Outcast – Il reietto. Introduzione alla serie horror di Robert Kirkman

Fumetti
Debora Sistahsoldier
Classe 1991. Accanita lettrice e divoratrice di fumetti fin dalla tenera età. Le sue preferenze spaziano dal genere horror (il suo preferito), al thriller fino all'esoterismo e misticismo. Insomma, tutto ciò che è dark è ben accetto. Tra i suoi scrittori preferiti ci sono Alan Moore, Neil Gaiman e Garth Ennis.

Classe 1991. Accanita lettrice e divoratrice di fumetti fin dalla tenera età. Le sue preferenze spaziano dal genere horror (il suo preferito), al thriller fino all'esoterismo e misticismo. Insomma, tutto ciò che è dark è ben accetto. Tra i suoi scrittori preferiti ci sono Alan Moore, Neil Gaiman e Garth Ennis.

Tempo di lettura: 4 minuti

Outcast – Il reietto è una serie targata Skybound e distribuita in Italia da Saldapress. Nata dalla collaborazione tra Robert Kirkman alla sceneggiatura e Paul Azaceta ai disegni, la serie ha riscosso fin dalle prime pubblicazioni un grande consenso da parte del pubblico, spalancando le porte all’ adattamento televisivo prodotto dall’ emittente via cavo Cinemax.

 

OUTCAST RACCONTA LA STORIA DI KYLE BARNES, UN REIETTO CHE VIVE AI MARGINI DELLA SOCIETA’.

Kyle ha vissuto un’infanzia tormentata subendo l’odio e l’ira incontrollati e apparentemente insensati della madre. Le violenze inaudite che si susseguono sulla sua pelle temprano la sua psiche e il suo fragile corpo da bambino, ma per fortuna, il reietto, dopo gli angoscianti anni dell’infanzia ha avuto una vita normale, persino felice. Ha incontrato la donna della sua vita, ha carpito finalmente l’amore ed è diventato padre della dolcissima Amber. Tuttavia la sua felicità è destinata a durare poco perché oscure presenze ritornano ad aleggiare e incombere su di lui, per motivi inizialmente molto criptici sia per il lettore che per il protagonista stesso. Un susseguirsi di strane vicende che inizialmente sembrano essere legate esclusivamente alla cattiva sorte, in realtà nascondono qualcosa di molto più subdolo, dall’ acre sapore…demoniaco.

L’emarginazione di Kyle Barnes è dovuta al suo dono. Un dono misterioso, ambiguo e pericoloso che Kyle ha sicuramente modo di sperimentare ma non di concepire interamente. Proprio per questo motivo, la sua perseveranza nel cercare tutte le risposte alle sue petulanti domande lo porta dal Reverendo Anderson che si dimostra da subito disponibilissimo a sventare una vicenda che si perpetua da troppo tempo. Il dono di Kyle si rivela alquanto utile perché gli permette di scacciare, in un modo alquanto poco convenzionale, i demoni che entrano in possesso del corpo di alcuni sventurati.

Kirkman delinea il Reverendo Anderson come un personaggio chiave della serie, diretto discendente di un’altra grande figura dell’immaginario contemporaneo: l’esorcista. Kyle e il Reverendo Anderson, così come il lettore, devono quindi scoprire il motivo per il quale continuano a succedersi queste strane possessioni che, con il passare del tempo, interessano sempre più persone, vicine o meno a Kyle.

Sarà quindi una lotta contro il tempo, un continuo sperare, indagare, intuire, provare e riprovare. Queste oscure presenze hanno bisogno di Kyle, ma per quale motivo? Si tratta di un solo demone? Sono una legione? Qual è la loro vera natura? Esistono davvero? Così come Kyle, vi ritroverete sommersi di enigmi infernali.

Un puzzle intricato che si dipana su più piani che Kirkman sceglie di sbrigliare con parsimonia. La storia ha infatti un inizio che si potrebbe definire lento, nel quale però possiamo cogliere i primi concetti chiave e una buona caratterizzazione dei principali personaggi implicati. Grandi cose sono in serbo per Kyle Barnes, che sarà costretto a fare i conti con alcune cose rispetto alle quali non era assolutamente preparato.

Le tavole, caratterizzate da atmosfere “sporche” e cupe, sono disegnate dalla mano dell’abile Azaceta e si addicono moltissimo all’ aura dark che peculiarizza l’intera serie rendendo appieno la desolazione della provincia americana nella quale si ambienta l’intera vicenda: il West Virginia. Un’altra peculiarità del disegno di Azaceta è sicuramente l’utilizzo degli inset panel, cioè quelle piccole vignette che si trovano in quasi tutte le tavole del fumetto e che arricchiscono la narrazione con dettagli e sfumature che altrimenti andrebbero perse.

La sovrapposizione dell’orrore al “normale”, alla vita di tutti i giorni, è sicuramente una delle chiavi vincenti della narrazione. Un altro punto a favore, è il modo in cui Kirkman sviluppa la storia: il tema centrale è quello della possessione demoniaca, ma al contrario di tutto ciò che avete visto o letto fino ad ora su questo tema, non si tratta della solita solfa, infatti ci ritroviamo di fronte a un’ottima “rivisitazione”. Kirkman mette in scena una storia che lascia aperta la possibilità a una doppia verità: perché questi demoni stuzzicano così tanto Kyle cercando di trascinarlo tra le loro cerchia? E se in realtà Kyle fosse uno di loro?

E’ possibile reperire Oucast – Il reietto in due formati: formato edicola con tavole in b/n a cadenza bimestrale e formato da fumetteria con tavole a colori con cadenza semestrale. L’uscita del volume 5 intitolato Una nuova via, apre un nuovo arco narrativo dal ritmo avvincente perché svela molti retroscena che finora erano rimasti in ombra. Infatti un uomo, che ha avuto e avrà una grande importanza nella vita di Kyle, vuole aiutarlo a prepararsi per la battaglia che dovranno condurre insieme con lo scopo di arginare le forze che stanno cercando di impossessarsi dell’intero pianeta. Forze la cui origine, almeno parzialmente, verrà svelata proprio da quell’uomo.

 

Altri articoli in Fumetti

Marvel Comics annuncia un nuovo evento sul 2099!

Gianfranco Autilia23 Agosto 2019

Garth Ennis torna in Marvel per due nuove miniserie sul Punitore!

Gianfranco Autilia22 Agosto 2019

Marvel dà vita a una nuova era per i Runaways introducendo Doc Justice e il J-Team!

Gianfranco Autilia21 Agosto 2019

Marvel lancia Yondu, Morbius, la nuova serie di Deadpool e altro ancora!

Gianfranco Autilia14 Agosto 2019

È morto l’artista Ernie Colòn, co-creatore della Damage Control

Gianfranco Autilia10 Agosto 2019

Marvel: le prime pagine di Juan Ferreyra per Punisher Kill Krew #1!

Gianfranco Autilia9 Agosto 2019