Sex Education, Laurie Nunn spiega la scelta di Eric

News
Avatar
Freelance Journalist | Digital Marketing Specialist | Faccio cose, vedo gente
@https://twitter.com/AleLazyCampo

Freelance Journalist | Digital Marketing Specialist | Faccio cose, vedo gente

Tempo di lettura: 2 minuti

La seconda stagione di Sex Education è stata rilasciata da Netflix lo scorso 17 gennaio, a poco più di un anno di distanza dalla prima. Per la stessa volontà della sceneggiatrice Laurie Nunn, lo show in questo secondo capitolo è diventato a tratti più profondo e ha esplorato anche gli angoli più bui della vita dei personaggi, alle prese con i più comuni problemi degli adolescenti nel bene e nel male. Personaggi e trame si sono evoluti, per portare il pubblico a riflettere su determinate tematiche, dall’esplorazione della propria sessualità, il consenso e la violenza.

Leggi anche:  Microsoft: Xbox Game Studios in fase di esecuzione, ma si è "sempre aperti" a detta di Phil Spencer

Tra i protagonisti della seconda stagione troviamo Adam, il bullo figlio del preside che cercherà a tutti i costi di trovare la redenzione. “Adam è un personaggio solo. È così isolato ed è alla disperata ricerca di una connessione con altre persone e sbaglia sempre perché non gli viene davvero insegnato nulla da suo padre. Quindi, con la scuola militare, l’idea che avrebbe potuto essere davvero una cosa grandiosa per lui, abbiamo visto che inizia a diventare bravo in qualcosa, e poi alla fine tutto va di nuovo storto, e penso che questo sia uno schema ripetitivo per Adam”, ha spiegato Nunn. Sul futuro che avrà la relazione tra lui ed Eric, non si sbilancia: “Ci saranno sicuramente alcune persone del Team Adam e del Team Rahim. Volevo che fosse un’opzione altrettanto valida, e in realtà, alla fine, mi sento un po ‘spaventata per Eric con la sua scelta. In un certo senso lasciarlo con quel conflitto sarà interessante”.

Leggi anche:  Godfall: un utente su reddit ha postato un gameplay del titolo

Sex Education è stata una delle serie tv di maggior successo, dell’intero 2019 di Netflix. Capace di unire comicità a tematiche più profonde, riesce a dare un bello spaccato del mondo degli adolescenti con uno stile fresco e mai banale. Sembra un fatto quasi scontato il rinnovo per una terza stagione, anche se i tempi sono ancora poco maturi per avere conferme ufficiali.

Fonte: THR

Altri articoli in News

The Falcon and The Winter Soldier: P.J. Dillon (Vikings) sarà il direttore della fotografia

Alessio Lonigro21 Febbraio 2020

The Falcon and The Winter Soldier: Carl Lumbly interpreterà Isaiah Bradley nella serie TV?

Alessio Lonigro20 Febbraio 2020

Luke Cage: La terza stagione avrebbe portato il personaggio al “punto di partenza”

Alessio Lonigro20 Febbraio 2020

Moon Knight: Daniel Radcliffe smentisce i rumor che lo vorrebbero come Marc Spector

Alessio Lonigro19 Febbraio 2020

The Falcon and The Winter Soldier: Carl Lumbly (Supergirl) è entrato nel cast della serie TV

Alessio Lonigro19 Febbraio 2020

She-Hulk: Il Generale Ross si trasformerà nell’Hulk Rosso nella serie TV?

Alessio Lonigro18 Febbraio 2020