News
Avatar
Di formazione umanistica, faccio lo speaker radiofonico, il webmaster, il mediatore interculturale, il blogger e, per passione scrittore e poeta. Ho una grande passione per il cinema e le serie TV (prevalentemente con tematiche fantascientifiche)
@https://twitter.com/armandodicarlo0

Di formazione umanistica, faccio lo speaker radiofonico, il webmaster, il mediatore interculturale, il blogger e, per passione scrittore e poeta. Ho una grande passione per il cinema e le serie TV (prevalentemente con tematiche fantascientifiche)

Tempo di lettura: 3 minuti

Ancora non conosciamo la data di rilascio della serie TV Killing Eve in Italia né dove verrà trasmessa (anche se presumibilmente andrà in onda sui canali Fox della piattaforma Sky), ma noi di NerdPlanet simo sicuri che presto ne sentiremo parlare. Per questo motivo vogliamo raccontarvi, senza spoilerare nulla, tutto ciò che sappiamo su questa nuova serie (per altro già confermata per una seconda stagione).

Protagoniste e Cast

Sia la protagonista che la controparte (il villain) di questo thriller sono donne. Abbiamo rispettivamente, nel ruolo di Eve Polastri, addetta alla sicurezza del MI5 (servizi segreti inglesi), Sandra Oh (l’attrice canadese nota per aver interpretato Cristina Yang in Grey’s Anatomy) e in quello di Villanelle, serial killer internazionale che lavora su commissione, Jodie Comer (attrice britannica interprete di Chloe Gemell in My Mad Fat Diary). Ospite dello show anche il nostro Remo Girone, che vestirà i panni di una delle vittime designate da Villanelle in un episodio che si svolgerà a Firenze.

Nel cast figurano anche Kirby Howell-Baptiste nei panni di Elena l’assistente di Eve, Fiona Shaw di True Blood, Kim Bodnia di The Bridge, David Haig di Penny Dreadful, Sean Delaney e Owen McDonnell.

La tragicommedia (eh sì, suona strana questa definizione per descrivere una serie TV ma così è) è da pochi giorni in programmazione sui canali BBC America ma ha già conquistato pubblico e critica di quel paese. Anche per l’Inghilterra sarà trasmessa dalla BBC, mentre per l’Europa centrale ed orientale i diritti sono stati acquistati da HBO Europe.

Gli ingredienti per un successo

Non è certamente cosa automatica che il consenso di un pubblico diverso dal nostro (anche se la tendenza europea all’omologazione culturale con quella americana sembra inarrestabile) coincida con un altrettanto deciso successo in Italia, però, tralasciando le mode del momento, la serie TV sembrerebbe avete tutte le carte in regola per un successo globale. Killing Eve si avvale di svariati registri stilistici, che spaziano dal drammatico al comico, dal thriller alla spy story, dall’umorismo nero al romanticismo, mescolato con non poca satira sociale, senza trascurare l’ingrediente segreto, il tema caldo del momento che è quello sulla violenza di genere (non a caso parliamo di una serie tutta al femminile).

Altro fondamentale valore aggiunto è costituito dalla stessa creatrice della serie, Phoebe Waller-Bridge, trentaduenne attrice e sceneggiatrice londinese già nota per Crashing (disponibile su Netflix) e per Fleabag (disponibile su Amazon Prime Video) che qui figura come showrunner e produttrice esecutiva e per la serie ha adattato alcuni romanzi scritti da Luke Jennings. I meriti a lei riconosciuti sono quelli di saper caratterizzare i propri personaggi e calarli in situazioni paradossali, di mostrare con naturalezza gli imbarazzi della vita quotidiana, le nevrosi, lo smarrimento di una generazione di trentenni che non hanno le stesse garanzie dei propri padri a livello socio-economico.

Trama

Eve è un’annoiata e intelligente operatrice di servizi di sicurezza che, mal digerendo il proprio lavoro di scrivania, fantastica di essere una spia. Il pretesto per entrare in azione le è dato dall’omicidio di un politico russo a Vienna, per questa circostanza sarà incaricata di proteggere la fidanzata della vittima, in quanto testimone dell’assassinio. Eve non si limiterà a questo ma inizierà ad indagare sul caso, scatenando così liti con Niko (il marito) e conflitti con i suoi superiori.

Jodie Comer, invece, farà la parte della cattiva Villanelle, una psicopatica serial killer che viene descritta come creativa, elegante e intelligente. Tra le due donne si creerà un legame indissolubile, l’una sempre più ossessionata dell’altra, e daranno vita ad un continuo gioco di caccia fra spie.

Sarà interessante vedere quanto questa trama riuscirà a tenerci col fiato sospeso. Dalla parte di chi saremo? Dell’annoiata Eve che si trasforma da un giorno all’altro in una paladina della giustizia? O, ancora saremo affascinati dal personaggio della bella Villanelle, che trova piacere solo nel porre fine alla vita degli altri esseri umani?

Altri articoli in News

Marvel’s Helstrom: La serie per Hulu è stata cancellata prima della messa in onda?

Alessio Lonigro22 Aprile 2020

Marvel: La compagnia interrompe gli accordi con due sceneggiatori a causa del coronavirus

Alessio Lonigro21 Aprile 2020

What If…?: La produzione della serie animata dei Marvel Studios sta continuando da remoto

Alessio Lonigro16 Aprile 2020

Agents of S.H.I.E.L.D: Enver Gjokaj tornerà nei panni di Daniel Sousa nella settima stagione

Alessio Lonigro15 Aprile 2020

Agents of S.H.I.E.L.D: Rivelata la data di uscita e la sinossi della settima ed ultima stagione

Alessio Lonigro14 Aprile 2020

Disney+: Un misterioso progetto legato agli X-Men è in fase di sviluppo?

Alessio Lonigro2 Aprile 2020