzzo
Sì è laureata in filosofia all'università di Salerno. Artista marziale di Wushu Kung Fu da 5 anni. Cinema, fumetti e videogiochi sono da sempre una sua passione irrinunciabile.

Sì è laureata in filosofia all'università di Salerno. Artista marziale di Wushu Kung Fu da 5 anni. Cinema, fumetti e videogiochi sono da sempre una sua passione irrinunciabile.

Tempo di lettura: 4 minuti

Manca ancora qualche mese prima che Stranger Things, serie cult del 2016, ritorni  in onda con la seconda stagione, ma fortunatamente iniziano già ad arrivare alcune interessanti informazioni dai collaboratori della serie riguardo a ciò che possiamo aspettarci nei prossimi episodi.

Ad un recente evento di Netflix, il regista e produttore esecutivo Shawn Levy ha rilasciato un’intervista nella quale alludeva al processo di realizzazione della seconda stagione, il quale includeva, a  detta sua tantissime idee di trama pensate per le nuove puntate, così tante da non bastare per una stagione sola.

Gli episodi sono stati scritti dai fratelli Duffer, che hanno compreso di avere in mente troppi eventi per nove episodi. Questo ci ha costretto a fare una scelta su cosa mandare in onda in questa stagione. Quindi una sorpresa è che non tutte le nostre fantastiche idee saranno trasmesse in una stagione … se avessimo avuto 40 idee per la stagione, ne avremmo utilizzate 30, e le altre sarebbero rimaste nella nostra mente, sperando di essere impiegate in stagioni future”.

stranger things

Possiamo quindi aspettarci che, se queste idee sono così eccellenti, Netflix avrà già dato il via libera per la terza stagione. Ma di questo attenderemo la conferma nei prossimi mesi.

Levy inoltre si è focalizzato  molto sui rapporti fra i personaggi, ritenendolo fondamentale all’interno della trama.

Per quanta densità in termini di storia ci sia nel nostro show, dobbiamo sostenere i personaggi – e i momenti e le relazioni tra i personaggi – più di tutto. Se smettessimo di essere ancorati ai personaggi e diventassimo puro genere, penso che arriveremmo al cuore pulsante di Stranger Things. Non si scrivono molti articoli su questo, ma penso che questi personaggi sullo schermo siano ciò che si apprezza di più”.

E parlando di personaggi, una novità che molti fan apprezzeranno nella prossima stagione sarà senz’altro il rilievo dato al giovane Will Byers (Noah Schnapp), che ha trascorso la quasi tutta la prima stagione intrappolato nel Sottosopra, comunicando con sua madre solo attraverso luci natalizie, per poi ricomparire sulla scena nelle battute finali della trama.

Quando abbiamo scritturato i ragazzi, abbiamo scritturato Noah Schnapp per il ruolo di Will Byers sapendo che sarebbe stato presente solo in una piccola parte della prima stagione, perché era scomparso. E lo abbiamo scritturato perché sapevamo che quel ragazzo era speciale. Anche se sapevamo di non aver bisogno delle sue piene capacità per la prima stagione,” ha assicurato Levy a proposito del giovane attore. 

“Will Byers occupa un posto davvero centrale nella seconda stagione. Noah si fa avanti in una maniera sconvolgente. Io e i fratelli Duffer, a seconda di chi sta dirigendo la puntata, continuiamo ad inviarci messaggi del tipo: ‘Cazzo, Noah sta andando alla grande!’ E noi sapevamo che ce l’aveva nel sangue e che questo è il momento giusto per farlo entrare nel cuore della storia”.

stranger things

Sappiamo già che seconda stagione comprenderà anche nuovi membri per il cast, tra cui Sean Astin, star del Signore degli Anelli e del cult d’avventura I Goonies. Abbiamo inoltre anche Drace Montgomery, dopo il successo di Power Rangers.

Levy commenta molto positivamente la loro presenza sul set di Stranger Things:

Direi che abbiamo ritenuto le performance dei nostri attori grandi fonti di ispirazione scritturando persone come Sean Austin, il ragazzo nuovo; Drace Montgomery, il ragazzo nuovo, Sadie Sink … non appena abbiamo visto il loro lavoro negli episodi, i fratelli Duffer, riconoscendo forza, hanno ritenuto necessario sostenere questi personaggi ancora di più nel corso dell’intera stagione. L’esempio perfetto è il fatto che, nella prima stagione, Steve Harrington doveva essere un personaggio più saltuario. Abbiamo visto il lavoro di Joe Keery e abbiamo deciso di premiarlo con una parte più consistente nella storia, più sfumature, più dimensione del personaggio. La stessa cosa sta accadendo con molti nuovi personaggi quest’anno”.

Non mancano a questa serie dei connotati fortemente sociali che sottolineano una condizione umana molto comune che è quella della “stranezza”, a tal proposito lo stesso Levy ha commentato:

La verità è che molti di noi provano sentimenti forti. Siamo desiderosi di usare Stranger Things, grazie alla sua popolarità, come una specie di podio o pulpito. E’ innegabile che il fondamento di Stranger Things sia sempre stato il tema degli emarginati. I ragazzi, gli adolescenti, gli adulti, tutti sono in parte feriti – quasi nessuno è a suo agio nella società in maniera normale, popolare. Credo che il motivo per cui lo show è stato accolto così bene, il motivo per cui Barb è stata accettata così bene, sia perché tutti ci sentiamo un po’ come quegli emarginati e perché la nostra serie mostra cosa ci sia di eroico nella differenza. Amo questa cosa del nostro show. Questo non è necessariamente un commento letterale di ciò che sta succedendo, ma se fosse un commento non intenzionale sul nostro tempo, ne sarei esaltato”.

Sappiamo che Stranger Things ha fatto breccia nel cuore di tutti perchè è una serie che può arrivare a tutti nella maniera più pura e semplice, a partire da una trama che trasforma il clichè in novità e che si avvale di personaggi che entrano pienamente in contatto con lo spettatore. Tutto ciò è un risultato enorme se si considera che l’ambientazione è risalente agli anni 80, al di fuori delle nostre attuali condizioni politiche e sociali.

La seconda stagione di Stranger Things debutterà il 31 ottobre con 9 episodi su Netflix.

Altri articoli in News

Marvel’s Helstrom: La serie per Hulu è stata cancellata prima della messa in onda?

Alessio Lonigro22 Aprile 2020

Marvel: La compagnia interrompe gli accordi con due sceneggiatori a causa del coronavirus

Alessio Lonigro21 Aprile 2020

What If…?: La produzione della serie animata dei Marvel Studios sta continuando da remoto

Alessio Lonigro16 Aprile 2020

Agents of S.H.I.E.L.D: Enver Gjokaj tornerà nei panni di Daniel Sousa nella settima stagione

Alessio Lonigro15 Aprile 2020

Agents of S.H.I.E.L.D: Rivelata la data di uscita e la sinossi della settima ed ultima stagione

Alessio Lonigro14 Aprile 2020

Disney+: Un misterioso progetto legato agli X-Men è in fase di sviluppo?

Alessio Lonigro2 Aprile 2020