Gundam Ironblooded Orphans – 2×14 Consigli

Recensioni
Alessandro d'Amito
Siberian89 o, per gli amici Sib. Geek blogger, amante di film, giochi, serie tv, fumetti, romanzi, Magic the Gathering, Hearthstone. Fanatico Caotico.
@Siberian89

Siberian89 o, per gli amici Sib. Geek blogger, amante di film, giochi, serie tv, fumetti, romanzi, Magic the Gathering, Hearthstone. Fanatico Caotico.

Tempo di lettura: 2 minuti

Ecco finalmente finita la lunga pausa (ben venti giorni) di Gundam Ironblooded Orphans con la quattordicesima puntata della seconda stagione, intitolata Consigli.

Sin dall’inizio è chiaro che l’episodio sarà incentrato sui personaggi e finisce sotto le luci della ribalta il capofamiglia di Turbine, Naze. Come più o meno fatto capire nella nona puntata, sarà proprio l’alleato di Orga a dover pagare per tutto il successo che la Brigata Tekka sta accumulando.

Gundam Ironblooded Orphans 2×14 Consigli

Guidato da malumori interni a Teiwaz, Iok viene manipolato per spostare la sua attenzione dall’intoccabile organizzazione guerrigliera, protagonista di Gundam Ironblooded Orphans, ad un più scoperto e vulnerabile Naze. Grazie al suo impareggiabile acume, Iok si lascia abbindolare facilmente, finendo per fare il gioco di Jasley e liberandolo dalla concorrenza dei Turbine.

Ripercorriamo anche tutta la storia di come Naze abbia effettivamente fondato Turbine e di come sia finito per essere il marito di un’intera flotta gestita da donne. Tutta questa attenzione può significare solo una cosa: la famiglia di Naze è in serio pericolo e prima della fine della saga, qualcuno di loro morirà.

Gundam Ironblooded Orphans 2×14 Consigli

Sapendo come giocano generalmente le serie tv e gli anime in questi casi, la puntata è costruita per trasmettere apprensione e per tenere sulle spine pur senza coinvolgere combattimenti, almeno per ora, ma semplicemente approfondendo la storia e i rapporti di alcuni personaggi.

Con questo episodio, Gundam Ironblooded Orphans ritorna alla trasmissione settimanale con una grinta difficilmente eguagliabile, giocando con lo spettatore e le sue aspettative. Non ci resta che aspettare lunedì prossimo per vedere come si evolverà la situazione.

Altri articoli in Recensioni

Sex Education 2 Recensione, audace masterclass di vita

Martina Cofano7 Gennaio 2020

The Witcher Recensione, il secondo volto del destino targato Netflix

Martina Cofano20 Dicembre 2019

Atypical 3 Recensione, una seduta terapeutica con la famiglia Gardner

Martina Cofano6 Novembre 2019

Baby 2 Recensione, le luci della notte sopra Roma

Martina Cofano22 Ottobre 2019

El Camino Recensione, il ritorno del figliol prodigo

Martina Cofano17 Ottobre 2019

Disincanto 2 Recensione, il nuovo falso impero di Matt Groening

Martina Cofano26 Settembre 2019