Gundam Ironblooded Orphans – 2×17 Regolamento di conti

Recensioni
Alessandro d'Amito
Siberian89 o, per gli amici Sib. Geek blogger, amante di film, giochi, serie tv, fumetti, romanzi, Magic the Gathering, Hearthstone. Fanatico Caotico.
@Siberian89

Siberian89 o, per gli amici Sib. Geek blogger, amante di film, giochi, serie tv, fumetti, romanzi, Magic the Gathering, Hearthstone. Fanatico Caotico.

Tempo di lettura: 2 minuti

Questo episodio di Gundam Ironblooded Orphans è stato forse uno dei più soddisfacenti di questa seconda stagione. Dopo l’ultimo omicidio orchestrato al solo scopo di svegliare il can che dorme, non ci si può stupire se la Brigata Tekka ha reagito con una violenza inaudita.

Regolamento di conti, titolo di questa diciassettesima puntata, ci catapulta direttamente nel vivo dell’azione. Dopo aver abbandonato Teiwaz per non causare problemi con questa ritorsione, la Brigata Tekka schiera tutte le sue forze e i sui tre Gundam per schiacciare Jasley. Abbiamo anche l’occasione di vedere per la prima volta in azione il nuovo Gundam Barbatos Lupus Rex ed è qualcosa di incredibilmente esaltante.

Gundam Ironblooded Orphans

Non solo la battaglia scorre senza grossi intoppi, soprattutto per la mancanza del supporto di Iok al membro numero due di Teiwaz, ma la conclusione è rapida e senza ripensamenti. Una volta consumata la vendetta, abbiamo anche una frazione di secondo per renderci conto che, nonostante la breve soddisfazione, i membri di Turbine non torneranno in vita.

Ma questa violenta battaglia, per quanto occupi la maggior parte dell’episodio, non è l’aspetto più importante. La rottura della Brigata Tekka con Teiwaz e la mancanza di Iok a supporto di Jasley sono i primi tasselli di quello che è l’inizio di un nuovo arco narrativo, probabilmente l’ultimo della serie. All’interno di Gjallarhorn è infine scoppiata la tanto attesa rivoluzione e per Orga è giunto il momento di schierarsi inequivocabilmente al fianco di McGills.

Gundam Ironblooded Orphans 2x17

Violenta, soddisfacente e punto di svolta, questa è forse una delle puntate di Gundam Ironblooded Orphans che più hanno premiato lo spettatore, lasciando intravedere quanto le situazioni siano cambiate dall’inizio della serie e quanto i personaggi stessi non siano quello che erano all’inizio.

Altri articoli in Recensioni

Sex Education 2 Recensione, audace masterclass di vita

Martina Cofano7 Gennaio 2020

The Witcher Recensione, il secondo volto del destino targato Netflix

Martina Cofano20 Dicembre 2019

Atypical 3 Recensione, una seduta terapeutica con la famiglia Gardner

Martina Cofano6 Novembre 2019

Baby 2 Recensione, le luci della notte sopra Roma

Martina Cofano22 Ottobre 2019

El Camino Recensione, il ritorno del figliol prodigo

Martina Cofano17 Ottobre 2019

Disincanto 2 Recensione, il nuovo falso impero di Matt Groening

Martina Cofano26 Settembre 2019