Chernobyl: la Russia girerà una serie con la sua versione della storia

News
Sara Susanna

Tempo di lettura: 2 minuti

La mini serie Chernobyl della HBO ha attirato l’attenzione degli spettatori per le immagini strazianti delle conseguenze del disastro nucleare del 1986. Mentre la serie ha mostrato la drammaticità degli eventi, ha ottenuto recensioni entusiastiche per l’avvincente rappresentazione delle ramificazioni dell’evento e gli eroici sacrifici fatti da scienziati, soldati, minatori e civili per garantire la sicurezza non solo dell’Unione Sovietica, ma anche di tutto il pianeta. Il canale russo NTV, tuttavia, sta costruendo la propria versione sugli eventi per raccontarli dalla loro prospettiva, che include il sabotaggio di un agente americano della CIA.

Il The Moscow Times ha confermato: “Come giustificazione per la storia, il regista del film, Alexei Muradov, ha citato i teorici della cospirazione marginale: una teoria sostiene che gli americani si siano infiltrati nella centrale nucleare di Chernobyl e molti storici non negano che, il giorno dell’esplosione, un agente dei servizi segreti del nemico era presente alla stazione.”

La serie HBO ha affermato chiaramente che il disastro è stato causato da un difetto di progettazione nel reattore stesso a causa dei costi di costruzione inferiori che alla fine sono stati fatali, mentre mostrava anche la diffusione della disinformazione sulla situazione al fine di preservare la reputazione della nazione in tutto il mondo. Nonostante gli orrori causati dall’incidente, la reazione prevalente da parte del pubblico è stata lo shock delle possibilità di corruzione in qualsiasi governo, oltre all’impatto che gli umani possono avere sul mondo per migliaia di anni.

The Moscow Times nota: “In cambio di un commovente tributo agli eroici uomini e donne che hanno sacrificato tutto per superare le conseguenze del disastro di Chernobyl, Mosca ci regala un film poliziesco da brivido basato su una teoria del complotto in cui un ufficiale del KGB lotta per contrastare la spie: i nuovi cattivi in ​​questa tragedia nazionale”.

Il creatore della serie Craig Mazin in precedenza ha spiegato che ha fatto la scelta di fornire le spiegazioni più banali per gli eventi che ha scoperto nella sua ricerca piuttosto che fornire gli aneddoti più sensazionali.

È diventato chiaro che c’erano alcuni aspetti della storia su cui tutti erano d’accordo”, ha spiegato Mazin a Vox“E quelle storie mi sembravano terrificanti e scioccanti: da quel momento in avanti, se ci fosse stato un conflitto, avrei optato per le versioni meno drammatiche, e meno scioccanti, meno sensazionalistiche, perché ne avevo abbastanza.”

Fonte: ComicBook

Altri articoli in News

Marvel’s Helstrom: Jim O’Hanlon (The Punisher) dirigerà un episodio della serie TV

Alessio Lonigro17 Febbraio 2020

WandaVision: Randall Park anticipa che la serie sarà “fuori dal comune” e “molto diversa”

Alessio Lonigro16 Febbraio 2020
stranger things

Stranger Things 4 – Il primo video è online

Andrea Prosperi14 Febbraio 2020
after life

After Life – Dal 24 Aprile la seconda stagione su Netflix

Redazione13 Febbraio 2020

Hawkeye: I Marvel Studios stanno considerando Alicia Vikander per il ruolo di Kate Bishop?

Alessio Lonigro13 Febbraio 2020

Loki: Gugu Mbatha-Raw entra nel cast della serie TV per Disney+

Alessio Lonigro12 Febbraio 2020