Plutona, di Jeff Lemire ed Emi Lenox – La recensione

Fumetti
Claudia Padalino
Dal 1988, appassionata di fumetto d'autore, non d'autore, graffiti e disegnini fatti mentre si telefona. Laureata in Editoria e comunicazione aziendale, collabora con alcuni festival pugliesi per la promozione e la diffusione del fumetto italiano. Il suo sogno: riuscire a portare come ospite in Italia Alan Moore.

Dal 1988, appassionata di fumetto d'autore, non d'autore, graffiti e disegnini fatti mentre si telefona. Laureata in Editoria e comunicazione aziendale, collabora con alcuni festival pugliesi per la promozione e la diffusione del fumetto italiano. Il suo sogno: riuscire a portare come ospite in Italia Alan Moore.

Tempo di lettura: 3 minuti

“Metro City ha bisogno di me! Ma prima devo finire il doppio turno.”

L’ondata di nostalgia degli anni ’80 colpisce tutto il mondo nerd, compreso quello delle serie televisive. Un esempio, tra quelli più conosciuti, è la serie Stranger Things. Roba che Carpenter, King e i Goonies di meglio non avrebbero saputo fare. Quindi, perché non riproporre l’operazione nostalgia di epoche passate a una nuova generazione che, di queste, cose ne ha sentito parlare di sfuggita dai propri genitori? Si ritorna bambini con una trama come quella di Plutona: talmente bambini che si rischia di paragonare il fumetto a uno dei tanti film per ragazzi che Italia 1 trasmetteva la domenica mattina.

Non guasterebbe aggiungere una componente fondamentale che attrae il ragazzo di oggi: il supereroe, buono o cattivo che sia, rende sempre bene l’idea. Se poi questo gruppo di ragazzi, che vive in una dimensione a cavallo tra il reale e l’immaginifico, trova un supereroe morto, è fatta. Abbiamo la ricetta per un fumetto teoricamente perfetto, praticamente… un po’ meno.

Il nuovo lavoro di Jeff Lemire ed Emi Lenox, pubblicato in Italia da Bao Publishing, ha un problema di fondo: non è adatto a un pubblico dai 20 anni in su. Approcciare a una graphic novel di questo calibro, dopo aver conosciuto le trame di Lemire nei suoi lavori con DC e Marvel, fa storcere leggermente il naso. Si mescolano storie di supereroi, dal tratto tendente al pop, alle storie degli adolescenti appena accennate.

Un gruppo di cinque ragazzi dalle personalità variegate trovano casualmente il cadavere di Plutona, la supereroina più forte di tutta la città. Da qui iniziano le diatribe per scegliere la cosa giusta da fare: avvisare la città o nascondere il cadavere? Comincia qui l’avventura di questi ragazzi che vivono in una città reale come la nostra con una marcia in più: i supereroi esistono davvero.

Adolescenti, mitici “supereroi”

I protagonisti hanno le caratteristiche dei classici ragazzini protagonisti di un’avventura. Troviamo Ray, il bullo del quartiere che fuma e prende in giro i ragazzi più deboli; Teddy, nerd e appassionato di supereroi, tanto da tenere traccia di ogni loro spostamento all’interno di un quaderno; Lisa, ragazzina in sovrappeso e con poca autostima; Mie, spaccona e sorella maggiore di Mike, perennemente taciturno. Sotto il punto di vista della disposizione delle vignette, Lemire ha la capacità di mostrarti contemporaneamente lo scorrere del tempo tramite delle inquadrature totali dei singoli protagonisti.


La tavola viene divisa in quattro, ogni vignetta scandisce un singolo momento della giornata dei quattro ragazzi. La sequenza viene ripetuta più volte consecutivamente, creando un crescendo di suspance. Una stategia narrativa ottima per sondare profondamente nelle menti dei piccoli personaggi e poter intuire facilmente le loro mosse successive.

Chicca ulteriore: alla fine di ogni capitolo troviamo dalle 2 alle 4 pagine scritte e disegnate dallo stesso Lemire, che raccontano le gesta della supereroina Plutona e le sue battaglie contro l’acerrimo nemico White Wasp.

plutona

Una nota di merito da tenere assolutamente in considerazione è che nella novel non troviamo solo battaglie fisiche, ma anche psicologiche e introspettive: cosa si aspetta realmente la società da Plutona? Cosa può fare per proteggere i suoi cari? Un’analisi semi-approfondita dei dubbi che ogni supereroe rivolge verso sé stesso e verso il mondo che lo circonda: “sono disposta ad andare contro i miei princìpi morali pur di salvare la mia vita?“.

Nonostante l’andazzo deludente della storia, il finale è tutto una sorpresa e vale l’acquisto. La morale, la rottura delle illusioni e la durezza delle ultime tavole che chiudono il cerchio narrativo lasciano il lettore a bocca aperta. Ciò che viene definito supereroico viene disatteso dal comportamento di Plutona, più umano di quanto un “fan” potrebbe aspettarsi.

Ricordiamo che il volume è edito in Italia da Bao Publishing e potete acquistarlo nello store online a questo link.

7.6

Disegni

8.0/10

Colori

9.0/10

Narrazione

7.0/10

Leggibilità

9.0/10

Originalità

5.0/10

Pros

  • Il tratto asciutto
  • Ottimo racconto per ragazzi
  • Impianto narrativo ben costruito

Cons

  • Il prezzo
  • Storia poco originale

Altri articoli in Fumetti

In The Amazing Spider-Man #850 ritornerà Green Goblin

Gioele Paglia16 Giugno 2020

Marvel Comics annuncia l’arrivo di una nuova serie di Iron Man

Gioele Paglia16 Giugno 2020

DC Comics estende temporaneamente l’accordo con Diamond Comic Distributors

Gioele Paglia15 Giugno 2020

Alexandra Monir scriverà un romanzo su Black Canary

Gioele Paglia9 Giugno 2020

IDW Publishing annuncia ufficialmente le sue nuove strategie di distribuzione

Gioele Paglia8 Giugno 2020

Diamond Comic Distributors commenta ufficialmente l’abbandono della DC Comics

Gioele Paglia8 Giugno 2020