Gundam Ironblooded Orphans – 2×09 L’ascesa di Vidar

Recensioni
Alessandro d'Amito
Siberian89 o, per gli amici Sib. Geek blogger, amante di film, giochi, serie tv, fumetti, romanzi, Magic the Gathering, Hearthstone. Fanatico Caotico.
@Siberian89

Siberian89 o, per gli amici Sib. Geek blogger, amante di film, giochi, serie tv, fumetti, romanzi, Magic the Gathering, Hearthstone. Fanatico Caotico.

Tempo di lettura: 2 minuti

Come la calma prima della tempesta, Mobile Suit Gundam: Ironblooded Orphans si prende quasi un intero episodio lontano dai campi di battaglia, non senza aprire con la giusta quantità di tensione. Il nono episodio di questa seconda stagione, intitolato L’ascesa di Vidar, fa intravedere possibili problemi per Naze all’interno di Teiwaz e una possibile spaccatura tra Tekkadan e la famiglia Turbine.

Gundam Ironblooded Orphans – 2×09 L'ascesa di Vidar Naze

La decisione di Orga di consolidare l’alleanza con McGillis per detronizzare Rustal e guadagnare il controllo di Marte ha portato Naze a doversi esporre al consiglio dei capifamiglia di Teiwaz, costretto a mettere in prima linea la sua stessa vita come assicurazione contro altri colpi di testa della Brigata Tekka. Questo ha ovviamente portato tensioni all’interno di Teiwaz, con le varie famiglie intenzionate a intralciare la Tekkadan nella sua troppo rapida ascesa verso il potere, e tra Naze e Orga.

Il resto dell’episodio è dedicato alla Brigata Tekka e alla sua voglia di migliorare e crescere militarmente dopo i problemi avuti dalla sede terrestre. Oltre al continuo recupero di mobile armor, la Brigata è riuscita a trovare un nuovo Gundam Frame sopravvissuto alla Calamity War che non può che aumentare ulteriormente il suo potenziale bellico.

Purtroppo per loro, non è tutto facile per i nostri protagonisti: Vidar, da tempo lontano dalle battaglie, è finalmente tornato operativo ed è deciso più che mai nel combattere con l’aiuto e aiutando a sua volta Rustal.

Gundam Ironblooded Orphans – 2×09 L'ascesa di Vidar Kudelia

L’episodio è molto calmo e quasi privo d’azione, ma mantiene la tensione con continue proiezioni verso il futuro e con la certezza che qualcosa accadrà tra Orga e Naze e tra la Brigata Tekka e le famiglie di Teiwaz, mostrando che la guerra non va vissuta solo sul campo di battaglia ma anche nelle decisioni politiche. Non resta che attendere il prossimo episodio per nuovi sviluppi.

Ricordiamo che Mobile Suit Gundam: Ironblooded Orphans è un anime della serie Gundam ambientato nella Post Disaster eralinea temporale attualmente riservata solo a questa serie. L’anime, diviso in due stagioni, è trasmesso in Italia in streaming sul portale VVVVID, con ritardo di una settimana rispetto alla madre patria.

Altri articoli in Recensioni

Sex Education 2 Recensione, audace masterclass di vita

Martina Cofano7 Gennaio 2020

The Witcher Recensione, il secondo volto del destino targato Netflix

Martina Cofano20 Dicembre 2019

Atypical 3 Recensione, una seduta terapeutica con la famiglia Gardner

Martina Cofano6 Novembre 2019

Baby 2 Recensione, le luci della notte sopra Roma

Martina Cofano22 Ottobre 2019

El Camino Recensione, il ritorno del figliol prodigo

Martina Cofano17 Ottobre 2019

Disincanto 2 Recensione, il nuovo falso impero di Matt Groening

Martina Cofano26 Settembre 2019