Once Upon a Time 7×15: Sisterhood, la Recensione – NO SPOILER

Recensioni
Federica Vacca

Tempo di lettura: 3 minuti

La puntata di questa settimana è dedicata a Genoveffa e al suo rapporto con Gothel e la sorella Anastasia. Attraverso il solito alternarsi tra il presente e i flashback ambientati nella Foresta Incantata, ci viene narrato un altro frammento della vita di Genoveffa speranzosa di entrare nella congrega gestita da madre Gothel nella parte relativa ai flashback, e il suo tentativo di ritrovare Anastasia e soprattutto salvarsi la vita nel presente.

LA PROVA DI GOTHEL

Nella foresta incantata Genoveffa è determinata ad unirsi alla congrega di madre Gothel. Per questo motivo lei, insieme ad altre streghe, devono sottoporsi a una prova per selezionare la strega che avrà l’onore di occupare l’unico posto disponibile nel gruppo. Solo così infatti riuscirà ad avere l’appoggio necessario e poteri sufficienti per poter lanciare la maledizione e compiere la sua vendetta. Gothel cerca di mettere una contro l’altra le streghe pretendenti, spingendole a comportarsi all’opposto di ciò che una congrega di sorelle dovrebbe incoraggiare. Genoveffa ci viene mostrata diffidente e riluttante allo scontro con le altre streghe, determinata a raggiungere il suo scopo ma senza raggiungere la malvagità che era propria della Regina Cattiva delle prime stagioni.

UNA VIA DI FUGA

Nel presente Ivy (Genoveffa) è il nuovo obiettivo del killer di Hyperion Heights e per questo è disposta a tutto pur di trovare un modo per salvarsi, anche volesse dire sacrificare i suoi affetti più cari. Per questo motivo, dopo una conversazione con Facilier, Ivy si mette alla ricerca della sorellina dispersa che anche Gothel sta cercando.
Con l’avvicinarsi del finale della serie, gli autori stanno cercando di tirare le fila di questa stagione e di chiudere tutte le trame ed eventuali sottotrame per non lasciare nessun personaggio irrisolto. Sembra quasi vogliano concludere prima e in modo abbastanza sbrigativo e superficiale le storie dei personaggi arrivati per ultimi nella serie, per poter lasciare più spazio al finale di quelli storici.

OPERATION BROMANCE

Lucy e Regina, nel frattempo, continuano nel loro tentativo di tenere separati Jacinda e Henry per il bene di quest’ultimo. Se i due dovessero darsi il fatidico bacio del vero amore, infatti, si compierebbe la maledizione di Genoveffa e Henry morirebbe. E quale migliore modo per dimenticare un cuore infranto di una rimpatriata tra vecchi amici? Le due complici organizzano così l’incontro a sorpresa tra Henry e due suoi vecchi amici della Foresta Incantata, ma il destino ci mette lo zampino e soprattutto gli amici non sono più le stesse persone che erano prima della maledizione e uno di loro ha qualcosa da nascondere.

LA SVOLTA CRIME

Forse per inserire un elemento di novità in una stagione che ha molti aspetti decisamente, forse troppo, simili alla prima stagione, la serie sta prendendo una piega crime. Nelle ultime puntate un serial killer ha cominciato a prendere di mira alcuni abitanti di Hyperion Heights e Weaver e Rogers (Tremotino e Uncino) in quanto poliziotti si dedicano esclusivamente all’indagine per cercare prove ed indizi per risolvere il caso e proteggere i testimoni in pericolo. In alcuni momenti ci si dimentica quasi che si sta guardando Once Upon a Time, ma nonostante non sia una svolta particolarmente originale per la trama è comunque una novità all’interno della serie, che ci permette di vedere interagire personaggi che nelle stagioni precedenti avevano rapporti totalmente diversi.

La puntata di questa settimana rimane quindi abbastanza anonima, fatta eccezione per un unico colpo di scena finale. Le situazioni sembrano ripetersi all’infinito come lo scontro Genoveffa/Gothel e il continuo tira e molla amoroso tra Henry e Jacinda. Dopo sette stagioni forse non è rimasto molto da raccontare dei personaggi della Foresta Incantata, nonostante i nuovi ingressi e le nuove ambientazioni.

La settima e ultima stagione di Once Upon a Time va in onda il venerdì su ABC.

Once upon a time 7x15

6.6

Trama

6.0/10

Sviluppo dei personaggi

7.0/10

Effetti Speciali

7.0/10

Recitazione

7.0/10

Intrattenimento

6.0/10

Pros

  • Viene portata avanti la trama orizzontale
  • Vengono chiuse le singole trame dei personaggi

Cons

  • Le trame vengono concluse un po' frettolosamente
  • La serie si trascina senza nessun elemento eclatante nella storia

Altri articoli in Recensioni

Sex Education 2 Recensione, audace masterclass di vita

Martina Cofano7 Gennaio 2020

The Witcher Recensione, il secondo volto del destino targato Netflix

Martina Cofano20 Dicembre 2019

Atypical 3 Recensione, una seduta terapeutica con la famiglia Gardner

Martina Cofano6 Novembre 2019

Baby 2 Recensione, le luci della notte sopra Roma

Martina Cofano22 Ottobre 2019

El Camino Recensione, il ritorno del figliol prodigo

Martina Cofano17 Ottobre 2019

Disincanto 2 Recensione, il nuovo falso impero di Matt Groening

Martina Cofano26 Settembre 2019