Star Wars # 2 – Resa dei conti sulla luna dei contrabbandieri, la Recensione – NO SPOILER

Fumetti
Vito Fabrizio Brugnola
Laureato in Filosofia con tesi su Kant e la filosofia analitica, tutor online di filosofia e storia, appassionato di disegno, curatore della rubrica di storie brevi a fumetti "BadLands" (tempo permettendo) e contributor per NerdPlanet.it, attualmente si dedica a tematiche con analisi dati, data science e machine learning. Ha nel cassetto una graphic novel sci-fi che prima o poi finirà.

Laureato in Filosofia con tesi su Kant e la filosofia analitica, tutor online di filosofia e storia, appassionato di disegno, curatore della rubrica di storie brevi a fumetti "BadLands" (tempo permettendo) e contributor per NerdPlanet.it, attualmente si dedica a tematiche con analisi dati, data science e machine learning. Ha nel cassetto una graphic novel sci-fi che prima o poi finirà.

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo esserci lasciati con la recensione del secondo capitolo della saga di Vader, torniamo tra le fila ribelli e vediamo quali nuove avventure vivranno Luke, Leia e Han Solo. Parliamo quindi del volume Resa dei conti sulla luna dei contrabbandieri, di Aaron e Immonen.

La Storia

Come sappiamo, dopo l’incontro con Vader sul pianeta imperiale Cymoon 1, Luke prende coscienza della sua impreparazione nelle vie della Forza e cerca delle risposte in giro per la galassia.

Luke combatte nell'arena di Grakkus - Vignetta di Stuart Immonen

Luke combatte nell’arena di Grakkus – Vignetta di Stuart Immonen

Dopo aver recuperato il diario del vecchio Obi-Wan, Luke si dirige, guidato dalla forza, sulla luna dei contrabbandieri, Nar Shadda, dove in men che non si dica, si ritrova a dover combattere in un’arena, schiavizzato da dall’Hutt locale, Grakkus, collezionista di cimeli Jedi.

Nel frattempo Leila e Han, si trovano inseguiti dall’impero, da cui riescono a sfuggire per il rotto della cuffia.

Bellissimo volume di Aaron che riesce perfettamente a far calare il lettore in una galassia lontana lontana.

I disegni

I disegni sono il punto forte di questo numero. Le matite sono di Stuart Immone, autore famosissimo per la sua interpretazione di Thor, il dio del tuono e autore anche di alcune graphic novel. Il tratto di Stuart Immonen è fresco e frizzante, mai banale.

Luke Skywalker – Matita di Stuart Immonen

L’autore gode di un profondo senso della sintesi e di una magnifica gestione di bianchi e neri. Offre quindi una gradevole ventata di freschezza, grazie anche all’abilità del colorista.

In questo volume però non troverete solo e soltanto i disegni di Immonen, ma anche una storia bonus, che apre il volume. La storia autoconclusiva ha come protagonista Obi Wan ed è disegnata da Simone Bianchi, che ci offre in una quindicina di tavole il suo stile caratteristico ed esagerato.

Obi Wan disegnato da Simone Bianchi

Obi Wan disegnato da Simone Bianchi

Conclusioni

Il volume è certamente da comprare. Per solo 10,20 euro porterete a casa il gioiellino targato Aaron Immone, impreziosito dalla storia breve disegnata di Bianchi.

E che la Forza sia con voi.

Star Wars #2 - Resa dei conti sulla luna dei contrabbandieri

10,20
6.3

Sceneggiatura

7.5/10

Storia

7.5/10

Disegni

8.5/10

Colori

8.0/10

Fotografia ed Effetti

0.0/10

Pros

  • Storia autoconclusiva di Simone Bianchi su Obi Wan Kenobi
  • I disegni di Immonen

Altri articoli in Fumetti

In The Amazing Spider-Man #850 ritornerà Green Goblin

Gioele Paglia16 Giugno 2020

Marvel Comics annuncia l’arrivo di una nuova serie di Iron Man

Gioele Paglia16 Giugno 2020

DC Comics estende temporaneamente l’accordo con Diamond Comic Distributors

Gioele Paglia15 Giugno 2020

Alexandra Monir scriverà un romanzo su Black Canary

Gioele Paglia9 Giugno 2020

IDW Publishing annuncia ufficialmente le sue nuove strategie di distribuzione

Gioele Paglia8 Giugno 2020

Diamond Comic Distributors commenta ufficialmente l’abbandono della DC Comics

Gioele Paglia8 Giugno 2020