Recensione – Red/Blue+, prosegue la light novel dei BountyWriters

Fumetti
Andrea Prosperi
Lettore ossessivo-compulsivo, quando non è su Twitter lo trovate a scrivere articoli sulle ultime novità del mondo dei fumetti.
@Www.twitter.com/Zero_Borja

Lettore ossessivo-compulsivo, quando non è su Twitter lo trovate a scrivere articoli sulle ultime novità del mondo dei fumetti.

Tempo di lettura: 3 minuti

Un paio d’anni fa, nell’aprile del 2018, ci siamo ritrovati a recensire Red/Blue, un curioso quanto interessante esperimento in cui i due autori espressero un vero e proprio prodotto della cultura di un’intera generazione, quella degli anni ’90. Niente di assimilabile al plagio, anzi: una costruzione originale in cui omaggi e ispirazioni si sono fuse in un volume di gran pregio, arricchito dalle immagini a corredo, illustrando quanto veniva descritto nelle pagine del romanzo.

I BountyWriters, Alessandro Bonaventura e Simone Montagnese, entrambi classe ’93, hanno proseguito il loro viaggio letterario, partecipando in Self Area anche a Lucca Comics & Games, portando ai loro lettori il seguito di Red/Blue, dal titolo Red/Blue+, accompagnati questa volta, nell’aspetto grafico, da Mapodofu, di cui parleremo più avanti in questa nostra recensione. Saranno riusciti a limare i pochi difetti del primo volume? Scopriamolo insieme!

Il nuovo volume prende il via dagli eventi del primo. In un mondo post-apocalittico Red, Blue e Lily sono sopravvissuti a uno scontro mortale, seppur sia decisamente presto per tirare un sospiro di sollievo: i tre non possono infatti far ritorno alle loro normali vite, e ciò che hanno di fronte è il più puro ignoto. Fortunatamente Lily propone una soluzione, nella veste del fratello, leader del IV distretto. Possibile possa andare tutto per il meglio?

Red/Blue+ si apre così con l’idea di un vero e proprio viaggio, trasformandosi ben presto in una metafora della vita dei protagonisti. Lontani dal nido, lontani dalla loro infanzia, non resta loro che usare quei ricordi come traccia di chi essi siano, per costruire chi saranno domani. A fare da contorno un mondo freddo, crudele, che trova nelle pagine del nuovo volume un vero e proprio ampliamento: iniziamo infatti a conoscere meglio il mondo fuori dalle città, e le città stesse, osservando la struttura di un mondo che non è più il nostro.

In tutto ciò non manca ovviamente la componente che oseremmo definire più shonen. La saga di Red e Blue riesce infatti ad alternare momenti di serenità a momenti drammatici, senza dimenticare la natura tipicamente più action del racconto che abbiamo di fronte. Le loro battaglie sono infatti solo all’inizio, e i conflitti, interni e esterni, sono parte integrante del racconto. Il tutto attraverso una scrittura lineare, con un buon ritmo che rende Red/Blue+ un volume che non stanca, non annoia, non porta verso inutili vicoli ciechi, ma che costruisce la vicenda passo passo, intrecciando prima e dipanando poi il bandolo della matassa.

Racconto che trova piena espressione nei disegni di Mapodofu, nome d’arte di Vittorio Ranella, classe 1996. La sua è una matita in grado di mescolare diversi stili, unendo elementi occidentali e orientali, con un risultato decisamente gradevole. Seppur non si tratti di fumetti, mancando quindi uno spirito maggiormente sequenziale, le immagini riescono, quando desiderato, a evocare un certo movimento, restituendo un senso tutt’altro che statico. Un risultato notevole, ideale prologo per i prossimi risultati che l’artista potrà ottenere proseguendo su questa strada.

Red/Blue+ si conferma un racconto avvincente, in grado di coinvolgere il lettore, di stupirlo e appassionarlo alla storia di questi ragazzi. Al tempo stesso, la natura del progetto, nato in maniera amatoriale, nell’accezione positiva del termine, lo rende interessante da seguire, proprio in virtù del sostegno che viene naturale dare alla passione che i BountyWriters riescono a inserire nelle loro pagine. Non vediamo l’ora di vedere cosa avranno in serbo per tutti i loro lettori!

Red/Blue+

0.00
7.8

Trama

8.0/10

Illustrazioni

8.0/10

Ritmo

7.5/10

Scrittura

7.5/10

Originalità

8.0/10

Pros

  • Un mondo interessante da esplorare
  • Un buon ritmo
  • Ottime le illustrazioni

Altri articoli in Fumetti

In The Amazing Spider-Man #850 ritornerà Green Goblin

Gioele Paglia16 Giugno 2020

Marvel Comics annuncia l’arrivo di una nuova serie di Iron Man

Gioele Paglia16 Giugno 2020

DC Comics estende temporaneamente l’accordo con Diamond Comic Distributors

Gioele Paglia15 Giugno 2020

Alexandra Monir scriverà un romanzo su Black Canary

Gioele Paglia9 Giugno 2020

IDW Publishing annuncia ufficialmente le sue nuove strategie di distribuzione

Gioele Paglia8 Giugno 2020

Diamond Comic Distributors commenta ufficialmente l’abbandono della DC Comics

Gioele Paglia8 Giugno 2020