Netflix – Al via con Stranger Things l’esperimento “merchandising”

News
Avatar
Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino, Matera e Padova. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino, Matera e Padova. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Tempo di lettura: 2 minuti

Quante volte abbiamo letto Originale Netflix nelle descrizioni dei titoli di punta della famosa piattaforma di streaming on line? Bene, tra poco, probabilmente, potremmo leggere questo famoso “motto” anche su t-shirt, giocattoli e fumetti. Proprio così, il colosso Netflix sta pensando di avviare la produzione del merchandising legato ai suoi titoli di punta.

Questa nuova mossa di promozione marketing, Netflix l’ha già avviata in fase sperimentale. Infatti, su Hot Topic Inc. è già partita la vendita di magliette, tazze, cappellini e bigiotteria ispirata alla serie Tv rivelazione dello scorso anno, Stranger Things. La strategia è ancora in via sperimentale, stando a quanto riferito dal portavoce di Netflix che ha detto: “Abbiamo dato il via a questa campagna promozionale poiché crediamo che ciò possa rendere più tangibile la fruibilità di uno show, è una via accurata per far interagire le persone con i nostri contenuti più popolari. Vorremmo produrre merchandising per far si che i nostri titoli diventino emblema dello spirito culturale che determina un’ epoca“.

download-2

La parola usata dal portavoce per descrivere ciò è stata zeitgeist, cioè quello che durante il romanticismo letterario veniva identificato con “lo spirito del tempo”, quindi Netflix vorrebbe diventare la spinta culturale volta a influenzare un’intera epoca. Probabilmente questa affermazione è davvero esagerata, ma rende chiara la grande determinazione che il colosso di streaming mette in tutto ciò che fa.

Sicuramente Netflix non è (o, per lo meno, non lo è ancora) una fabbrica di sogni, come può essere Disney, attorno al quale ruota una sconfinata produzione di merchandising trasversale a tutte le età. Staremo a vedere così ci riserverà in futuro Netflix e quali saranno le reali potenzialità di questa operazione marketing così tanto ambiziosa.

 

Altri articoli in News

Marvel’s Helstrom: La serie per Hulu è stata cancellata prima della messa in onda?

Alessio Lonigro22 Aprile 2020

Marvel: La compagnia interrompe gli accordi con due sceneggiatori a causa del coronavirus

Alessio Lonigro21 Aprile 2020

What If…?: La produzione della serie animata dei Marvel Studios sta continuando da remoto

Alessio Lonigro16 Aprile 2020

Agents of S.H.I.E.L.D: Enver Gjokaj tornerà nei panni di Daniel Sousa nella settima stagione

Alessio Lonigro15 Aprile 2020

Agents of S.H.I.E.L.D: Rivelata la data di uscita e la sinossi della settima ed ultima stagione

Alessio Lonigro14 Aprile 2020

Disney+: Un misterioso progetto legato agli X-Men è in fase di sviluppo?

Alessio Lonigro2 Aprile 2020