Agents of Shield 5×11: All Comforts at Home, La Recensione – NO SPOILER

News
Andrea Prosperi
Lettore ossessivo-compulsivo, quando non è su Twitter lo trovate a scrivere articoli sulle ultime novità del mondo dei fumetti.
@Www.twitter.com/Zero_Borja

Lettore ossessivo-compulsivo, quando non è su Twitter lo trovate a scrivere articoli sulle ultime novità del mondo dei fumetti.

Tempo di lettura: 3 minuti

Dopo tre settimane di pausa torna Agents Of SHIELD, il serial televisivo legato al Marvel Cinematic Universe arrivato alla quinta stagione. In attesa di scoprire se sarà rinnovata per un sesta, e pronti per il prossimo episodio, il centesimo totale della serie tv, questa midseason premiere non ha deluso, anche se non ha esaltato. Che sia anche colpa di un certo “freno a mano” tirato in vista del 5×12?

Casa

La quinta stagione si è rivelata decisamente interessante, mostrandoci un distopico futuro in cui la Terra è finita distrutta, e i sopravvissuti vivono nei resti del pianeta, sfruttati e imprigionati dai Kree. Una realtà duramente inospitale, in cui i protagonisti hanno dovuto lottare per la vita, riuscendo infine nel loro intento: tornare a casa.

Eppure tornare a casa non significa che la missione sia terminata: bisogna sventare il futuro prima che accada, consapevoli della pericolosità e dell’importanza che i poteri di Daisy hanno nella distruzione del pianeta.

Ci troviamo di fronte, oltre che ad una Midseason Premiere, ad un vero e proprio episodio ponte, con la responsabilità di traghettare lo spettatore da una trama all’altra, costruendo e ponendo le basi per quello che potrebbe essere non solo un finale di stagione, ma anche un vero e proprio finale per la serie stessa.

Futuro passato

La trama di questa puntata si risolve in maniera decisamente semplice, con gli eroi pronti a ciò che li aspetta. Ad aiutarli troveranno le strutture del Faro, in grado di fornir loro non solo assistenza, ma anche una vera e propria base. Se la prima parte di questa stagione ci ha mostrato il gruppo in difficoltà, senza mezzi e con forti limiti, questa seconda metà ci prepara a vedere gli uomini di Coulson più agguerriti che mai. E se Kasius e Sinara potevano sembrare degli antagonisti difficili da contrastare, il presente ci riserva della sorprese davvero piacevoli. I villain sembrano avere decisamente molto da dire, anche se chiaramente non ci si può esprimere in maniera definitiva dopo una sola puntata. La costruzione dei personaggi secondari è per ora premiata, mostrando delle buone sfaccettature, e rivelando un vero e proprio universo di caratterizzazioni, oltre ai protagonisti.

Tra presente e futuro, con dei buoni, e a tratti dolorosi, colpi di scena, il nuovo episodio riesce a coinvolgere lo spettatore, preparandolo a undici episodi che, se anche fossero gli ultimi, mostrano la certezza di voler veramente stupire e donare soddisfazione ai fan.

Rush Finale

La regia è senza infamia e senza lode. C’è sì una buona gestione del ritmo della narrazione, in grado di non annoiare, ma non eccelle, con alcune sequenze che potevano decisamente essere realizzate in maniera meno confusa.

Particolari difetti nella sceneggiatura non ci sono, anche se alcune scelte dei protagonisti probabilmente andranno rianalizzate in virtù di quanto accadrà nelle prossime puntate. Se veramente dobbiamo trovare un problema è proprio in una serie di scelte e di incomprensioni decisamente evitabili se i personaggi si dedicassero ad un passatempo piuttosto semplice: parlare. Vedremo se nei prossimi episodi troveremo un senso a determinate prese di posizione. Per il resto i personaggi restano coerenti alle loro caratterizzazioni, figli anche di un approfondimento durato ormai, per alcuni, cento episodi, e che porta a privilegiare l’azione ad una maggiore introspezione.

Introspezione che invece troviamo nei personaggi secondari, in grado di emergere, ricavando un loro vero spazio in cui muoversi a tutto tondo.

All Comforts at Home è un episodio indubbiamente pregevole, anche se non memorabile. Con il centesimo episodio ad incombere, ci si ritrova comunque ad assistere ad una degna Midseason Premiere, in grado di trasmettere una sensazione di conflitto più che totale, in grado di esplodere da qui fino al termine della stagione, concedendo ai fan dei veri e proprio “fuochi d’artificio”.

6.6

Sceneggiatura

7.0/10

Regia

6.0/10

Caratterizzazione

7.0/10

Effetti speciali

6.0/10

Cast

7.0/10

Pros

  • Decisamente sorprendente
  • Personaggi secondari in grado di emergere
  • Prepara più che degnamente ad un possibile finale di serie

Cons

  • Non esaltante, anche a causa della vicinanza con il centesimo episodio
  • Regia c tratti confusa

Altri articoli in News

Marvel’s Helstrom: La serie per Hulu è stata cancellata prima della messa in onda?

Alessio Lonigro22 Aprile 2020

Marvel: La compagnia interrompe gli accordi con due sceneggiatori a causa del coronavirus

Alessio Lonigro21 Aprile 2020

What If…?: La produzione della serie animata dei Marvel Studios sta continuando da remoto

Alessio Lonigro16 Aprile 2020

Agents of S.H.I.E.L.D: Enver Gjokaj tornerà nei panni di Daniel Sousa nella settima stagione

Alessio Lonigro15 Aprile 2020

Agents of S.H.I.E.L.D: Rivelata la data di uscita e la sinossi della settima ed ultima stagione

Alessio Lonigro14 Aprile 2020

Disney+: Un misterioso progetto legato agli X-Men è in fase di sviluppo?

Alessio Lonigro2 Aprile 2020