L’ombra dello scorpione: Katherine McNamara nel cast della serie tv dal romanzo di Stephen King

News
Stefano Dell'Unto

Tempo di lettura: 3 minuti

Katherine McNamara (Arrow) è entrata a far parte del cast della serie tv The Stand, tratta dal romanzo L’ombra dello scorpione di Stephen King, che sarà disponibile su CBS All Access negli USA. Interpreterà Julie Lawry, una ragazza con un lato ribelle proveniente da una piccola cittadina. Tra le new entry figurano anche Eion Bailey (Band of Brothers, Once Upon a Time), e Hamish Linklater (Legion). Bailey sarà Teddy Weizak, sopravvissuto alla superinfluenza e membro della comunità di Harold a Boulder, in Colorado. Linklater sarà il Dr. Ellis, colonnello dell’esercito e specialista di malattie infettive che sogna di fermare il supervirus e salvare il mondo.

Leggi anche:  Godfather of Harlem: il nuovo trailer della serie Epix

Come precedentemente riportato, James Marsden (X-Men, Westworld) sarà il texano Stu Redman, immune al virus Captain Trips che ha devastato il pianeta e diventa il leader di una comunità nota come la Zona Libera che deve affrontare il malvagio Randall Flagg. Amber Heard (Aquaman) sarà Nadine Cross, una vergine che crede che il suo destino sia quello di stara accanto a Flagg.

Il premio Oscar Whoopi Goldberg (Il colore viola, Ghost, Sister Act) sarà Madre Abagail, immune al virus e capo dei sopravvissuti di Boulder, in Colorado. Alexander Skarsgard (La Leggenda di Tarzan, Godzilla vs. Kong) sarà Randall Flagg, l’Uomo in Nero, malvagio leader della comunità rivale a Las Vegas.

Il premio Oscar Greg Kinnear (Qualcosa è cambiato) sarà Glen Bateman, un insegnante afflitto da artrite che si unisce a Stu per trovare Madre Abagail.

Odessa Young (Assassination Nation) interpreterà Frannie Goldsmith, una donna incinta che lascia la sua comunità devastata con un uomo di nome Harold Lauder ma finirà per innamorarsi di Stu. Henry Zaga (New Mutants) sarà Nick Andros, un giovane truffatore sordomuto.

Jovan Adepo sarà Larry Underwood, giovane musicista assetato di successo e sostanze illegali. Quando il virus si propaga, è costretto ad affrontare i suoi demoni e a trovare la sua strada nel nuovo mondo.

Owen Teague sarà Harold Lauder. Quando il virus distrugge la sua città, Harold va in cerca degli amici sopravvissuti insieme a Frannie Goldsmith. Anche se le sue intenzioni sono buone, la gelosia e l’infatuazione per Frannie minacciano di condurlo su una strada oscura.

Brad William Henke sarà Tom Cullen, compagno di viaggio di Nick Andros che ha una disabilità di sviluppo dovuta ad una caduta da bambino. Un’anima candida che sarà usato in modo strumentale nella lotta per la sopravvivenza.

Daniel Sunjata sarà Cobb, membro dell’esercito incaricato di sorvegliare Stu Redman mentre il governo cerca una cura per il virus.

Nat Wolff (Death Note) sarà Lloyd Henreid, un giovane delinquente che diventerà un accolito di Randall Flagg, l’Uomo in Nero.

Anche Marilyn Manson comparirà nella serie. Interpreterà anche una cover di The End dei Doors che farà parte della colonna sonora.

La serie composta da dieci episodi è scritta da Josh Boone (New Mutants) e Ben Cavell (SEAL Team). Boone dirigerà la serie. Stephen King sta scrivendo un finale alternativo della storia per la trasposizione.

Un errore informatico di un nanosecondo in un laboratorio del Dipartimento della Difesa genera una lettera a catena mortale per milioni di contatti casuali. Il nuovo mondo è privo di istituzioni e svuotato del 99% della popolazione. Un mondo in cui un pugno di sopravvissuti spaventati deve scegliere da che parte stare. Un mondo in cui il bene risiede sulle fragili spalle di Madre Abagail, di 108 anni, e i peggiori incubi sono incarnati nell’uomo dal sorriso letale e dai poteri innominabili: Randall Flagg, l’Uomo in Nero.

Stephen King: “Sono entusiasta e felice di vedere L’Ombra dello Scorpione prendere nuova vita su questa entusiasmante piattaforma. Le persone coinvolte sono uomini e donne che sanno esattamente cosa stanno facendo. Le sceneggiature sono dinamite. Il risultato sarà qualcosa di memorabile ed emozionante. Credo che il pubblico sarà trascinato in un mondo che spera non si avveri mai.”

Josh Boone è stato ingaggiato nel 2014 dalla Warner Bros. per dirigere un adattamento cinematografico de L’Ombra dello Scorpione. Il progetto si è evoluto in modi diversi. Prima si è parlato di un adattamento diviso in quattro film, poi di una miniserie tv in otto parti per introdurre un solo film.

L’ombra dello scorpione, titolo italiano di The Stand, è uscito nel 1978 ed è stato trasposto in una miniserie tv del 1994 e in una serie a fumetti della Marvel partita nel 2010.

Fonte: Variety

NerdPlanet consiglia...
Se volete recuperare il primo adattamento televisivo, lo trovate qui.

Altri articoli in News

Marvel’s Helstrom: La serie per Hulu è stata cancellata prima della messa in onda?

Alessio Lonigro22 Aprile 2020

Marvel: La compagnia interrompe gli accordi con due sceneggiatori a causa del coronavirus

Alessio Lonigro21 Aprile 2020

What If…?: La produzione della serie animata dei Marvel Studios sta continuando da remoto

Alessio Lonigro16 Aprile 2020

Agents of S.H.I.E.L.D: Enver Gjokaj tornerà nei panni di Daniel Sousa nella settima stagione

Alessio Lonigro15 Aprile 2020

Agents of S.H.I.E.L.D: Rivelata la data di uscita e la sinossi della settima ed ultima stagione

Alessio Lonigro14 Aprile 2020

Disney+: Un misterioso progetto legato agli X-Men è in fase di sviluppo?

Alessio Lonigro2 Aprile 2020