Tom King rivela di ispirarsi a Indiana Jones per le sue storie

Fumetti
Gianfranco Autilia

Tempo di lettura: 2 minuti

L’attuale scrittore di Batman, Tom King, ha svelato a CBR, durante il San Diego Comic Con, che l’ispirazione per le sue storie proviene da una saga cinematografica famosissima: Indiana Jones. In basso trovate le sue dichiarazioni.

“Quando ero piccolo ero solito guardare Indiana Jones a ripetizione, specialmente il primo, e ricordo che il mio momento preferito dell’intero film era quando lui è sulla macchina, viene colpito e va a finire sotto la Jeep e tu pensi ‘Oh, quest’uomo è morto! È andato! Non c’è nulla che possa fare per rialzarsi’. E poi lui allunga le braccia e afferra la Jeep per rimontare di nuovo e la musica inizia ad aumentare di volume. Penso che per tutta la mia carriera stia cercando di inseguire questa cosa. L’idea è che quando sei giù, quando qualcuno ti colpisce davvero nel punto in cui sei più vulnerabile e cadi e non riesci ad alzarti, iniziano a trasparire le vere forze della tua vita e del tuo personaggio. Le cose che ami e che hai amato risultano le più decisive nel farti risollevare, ritornare in sella a quella Jeep e prendere a pugni la faccia di un nazista.”

King ha poi continuato dicendo: “Questa è stata una sorta di idea ripetitiva in tutte le mie storie. L’ho inserita in un’uscita di Batman disegnata da David [Finch] dove l’eroe cade a terra e si crede che non ce la possa fare, ma alla fine dimostra di essere ancora qui. L’idea che questi personaggi vengano feriti nel punto dove possono essere feriti ma ritornano comunque e dicono ‘Sono ancora qui’, è stata molto importante per me e spero lo sia anche per il pubblico.”

La tavola a cui lo scrittore americano si è riferito durante l’intervista è quella tratta da Batman #20, dove vediamo il Cavaliere Oscuro rialzarsi con estrema difficoltà. King è uno degli scrittori di fumetti più gettonati degli ultimi anni, basti pensare alla sua run su Visione per la Marvel o alla miniserie di Mister Miracle per la DC. Sempre per quest’ultima, l’autore è attualmente al lavoro su un lungo ciclo di storie incentrato appunto sul Crociato Incappucciato. Il numero più recente, il cinquantaquattro, è stato distribuito nelle fumetterie statunitensi il 5 settembre.

Fonte: CBR

Altri articoli in Fumetti

san valentino

NERD5 – Cinque comics per San Valentino

Andrea Prosperi14 Febbraio 2020

Dc Comics ha annunciato l’evento Dark Nights: Death Metal

Gioele Paglia14 Febbraio 2020
demon slayer

Demon Slayer #7 – Una sorpresa attende in fumetteria

Redazione13 Febbraio 2020

Spider-Man 2099 1, la Recensione – Torna il mito del distopico futuro Marvel

Andrea Prosperi13 Febbraio 2020

Bao Publishing presenta Imparare a cadere

Redazione13 Febbraio 2020

Star Comics presenta I Giardini di Babilonia

Redazione13 Febbraio 2020