Pasticcini Marci 1, la recensione – NO SPOILER

Fumetti
Gerardo Americo
Amante di fumetti, videogiochi, cinema e serie tv. Cresce con il Commodore 64 e la Playstation 1. I suoi preferiti sono Spider-Man, Batman e Tex.

Amante di fumetti, videogiochi, cinema e serie tv. Cresce con il Commodore 64 e la Playstation 1. I suoi preferiti sono Spider-Man, Batman e Tex.

Tempo di lettura: 3 minuti

Tre ragazzi, tre musicisti che amano la musica, che partecipano ad un talent show. Fin qui non ci sarebbe nulla di strano, anzi perfettamente in linea con i nostri tempi. Peccato che se parliamo dei Pasticcini Marci le cose si complicano leggermente. La It Comics! ci propone il primo numero di questa una nuova serie scritta e disegnata da Francesco Abrignani, autore che in passato ha collaborato anche con la Disney, che sin dalla prima vignetta ci fa capire il tono che prenderà la serie.

IL RACCONTO

I Pasticcini Marci sono una band composta da tre ragazzi: Gianki, Mauro e Dodo. Gianki è il bassista, per lui suonare è un modo per rimorchiare. Mauro è il chitarrista/cantante, la mente del gruppo. Per lui suonare è l’espressione più profonda del suo Io, o almeno questo è ciò che il Caprone nella sua testa gli fa credere. Dodo è il batterista e…uno sfigato.

Come tutte le band, tentano la strada del successo partendo dai reality, peccato che per una distrazione anzichè finire nel tanto famoso Wow che Talent! noto show di Kayno TV, canale televisivo tanto all’avanguardia quanto spregiudicato nel realizzare questo tipo di programmi, si ritrovino negli studi di un talent di cucina, in cui se la dovranno vedere con i quattro cattivissimi giudici del programma.

Da qui, approderanno ad un reality sulla moda, e ad altri talent, parodia dei più noti programmi televisivi, fino al finale che non vi sveliamo.

PARODIA PUNK

Arbignani riesce nell’intento di far sì parodia, ma al tempo stesso lanciare un forte sottotesto critico ad un certo modo di fare televisione, inserendo anche elementi di pura irriverenza e attitudine punk da parte dei protagonisti.

Per chi segue questo genere di programmi, sarà difficile non notare subito le citazioni presenti, le tipiche espressioni dei protagonisti di questi show, abbastanza riconoscibili. Tuttavia, al di la della parodia spicciola, per strapparci qualche sorriso, l’autore riesce anche a farci riflettere su che tipo di televisione stiamo costruendo. Appare chiaro che Arbignani sa di cosa scrive, conosce il genere, non fa una parodia soltanto perchè va di moda, o per fare l’alternativo a tutti i costi. Anzi, sembra quasi che sia uno spettatore che si diverte anche nel guardarli, ma al tempo stesso riesce a catturare qui momenti, quei ritornelli tipici, quei modi di fare, anche dei protagonisti delle vicende stesse, e riassumerli in poche vignette.

Ecco, la narrazione qui è essenziale, dovendo svariare tra diversi programmi in poche pagine, l’autore riesce a sintetizzare al meglio, non perdendo nulla nella costruzione della vicenda, che appunto, diviene molto piacevole da leggere e da seguire.

Lo stile dei disegni è quello classico dei cartoon alternativi, le cui vignette ben si adattano con il tono narrativo della vicenda. Se proprio volessimo muovere una critica, potremmo fare menzione di alcune scene, di cui non vi anticipo nulla, che potrebbero magari far storcere il naso al lettore che si appresta a questa lettura con un’atteggiamento “classico”.

In conclusione, la It Comics! è una casa di fumetti indipendente italiana giovane, ma se questa è la qualità delle pubblicazioni che ci aspettano, beh, non possiamo che esserne contenti.

Pasticcini Marci 1

3
7.4

Storia

7.0/10

Lettura

7.0/10

Disegni

7.5/10

Colori

8.0/10

Indipendenza

7.5/10

Pros

  • Storia originale e divertente

Cons

  • Potrebbe non piacere a dei lettori classici

Altri articoli in Fumetti

Marvel Comics rivela interamente il nuovo team di mutanti

Gioele Paglia10 Dicembre 2019

Star Wars ritorna al pianeta originale degli Jedi grazie a Doctor Aphra

Gioele Paglia10 Dicembre 2019

Dc Comics: primo sguardo al debutto di Tynion e Daniels su Batman

Gioele Paglia10 Dicembre 2019

Wonder Woman #750 – Rivelata la Variant Cover di Jim Lee

Andrea Prosperi9 Dicembre 2019

Il fumetto italiano piange Federico Memola

Andrea Prosperi9 Dicembre 2019
dylan dog

Dylan Dog – Dal #400 in contemporanea anche in fumetteria

Andrea Prosperi6 Dicembre 2019