Spider-Man, Todd McFarlane rivela un retroscena sulla creazione di Venom

Fumetti
Gianfranco Autilia

Tempo di lettura: 2 minuti

Venom è uno dei più celebri e mortali antagonisti di Spider-Man: nato sul finire degli anni 80 dalle menti dello scrittore David Michelinie e del disegnatore Todd McFarlane, questo accattivante personaggio ha goduto di un’enorme popolarità e, nel corso degli anni, anche di svariate trasposizioni televisive e cinematografiche. La più recente di queste risale proprio all’anno scorso con la pellicola Venom diretta da Ruben Fleischer che ha incassato più di 800 milioni di dollari in tutto il mondo. Attualmente, il V-Man è il protagonista di una serie a fumetti tutta sua curata da un acclamatissimo team creativo di autori, Donny Cates e Ryan Stegman, che stanno continuamente sorprendendo i lettori con trovate inedite e grandi colpi di scena. Ma com’è nato esattamente questo cruciale character dell’Universo Marvel? A darci un retroscena sulla faccenda è lo stesso Todd McFarlane, il quale – tramite un video pubblicato sul suo profilo Instagram – ha spiegato nel dettaglio come mai l’iconico costume nero è stato rimosso dall’Arrampicamuri sulle pagine di Amazing Spider-Man #300 (maggio 1988) per dar vita al Protettore Letale.

“Sono entrato negli uffici di Spider-Man dopo aver lavorato su Hulk e volevano che io facessi l’Uomo Ragno” ha spiegato McFarlane. “Ma lui aveva il costume nero. Non volevo disegnare questo costume nero. Non mi significava nulla. Volevo disegnare l’uniforme rossa e blu… quindi mi dissero, ‘Todd, se sali a bordo con il #298 ti promettiamo che forse potremo sbarazzarcene’. E allora io risposi, ‘Beh, liberiamocene in fretta!’ Così ho lavorato sul personaggio… gli ho rimosso il costume… e ho fatto questo personaggio chiamato Venom, l’ho consegnato a David Michelinie, lo scrittore, e loro mi hanno detto, ‘Tieni duro, resisti, resisti’. Allora, all’improvviso mi metto al lavoro sul #298, ed è ancora con il costume nero, sul #299, ed è ancora con il costume nero, e infine sul #300, come potete vedere ho perfino scritto nello sketch della cover, ‘Possiamo farne uno di colori nero e rosso?’. E loro mi hanno detto, ‘Sì, sì, sì, va bene’. Quindi, sostanzialmente, il #300 è l’origine di Venom. Ma per me è l’albo del ‘Come diavolo togliamo questo dannato costume nero a Peter Parker?'”

Il costume nero è stato introdotto nei fumetti Marvel precisamente nel 1984, apparendo per la prima volta sul numero 252 di Amazing Spider-Man.
È però su Web of Spider-Man #1 che Peter Parker si sbarazza di quello che ha poi scoperto essere un vero e proprio simbionte. Liberatosi del parassita, l’Uomo Ragno veste quindi una replica in tessuto dell’uniforme nera, mentre quella vera si lega a Eddie Brock formando, appunto, Venom. Dopo aver sconfitto quest’ultimo in combattimento, Spider-Man ritorna infine alla sua classica tuta rossoblù, esattamente come narrato sull’immortale Amazing Spider-Man #300.

Fonte: CBR

Altri articoli in Fumetti

Dc Comics ha diffuso delle variant cover per celebrare gli 80 anni di Catwoman

Gioele Paglia27 Febbraio 2020

Avengers: Jason Aaron parla di un possibile scontro con gli X-Men di Hickman

Gianfranco Autilia27 Febbraio 2020

La Lucasfilm ha annunciato i primi progetti di Star Wars: The High Republic

Gioele Paglia25 Febbraio 2020

Mattia De Iulis sarà il nuovo disegnatore di Valkyrie: Jane Foster

Gioele Paglia24 Febbraio 2020

Dark Horse Comics annuncia una serie prequel di The Umbrella Academy

Gioele Paglia22 Febbraio 2020

IDW Publishing e DC Comics: Annunciato un crossover tra Locke & Key e Sandman

Gioele Paglia22 Febbraio 2020