Pennywise è più spaventoso del Demogorgone: parola di Richie Tozier!

Cinema
Giorgio Paolo Campi
Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta". E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta". E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Tempo di lettura: 3 minuti

La giovanissima star di Hollywood Finn Wolfhard (classe 2002) ha vestito i panni di Mike Wheeler, uno dei protagonisti della serie TV rivelazione del 2016 che ha conquistato i cuori di moltissimi: Stranger Things.

Ambientata nel 1983 ad Hawkins, una fittizia cittadina dell’Indiana, la serie racconta della scomparsa di Will Byers e dell’avventura di un gruppo di ragazzini che, alla ricerca dell’amico rapito, deve lottare contro il Demogorgone, una creatura misteriosa proveniente dalla dimensione del Sottosopra; tutto questo è immerso in un’estetica anni ’80 e in un diffuso citazionismo nei confronti dei cult movie – soprattutto di fantascienza e horror – risalenti a quel periodo (La cosa, The Evil Dead, I Goonies, Stati di allucinazione, Star Wars, Scanners, Nightmare, solo per citarne alcuni).

La serie ottenne uno straordinario successo di critica e di pubblico, che gli valse il rinnovo per una seconda stagione, in uscita sulla piattaforma Netflix il 27 ottobre 2017.

Complessivamente, Stranger Things sembra essere stata molto influenzata da uno stilema narratologico tipicamente kingiano, ben visibile nel romanzo IT o nel racconto breve Il corpo, ovvero quello del gruppo di ragazzi costretti a fronteggiare una realtà apparentemente al di fuori della loro portata. Gli stessi fratelli Matt e Ross Duffer, creatori della serie, hanno più volte ribadito l’influsso che ha avuto sulla loro opera la lettura e la passione per l’autore.

Non stupisce perciò che lo stesso Wolfhard sia stato scritturato per vestire i panni di Richie Tozier, uno dei ragazzini membri del Losers’ Club nell’adattamento cinematografico del romanzo di King, IT.

Insieme con gli altri giovani membri del cast, Wolfhard ha rilasciato alcune dichiarazioni durante il celebre show televisivo Good Morning America, trasmesso sulla rete ABC. Paragonando i due mostri che in contesti diversi ha dovuto fronteggiare, Wolfhard sostiene che Pennywise sia capace di incutere maggior timore, di scatenare quasi un terrore ancestrale:

Si sarebbe potuto uccidere il Demogorgone per davvero, ma Pennywise è in grado di mutare forma in qualsiasi cosa ed è in un certo senso immortale. Penso che sia questo il motivo per cui incute terrore, perché è più che un semplice ‘essere’ ”.

Il film, prodotto da New Line Cinema e distribuito da Warner Bros., ha visto in cabina di regia l’argentino Andrés Muschietti, mentre si sono dedicati alla sceneggiatura Chase Palmer e Gary Dauberman.

Vestirà i panni di Pennywise lo svedese Bill Skarsgård. Tra gli altri membri del cast: Jaeden Lieberher (Bill Denbrough), Jeremy Ray Taylor (Ben Hanscom), Sophia Willis (Beverly Marsh), Wyatt Oleff (Stanley Uris), Chosen Jacobs (Mike Hanlon), Jack Dylan Grazer (Eddie Kaspbrak), Nicholas Hamilton (Henry Bowers).

La pellicola, prima di una bilogia, uscirà nelle sale statunitensi l’ 8 settembre 2017; in Italia, invece, dovremo attendere il 19 ottobre 2017.

Altri articoli in Cinema

Silver & Black: Gina Prince-Bythewood parla dello spin-off abbandonato di Spider-Man e di Disney+

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Spider-Man 3: Sony Pictures rimanda ufficialmente l’uscita del film con Tom Holland

Alessio Lonigro25 Aprile 2020

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth crede che i film Marvel riporteranno il pubblico in sala

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

Morbius: Tyrese Gibson è entusiasta di interpretare un personaggio Marvel

Alessio Lonigro24 Aprile 2020

X-Men: Tom Payne si candida al ruolo di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe

Alessio Lonigro23 Aprile 2020

Fantastic 4: Un concept art scartato dal film di Josh Trank rivela il design della Fantasti-Car

Alessio Lonigro23 Aprile 2020